S. Salvatore Telesino: Consiglio comunale di fine anno

0

di Creta Giuseppe (a nome del gruppo di minoranza di S. Salvatore Telesino)  Il giorno 29 dicembre 2011 alle ore 19.00 presso la Sala consiliare del Palazzo Municipale in via Gioia è convocato in sessione straordinaria ed in seduta pubblica il Consiglio comunale, con i seguenti punti  all’Ordine del Giorno:

 

 

 

  1. Lettura ed approvazione verbali seduta del 30/09/2011:
  2. Interrogazione dei consiglieri di minoranza Fabio Romano e Giuseppe Creta avente ad oggetto: “Interrogazione ai sensi dell’art. 21 del Regolamento comunale sulla costituzione di centri di potere nell’apparato amministrativo”;
  3. Interpellanza del consigliere di minoranza Fabio Romano avente ad oggetto: “Determinazione riaccertamenti Residui attivi e passivi di cui alla determinazione n. 177/reg. Area del 20.07.2011”;
  4. Interpellanza del consigliere di minoranza Giuseppe Creta avente ad oggetto: “Pagamento delle fatture per raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti”;
  5. Ratifica Delibera di Giunta comunale n. 213 del 30.11.2011 avente ad oggetto: “Approvazione IV variazione di bilancio esercizio finanziario 2011”;
  6. Organizzazione territoriale omogenea in corso d’istituzione fra i Comuni di Amorosi, Castelvenere, San Salvatore Telesino, Solopaca e Telese Terme. Manifestazione alla Regione Campania;
  7. Approvazione definitiva degli emblemi araldici da inviare alla Presidenza del Consiglio dei Ministri;
  8. Progetto lavori di costruzione di un fabbricato urbano adibito a sede della Farmacia ed attività annesse. Variante in sanatoria;
  9. Esame ed approvazione del Regolamento economato.

Qui di seguito le interrogazioni ed interpellanze presentate da consiglieri della minoranza:

Oggetto: interrogazione ai sensi dell’art. 21 del regolamento comunale sulla costituzione di centri di potere nell’apparato amministrativo.

I sottoscritti ROMANO Fabio massimo L. e CRETA Giuseppe, rispettivamente capogruppo e consigliere comunale,

PREMESSO

 -che nella relazione letta dal Sindaco nella seduta di Consiglio Comunale del 30/09/11 ed allegata alla delibera n. 40 viene testualmente riportato la seguente frase:

Non sfugge a questa amministrazione di maggioranza, che sino ad oggi ha dovuto lavorare su problematiche lasciate in eredità e SULLA SISTEMAZIONE DI UN APPARATO AMMINISTRATIVO CONTRADDISTINTO DA TANTI PICCOLI CENTRI DI POTERI RESI QUASI IMPENETRABILI E GELOSAMENTE DIFESI…..

CONSIDERATO

-che tale frase contiene una affermazione di inusitata gravità  in quanto, implicitamente, riconosce la sussistenza di comportamenti anche penalmente rilevanti da parte di dipendenti comunali;

INTERROGANO

il Sindaco per sapere:

  • se risponde al vero l’affermazione sopra riportata;
  • se e quali dipendenti gestivano/gestiscono la “cosa pubblica” costituendo veri e propri “centri di potere”;
  • se, in qualità  di pubblico ufficiale, venuto a conoscenza della notizia di un reato, abbia, ai sensi dell’art. 331 c.p.p., proceduto a denunciare i responsabili all’Autorità Giudiziaria competente;
  • quali sono i provvedimenti adottati da questa amministrazione per eliminare tale situazione.

Chiedono risposta nella seduta del prossimo Consiglio comunale. S: Salvatore T., 14/11/11  firmato:  Romano Fabio Massimo L.  Creta Giuseppe

 

Oggetto: Interpellanza –    Determinazioni Riaccertamento Residui attivi e passivi di cui alla determinazione n. 177/Reg. Area del 29/07/2011. Ai sensi del vigente Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale.  Il sottoscritto Romano Fabio Massimo L., Consigliere Comunale di minoranza

Premesso che in data 8 novembre 2011, prot. 10277, nel rispondere ad una  nota assunta al prot. il 10.10.2011, il Segretario comunale, nella qualità di Responsabile dell’area amm/contabile, affermava, tra l’altro, che:

“La verifica del permanere o meno delle posizioni debitorie effettive o di impegnodeve essere eseguita annualmente prima della deliberazione del rendiconto”.

-“ La competenza ad eseguire le operazioni di riaccertamento dei residui è attribuita ai Responsabili di Servizio”.

