Battenti. Quei quindici secondi prima

0

Giovanni Lombardi. Ho voluto documentare il momento che molti chiamano clou della manifestazione guardiese; l’ho voluto fare, però, da una ‘prospettiva’ diversa, quella degli spettatori assiepati davanti al santuario, dei fedeli, dei credenti, degli scettici, dei curiosi …

La Cappella del ‘Sangue sparso’, l’antico luogo di riunione nel santuario dell’Assunta, accoglie i penitenti, ma il numero sempre crescente ha fatto sì che l’intero santuario sia occupato dai battenti. Grande emozione suscita quel perentorio invito … ‘Fratelli, in nome di Maria, con forza e coraggio, battetevi !’ I battenti, in ginocchio, camminando a ritroso e con lo sguardo verso la statua dell’Assunta, escono dal santuario per sistemarsi, incolonnandosi, dietro il mistero di San Girolamo penitente.

Chi si aspetta il classico video sui battenti e il noto fermarsi all’azione della penitenza, al sangue, rimarrà deluso ( sul web, peraltro, ci sono moltissimi video che assolvono questa funzione …) Solo alla fine ho voluto inserire un fotogramma del battente per dare senso e significato all’azione penitenziale e offrire una chiave di lettura dell’intero video. Ho cercato, ho voluto documentare, in poco più di due minuti, l’atmosfera di quelle ore, di quei minuti, dei secondi che precedono la penitenza, atto così intimo e particolare..

Ho voluto lasciare nel video anche quei fotogrammi ‘traballanti’ e ‘mossi’ che contribuiscono con autenticità a far rivivere le sensazioni provate e la difficoltà materiale di realizzare le riprese.

Le immagini sono sottolineate dalla potente sonorità di Celestial Aeon Project tranne che in quei interminabili quindici secondi che precedono l’uscita dei battenti dal santuario, nei quali ho preferito utilizzare la vera e originale ‘colonna sonora ‘.

www.ritisettennali.org Il racconto e le immagini di una delle manifestazioni religiose più particolari, originali e discusse al mondo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.