S. Salvatore Telesino: Consiglio comunale di fine annodi Creta Giuseppe (a nome del gruppo di minoranza di S. Salvatore Telesino)  Il giorno 29 dicembre 2011 alle ore 19.00 presso la Sala consiliare del Palazzo Municipale in via Gioia è convocato in sessione straordinaria ed in seduta pubblica il Consiglio comunale, con i seguenti punti  all’Ordine del Giorno:

 

 

 

  1. Lettura ed approvazione verbali seduta del 30/09/2011:
  2. Interrogazione dei consiglieri di minoranza Fabio Romano e Giuseppe Creta avente ad oggetto: “Interrogazione ai sensi dell’art. 21 del Regolamento comunale sulla costituzione di centri di potere nell’apparato amministrativo”;
  3. Interpellanza del consigliere di minoranza Fabio Romano avente ad oggetto: “Determinazione riaccertamenti Residui attivi e passivi di cui alla determinazione n. 177/reg. Area del 20.07.2011”;
  4. Interpellanza del consigliere di minoranza Giuseppe Creta avente ad oggetto: “Pagamento delle fatture per raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti”;
  5. Ratifica Delibera di Giunta comunale n. 213 del 30.11.2011 avente ad oggetto: “Approvazione IV variazione di bilancio esercizio finanziario 2011”;
  6. Organizzazione territoriale omogenea in corso d’istituzione fra i Comuni di Amorosi, Castelvenere, San Salvatore Telesino, Solopaca e Telese Terme. Manifestazione alla Regione Campania;
  7. Approvazione definitiva degli emblemi araldici da inviare alla Presidenza del Consiglio dei Ministri;
  8. Progetto lavori di costruzione di un fabbricato urbano adibito a sede della Farmacia ed attività annesse. Variante in sanatoria;
  9. Esame ed approvazione del Regolamento economato.

Qui di seguito le interrogazioni ed interpellanze presentate da consiglieri della minoranza:

Oggetto: interrogazione ai sensi dell’art. 21 del regolamento comunale sulla costituzione di centri di potere nell’apparato amministrativo.

I sottoscritti ROMANO Fabio massimo L. e CRETA Giuseppe, rispettivamente capogruppo e consigliere comunale,

PREMESSO

 -che nella relazione letta dal Sindaco nella seduta di Consiglio Comunale del 30/09/11 ed allegata alla delibera n. 40 viene testualmente riportato la seguente frase:

Non sfugge a questa amministrazione di maggioranza, che sino ad oggi ha dovuto lavorare su problematiche lasciate in eredità e SULLA SISTEMAZIONE DI UN APPARATO AMMINISTRATIVO CONTRADDISTINTO DA TANTI PICCOLI CENTRI DI POTERI RESI QUASI IMPENETRABILI E GELOSAMENTE DIFESI…..

CONSIDERATO

-che tale frase contiene una affermazione di inusitata gravità  in quanto, implicitamente, riconosce la sussistenza di comportamenti anche penalmente rilevanti da parte di dipendenti comunali;

INTERROGANO

il Sindaco per sapere:

  • se risponde al vero l’affermazione sopra riportata;
  • se e quali dipendenti gestivano/gestiscono la “cosa pubblica” costituendo veri e propri “centri di potere”;
  • se, in qualità  di pubblico ufficiale, venuto a conoscenza della notizia di un reato, abbia, ai sensi dell’art. 331 c.p.p., proceduto a denunciare i responsabili all’Autorità Giudiziaria competente;
  • quali sono i provvedimenti adottati da questa amministrazione per eliminare tale situazione.

Chiedono risposta nella seduta del prossimo Consiglio comunale. S: Salvatore T., 14/11/11  firmato:  Romano Fabio Massimo L.  Creta Giuseppe

 

Oggetto: Interpellanza –    Determinazioni Riaccertamento Residui attivi e passivi di cui alla determinazione n. 177/Reg. Area del 29/07/2011. Ai sensi del vigente Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale.  Il sottoscritto Romano Fabio Massimo L., Consigliere Comunale di minoranza

Premesso che in data 8 novembre 2011, prot. 10277, nel rispondere ad una  nota assunta al prot. il 10.10.2011, il Segretario comunale, nella qualità di Responsabile dell’area amm/contabile, affermava, tra l’altro, che:

“La verifica del permanere o meno delle posizioni debitorie effettive o di impegnodeve essere eseguita annualmente prima della deliberazione del rendiconto”.

-“ La competenza ad eseguire le operazioni di riaccertamento dei residui è attribuita ai Responsabili di Servizio”.

