Il sito ‘ritisettennali.org’ inserisce una sezione che ospita le tesi di laurea

0

Giovanni Lombardi.  Quotidianamente, come è mia consuetudine, leggo le mail pervenute nella mia casella di posta elettronica; domenica scorsa, 25 marzo,  la mia attenzione è stata subito catturata da questo testo:

Buongiorno, mi chiamo Fabio Santulli. Venerdi mi sono laureato presso la facoltà di Scienze Politiche di Torino.Oggetto della mia tesi è stata l’antica manifestazione di Guardia Sanframondi. Ho utilizzato molto il suo sito (molto curato). Per tale motivo ho piacere ad inviarle il file; qualora lo ritenesse utile e lo volesse pubblicare sul suo sito lo faccia senza nessun tipo di problema. Cordiali saluti Santulli Fabio

Mi sono detto … ‘perché non aderire a questa richiesta’? Perché non istituire una ‘sezione’ del sito www.ritisettennali.org dove conservare, archiviare e consultare tutte le tesi di laurea  di giovani ricercatori che hanno voluto studiare,  approfondire e laurearsi con una tesi che riguarda la nostra particolare ed originale manifestazione religiosa?

A questo link è possibile consultare le tesi.

Com’è noto,  il progetto ritisettennali.org  si propone non solo di raccontare e descrivere i riti, ma anche di creare un archivio online di tutto quel materiale che altrimenti potrebbe andare ‘perso’ nel tempo. Il sito, quindi, è anche un archivio in continuo aggiornamento, aperto al contributo di cittadini, studiosi, associazioni, enti e comitati. www.ritisettennali.org propone, tra l’altro, sezioni di documenti manoscritti, documenti grafici, documenti fotografici, documenti web e una puntuale bibliografia visiva.

E’ noto anche che il progetto coltiva la proposta d’inserimento dei Riti settennali di penitenza nell’elenco UNESCO del Patrimonio immateriale dell’Umanità.
Il sito, completamente autogestito, ritorna a proporre,  documentare ed archiviare materiale, affermandosi sempre di più, come il più completo strumento online d’informazione, conoscenza e documentazione per una delle manifestazioni religiose più particolari, originali e discusse al mondo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.