Menesta asciatizza

0

di Maria Elena Napodano. Mercoledì 7 Dicembre 2011 – ore 20.30 Libreria Masone Alisei Viale dei Rettori, 73F (presso terminal autobus  extraurbani) Benevento  Presentazione del libro Menesta asciatizza. A tavola con le piante spontanee dell’Appennino meridionale  di Franca Molinaro La Bancarella Editrice – Luglio 2011

Nell’ambito dei festeggiamenti del Terra Madre Day, che ricorrerà il prossimo 10 Dicembre, quando la rete mondiale di Slow Food si unirà per promuovere un cibo buono, pulito e giusto, la condotta di Benevento presenta il libro di Franca Molinaro, straordinario inventario delle erbe spontanee utili dell’Appennino Meridionale.

115 piante e 114 ricette per riscoprirle ed assaporarle come nella migliore delle tradizioni. E ancora tante curiosità sui funghi, i pesci di fiume, le rane e le lumache che abitano il nostro entroterra, corredate da più di 200 fotografie.

In ogni ambito sono riportate le ricette sperimentate dall’autrice in cucina dietro suggerimento di amici e antiche memorie. Le piante eduli sono riportate in ordine alfabetico dei nomi comuni, corredate di nome scientifico e famiglia botanica. Franca ci racconterà delle loro proprietà officinali, dei loro usi in erboristeria, del loro habitat, dei loro usi più comuni, le leggende a loro legate, insegnandoci anche a riconoscerle con minuziose descrizioni.

L’autrice è nata a Calvi (BN). Poetessa meridionalista, pittrice, scultrice, ricercatrice, etnologa ed antropologa, F.M. ha al suo attivo numerosi volumi frutto di un lavoro di ricerca originale e alcune raccolte poetiche. Da segnalare, tra gli altri, sono i volumi “Morroni – passato e presente, storia e tradizioni” (2001), “Frammenti canori della civiltà irpina” (2006), e da ultimo la collaborazione a “Bonito e i suoi figli nel mondo. Storie di emigrazione in Irpinia” (2008), a cura, oltre che della Molinaro, di Carlo Graziano, A. Raffaele Beatrice, Gaetano Di Vito, Emanuele Grieco, Valerio M. Miletti.

Membro attivo del Centro di Documentazione sulla Poesia del Sud ed esperta dell’entroterra appenninico, ne ha censito la flora con la catalogazione di oltre 1000 piante spontanee.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.