– con delibera n. 72 del 20 maggio 2010 la giunta approvava:

1. il Piano esecutivo di gestione 2010 ( PEG) di cui all’allegato alla stessa delibera sub “ A”, quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, definito per risorse, per servizi,interventi e per capitoli di ciascun programma affidati a ciascun Responsabile, in conformità al bilancio di previsione 2010, per l’attuazione dei contenuti della relazione revisionale e programmatica;

2. di affidare ai Responsabili delle Aree le dotazioni per ciascuno di essi previste dal PEG,unitamente al potere di assumere gli atti di gestione ex artt. 107 e 177 del T.U. 267/2000,

secondo l’allegato “A” al presente atto;

3. di stabilire che i Responsabili dei servizi godano di piena autonomia nella gestione delle risorse finanziarie , umane e strumentali per il perseguimento degli obiettivi, sono incaricati dell’acquisizione delle entrate, adottando i necessari atti di gestione, impegnando

direttamente le risorse finanziarie ed accertando le entrate assegnate, tenendo presente le previste competenze che la legge pone in capo al consiglio ed alla giunta;

4. di dare atto che il PEG ha valenza triennale e, pertanto, i responsabili possono assumere,con determinazioni, spese che impegnino esercizi futuri, per servizi a carattere continuativo o la cui spesa si articola a cavallo di due o più esercizi finanziari; ………

– con delibera n. 110 del  31.05.2011 la Giunta ha proceduto ad approvare ed assegnare il PEG 2011;

INTERPELLA

Il Sindaco, quale Responsabile del bilancio, per conoscere le determinazioni adottate dai diversi Responsabili dei Servizi da lui nominati finalizzate al riaccertamento dei residui attivi e passivi di loro competenza e trasmesse al Responsabile del Servizio Contabile da mantenere, inserire o cancellare nell’elenco residui attivi e passivi di cui alla determinazione n. 177/Reg. Area del 28 luglio 2011 allegata al conto di Bilancio 2010, approvato nella seduta consiliare del 30 settembre 2011.

Salvatore Telesino, lì  15/11/11 firmato: Romano Fabio Massimo L.  Consigliere di minoranza

 

Oggetto: Interpellanza– Pagamento fatture per raccolta, trasporto e smaltimento rifiuti Ai sensi del vigente Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale.

Il sottoscritto  Creta Giuseppe, Consigliere Comunale del Gruppo di minoranza  Premesso che le spese di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti sono totalmente finanziate con la TARSU in ciascun bilancio annuale di competenza;

Vista la determina N. Reg. Gen.   443 – N Reg. Area 204 –  Prot. N. 0010362 del 10/11/2011, scaricata dal protocollo on line,  con la quale vengono liquidate n.(6) sei fatture alla ditta Lavorgna s.r.l. per raccolta, trasporto e smaltimento rifiuti con imputazione della spesa al Cap. 1739 RR.PP. del Bilancio 2011;

Rilevato che tale determina è munita per l’assunzione dell’impegno di spesa del visto di regolarità contabile attestante la copertura finanziaria si sensi dell’art. 151 – comma 4 – D.Lvo 18.8.2000, n. 267 – Testo unico sull’ordinamento delle Autonomie Locali, a firma del Responsabile del servizio finanziario d.ssa Nicolina Columbro;

Rilevato che la suddetta determina, munita del visto di regolarità contabile circa l’imputazione della spesa, liquida le seguenti (6) fatture:

  •  n. 633 del 31/12/2011, registrata al protocollo generale al n. 515 del 20/01/2011, di € 2.729,25 (oltre Iva al 10% di 272,93), per complessivi € 3.002,18, riguardante la raccolta degli imballaggi in materiali misti del mese di dicembre 2010;
  •  n. 2/001 del 18/01/2011, registrata al protocollo generale al n. 455 del 19/01/2011, di  € 901,15 (oltre Iva al 20% di 180,23), per complessivi € 1.081,38, relativa alla fornitura, in data 18/01/2011, di n. 10.000 sacchi mater-bi, n. 4.500 sacchi LDPE 70×110, e n. 5.000 sacchi LDPE 50×60;
  •  n. 29 del 31/01/2011, registrata al protocollo generale al n. 1744 del 25/02/2011, di €  2.287,95 (oltre Iva al 10% di 228,80), per complessivi € 2.516,75, relativa alla raccolta degli imballaggi in materiali misti il mese di gennaio 2011;
  •  n. 35 del 31/01/2011, registrata al protocollo generale al n. 1745 del 25/02/2011, di complessivi  €  7.050,64 di cui:
  • a) € 3.283,56 soggetti ad Iva 10% di € 328,36, per € 3.611,92;
  • b) € 2.865,60 soggetti ad Iva 20% di € 573,12, per € 3.438,72;
  • per nolo automezzi per la raccolta differenziata il mese di gennaio 2011;
  •  n. 144 / I del 31/03/2011, registrata al protocollo generale al n. 3812 del 26/04/2011, di €  2.315,10 (oltre Iva al 10% di € 231,51), per complessivi € 2.546,61, relativa alla raccolta degli imballaggi in materiali misti il mese di marzo 2011;
  •  n. 186 del 31/03/2011 registrata al protocollo generale al n. 3814 del 26/04/2011, di € 8.728,80 (oltre Iva al 10% di € 872,88), per complessivi € 9.601,68, relativa alla raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti biodegradabili di cucine e mense nel mese di marzo 2011;

Rilevato, infine, che nella determina n. 443 sopra indicata non risultano richiamati gli atti  di assunzione del relativo impegno di spesa.

INTERPELLA

 l’Assessore al ramo, dott. Raffaele Pucino, per conoscere i criteri in base ai quali ha liquidato, con determina n. 443 del 28/10/11, imputando la complessiva spesa al Cap. 1739 RR.PP. del Bilancio 2011.

San Salvatore Telesino, lì 16.11.2011  firmato: Giuseppe Creta   Consigliere di minoranza

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.