– con delibera n. 72 del 20 maggio 2010 la giunta approvava:

1. il Piano esecutivo di gestione 2010 ( PEG) di cui all’allegato alla stessa delibera sub “ A”, quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, definito per risorse, per servizi,interventi e per capitoli di ciascun programma affidati a ciascun Responsabile, in conformità al bilancio di previsione 2010, per l’attuazione dei contenuti della relazione revisionale e programmatica;

2. di affidare ai Responsabili delle Aree le dotazioni per ciascuno di essi previste dal PEG,unitamente al potere di assumere gli atti di gestione ex artt. 107 e 177 del T.U. 267/2000,

secondo l’allegato “A” al presente atto;

3. di stabilire che i Responsabili dei servizi godano di piena autonomia nella gestione delle risorse finanziarie , umane e strumentali per il perseguimento degli obiettivi, sono incaricati dell’acquisizione delle entrate, adottando i necessari atti di gestione, impegnando

direttamente le risorse finanziarie ed accertando le entrate assegnate, tenendo presente le previste competenze che la legge pone in capo al consiglio ed alla giunta;

4. di dare atto che il PEG ha valenza triennale e, pertanto, i responsabili possono assumere,con determinazioni, spese che impegnino esercizi futuri, per servizi a carattere continuativo o la cui spesa si articola a cavallo di due o più esercizi finanziari; ………

– con delibera n. 110 del  31.05.2011 la Giunta ha proceduto ad approvare ed assegnare il PEG 2011;

INTERPELLA

Il Sindaco, quale Responsabile del bilancio, per conoscere le determinazioni adottate dai diversi Responsabili dei Servizi da lui nominati finalizzate al riaccertamento dei residui attivi e passivi di loro competenza e trasmesse al Responsabile del Servizio Contabile da mantenere, inserire o cancellare nell’elenco residui attivi e passivi di cui alla determinazione n. 177/Reg. Area del 28 luglio 2011 allegata al conto di Bilancio 2010, approvato nella seduta consiliare del 30 settembre 2011.

Salvatore Telesino, lì  15/11/11 firmato: Romano Fabio Massimo L.  Consigliere di minoranza

 

Oggetto: Interpellanza– Pagamento fatture per raccolta, trasporto e smaltimento rifiuti Ai sensi del vigente Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale.

Il sottoscritto  Creta Giuseppe, Consigliere Comunale del Gruppo di minoranza  Premesso che le spese di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti sono totalmente finanziate con la TARSU in ciascun bilancio annuale di competenza;

Vista la determina N. Reg. Gen.   443 – N Reg. Area 204 –  Prot. N. 0010362 del 10/11/2011, scaricata dal protocollo on line,  con la quale vengono liquidate n.(6) sei fatture alla ditta Lavorgna s.r.l. per raccolta, trasporto e smaltimento rifiuti con imputazione della spesa al Cap. 1739 RR.PP. del Bilancio 2011;

Rilevato che tale determina è munita per l’assunzione dell’impegno di spesa del visto di regolarità contabile attestante la copertura finanziaria si sensi dell’art. 151 – comma 4 – D.Lvo 18.8.2000, n. 267 – Testo unico sull’ordinamento delle Autonomie Locali, a firma del Responsabile del servizio finanziario d.ssa Nicolina Columbro;

Rilevato che la suddetta determina, munita del visto di regolarità contabile circa l’imputazione della spesa, liquida le seguenti (6) fatture:

  •  n. 633 del 31/12/2011, registrata al protocollo generale al n. 515 del 20/01/2011, di € 2.729,25 (oltre Iva al 10% di 272,93), per complessivi € 3.002,18, riguardante la raccolta degli imballaggi in materiali misti del mese di dicembre 2010;
  •  n. 2/001 del 18/01/2011, registrata al protocollo generale al n. 455 del 19/01/2011, di  € 901,15 (oltre Iva al 20% di 180,23), per complessivi € 1.081,38, relativa alla fornitura, in data 18/01/2011, di n. 10.000 sacchi mater-bi, n. 4.500 sacchi LDPE 70×110, e n. 5.000 sacchi LDPE 50×60;
  •  n. 29 del 31/01/2011, registrata al protocollo generale al n. 1744 del 25/02/2011, di €  2.287,95 (oltre Iva al 10% di 228,80), per complessivi € 2.516,75, relativa alla raccolta degli imballaggi in materiali misti il mese di gennaio 2011;
  •  n. 35 del 31/01/2011, registrata al protocollo generale al n. 1745 del 25/02/2011, di complessivi  €  7.050,64 di cui:
  • a) € 3.283,56 soggetti ad Iva 10% di € 328,36, per € 3.611,92;
  • b) € 2.865,60 soggetti ad Iva 20% di € 573,12, per € 3.438,72;
  • per nolo automezzi per la raccolta differenziata il mese di gennaio 2011;
  •  n. 144 / I del 31/03/2011, registrata al protocollo generale al n. 3812 del 26/04/2011, di €  2.315,10 (oltre Iva al 10% di € 231,51), per complessivi € 2.546,61, relativa alla raccolta degli imballaggi in materiali misti il mese di marzo 2011;
  •  n. 186 del 31/03/2011 registrata al protocollo generale al n. 3814 del 26/04/2011, di € 8.728,80 (oltre Iva al 10% di € 872,88), per complessivi € 9.601,68, relativa alla raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti biodegradabili di cucine e mense nel mese di marzo 2011;

Rilevato, infine, che nella determina n. 443 sopra indicata non risultano richiamati gli atti  di assunzione del relativo impegno di spesa.

INTERPELLA

 l’Assessore al ramo, dott. Raffaele Pucino, per conoscere i criteri in base ai quali ha liquidato, con determina n. 443 del 28/10/11, imputando la complessiva spesa al Cap. 1739 RR.PP. del Bilancio 2011.

San Salvatore Telesino, lì 16.11.2011  firmato: Giuseppe Creta   Consigliere di minoranza

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.