Cerreto: disastrosa situazione economica

0

Sebastiano Ricci e Francesco Trotta (associazione politico-culturale “Da sempre per Cerreto”) “Alle fiera dell’est, per due soldi, un’amministrazione mio padre comprò… e vennero i problemi economici che si mangiarono l’amministrazione, che non pagava gli stipendi, che non apriva l’Ospedale di Comunità promesso, che faceva concorsi illegittimi, che faceva gare d’appalto annullate, che spendeva soldi con incarichi tecnici a pagamento per gli uffici oberati, che al mercato mio padre comprò” – fine canzone.  Ci scuserà Branduardi, anche perché a questo punto poteva essere “la pulce d’acqua” la canzone da preferire, ma i cerretesi hanno un problema.  Finalmente hanno capito le capacità e le strategie dell’amministrazione comunale che governa, purtroppo, le sorti del paese.

Ma vediamo di capirci qualcosa, anche se di fronte all’incomprensibile c’è poco da interrogarsi, basta raccontare i fatti e porre delle domande, che ovviamente, data la libertà e partecipazione di questa maggioranza, sicuramente non avranno risposta.

Con delibera n. 294 del 30.12.2011, la Giunta comunale, “premesso che la situazione economico-finanziaria di questo Ente […] si è deteriorata ulteriormente, che l’Ufficio di Ragioneria […] è anche Responsabile della parte finanziaria dell’Ambito Sociale B3, è oberato per cui necessita di un supporto straordinario per verificare la situazione contabile-finanziaria e per ricercare soluzioni strutturali onde sopperire alla sofferenza di cassa, rilevato che quest’anno l’esercizio finanziario si chiuderà con un utilizzo notevole dell’anticipazione di tesoreria, che tale sofferenza di cassa necessità di interventi straordinari, […] DELIBERA […] di autorizzare il Responsabile Settore 1 ad acquisire una CO.CO.CO. con il Dr. Pierluca Ghirelli per attività di supporto all’Ufficio Ragioneria, determinare in € 1.300,00 mensili, più spese vive documentate ed oneri accessori […] il compenso da corrispondere al Dr. Ghirelli […]”.

Successivamente con determina n. 213 reg. settore del 30.12.2011 è stata data attuazione alla delibera che abbiamo sopra in parte riportato.

Allora, in altri termini, il Comune di Cerreto Sannita ha necessità di avere un tecnico che si occupi di analizzare e suggerire cosa fare per porre rimedio alla situazione economico-finanziaria dell’Ente. A questo tecnico professionista noi pagheremo € 1.300,00 mensili, più spese vive documentate (per es. la ricevuta di un ristorante per il pranzo? La ricevuta di acquisto carburante?) ed oneri accessori.

E i tecnici dell’Ufficio ragioneria che conoscono bene la situazione non erano sufficienti e capaci?  E gli stipendi ai dipendenti comunali, che avanzano tre mensilità?  Amministratori, ma che cosa state combinando? Sono queste le vostre capacità?

Con tutto il rispetto e la fiducia nel Dr. Ghirelli, vi pare opportuno caricare l’Ente di una spesa ulteriore, quando tra i cittadini ci sono ottimi professionisti, tecnici del settore interessato (commercialisti, ragionieri, avvocati, professori), che per il loro paese si spenderebbero gratis e volentieri…ci spiegate che senso ha l’ostinazione di voler prendere decisioni in solitudine rispetto ad una situazione che avete definito voi stessi “patologica”?

Bravi, complimenti.  Ad una situazione straordinaria si risponde in maniera straordinaria. Qui c’è bisogno di tutti e la barca non può rimanere nelle mani di chi, seppur ha avuto il consenso popolare, ha dimostrato di non essere capace di governarla, anzi contribuisce al suo affondamento, con concorsi illegittimi ed incarichi che appesantiscono oltremodo la sofferenza di cassa.

Non sarebbe meglio costituire un gruppo di tecnici che studi il problema e trovi soluzioni, indicando la rotta da seguire per salvare questo paese che la vostra gestione contribuisce a gettare nel baratro?

Avete visto che l’ASL di Benevento ha conferito lo stesso incarico ad un altro tecnico professionista a titolo gratuito, “senza alcun onere a carico dell’ASL medesima”?

Inoltre, è inspiegabile il fatto che non venga ripristinato il collegamento ad internet dell’Ufficio INPDAP di Cerreto Sannita che per mancanza di linea resta non fruibile dai cittadini, come evidenziato dall’avviso a firma del Dirigente affisso alla bacheca dell’ufficio stesso (abbiamo perso un altro servizio utile alla comunità?).

Volete pensare per una volta al futuro della comunità? fatevi da parte, precipitevolissimevolmente.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.