GESESA: Ondata di freddo, come proteggere contatori e condotte idriche

0

di Mirko Francesca.  La GESESA, è sempre presente per la tutela dei propri utenti e in particolare in questi giorni di freddo intenso.

A causa delle avverse condizioni climatiche e, soprattutto, per le temperature rigide del prossimo fine settimana, i contatori dell’acqua rischiano un blocco causato dal forte freddo. Per evitare la rottura delle tubazioni idriche e del riscaldamento, GESESA consiglia di proteggere condotte e contatori, posti all’esterno, con materiali isolanti e di fare attenzione ai blocchi delle caldaie. Il forte freddo previsto potrebbe causare la rottura di condutture e misuratori, quindi alcuni accorgimenti da mettere I materiali isolanti da adoperare potrebbero essere polistirolo o poliuretano espanso, con lo scopo di isolare efficacemente gli apparecchi dall’ambiente esterno, lo spessore minimo del rivestimento dovrà essere di 8 mm.

Se non si ha l’opportunità di acquistare questi materiale si possono usare anche materiali di scarto cantieristico, purché non assorbenti l’umidità. Le stesse precauzioni devono essere adottate per i contatori ubicati in ambienti chiusi non riscaldati, come vani caldaie o locali tecnici esterni.

Per quanto riguarda le tubature, invece, è importante ricordare di non ricoprirle con giornali, panni o stracci vari poiché in grado di assorbire acqua e, quindi possono peggiorare la situazione.

Un altro consiglio utile è quello di lasciare un rivolo d’acqua scorrere dal rubinetto, così facendo si evita il congelamento delle condotte e del contatore.

 

Ufficio Stampa e Comunicazione GESESA /Mirko Francesca Presidente GESESA S.p.A.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.