Telese: risposta al capogruppo di minoranza Giuseppe Di Cerbo

2

di M. Teresa Di Santo. Comunicato stampa n.49/2011  Oggetto: : risposta al capogruppo di minoranza Giuseppe Di Cerbo. L’Amministrazione Comunale sta procedendo con impegno e proficuità a portare avanti tutte le questioni, senza eccezione alcuna, che investono la cittadina di Telese Terme.  E’ diventato veramente un “tormentone” sentir dire ogni due mesi sempre le stesse cose dal capogruppo dell’opposizione. Egli dimostra ogni volta incapacità a capire i problemi, con insinuazioni, prive di fondamento, di cattivo gusto e totalmente gratuite.  Pensa veramente il suddetto capogruppo che in meno di due anni si possa arrivare alla risoluzione di complesse operazioni quali quelle della nuova chiesa, del liceo, del nuovo Piano Urbanistico, del tracciato dell’alta velocità e del depuratore?

Ma non sa forse il capogruppo di minoranza che sono tutte questioni sulle quali per 10 anni si sono cimentate le precedenti Amministrazioni senza alcun esito?

Cosa ha detto in quel periodo il capogruppo e soprattutto che contributo ha dato quando è stato incaricato dall’Amministrazione di far parte del Nucleo di Valutazione del Comune di Telese Terme dal 2000 al 2004?   Crediamo che il capogruppo di minoranza dovrebbe essere meno grossolano nelle sue valutazioni, che omettono peraltro di ricordare che l’attuale maggioranza, con coraggio e senso di responsabilità, nell’aprile del 2010 si è assunto il pesantissimo onere di far ripartire un paese devastato da un’Amministrazione, al cui interno hanno agito Amministratori nei cui confronti è in corso un processo penale, perché accusati di associazione a delinquere ed altri gravissimi reati commessi per anni nell’esercizio delle loro funzioni, e amministrato poi per un significativo periodo da un Commissario straordinario.

Riteniamo, pertanto, che il capogruppo di minoranza, se avesse un po’ di saggezza e se fosse veramente animato da buoni propositi per la collettività di Telese Terme, dovrebbe evitare di alzare continuamente solo “polveroni”, che alimentano confusione e veleni.

L’operato di questa Amministrazione sarà giudicato dai cittadini al termine dei cinque anni di legislatura. Sulla questione di piazza Mercato intendiamo rassicurare sia i locali operatori commerciali sia l’intera cittadinanza sul fatto che i lavori riprenderanno speditamente tra pochi giorni.  Restituiremo a quel quartiere una delle più belle zone di Telese con benefici effetti, per tutti, che potranno ampiamente ricompensare, anche per gli eventuali piccoli ritardi di conclusione dei lavori, i sacrifici che i locali abitanti oggi sono costretti a fare per l’esistenza del cantiere.

L’Amministrazione ha piena fiducia nell’operato dei propri tecnici, che finora hanno dato prova di altissima qualificazione e senso di responsabilità. Le procedure da essi seguite sono state ritenute legittime dal TAR della Campania a fronte di un ricorso presentato da una ditta esclusa dall’appalto. Quest’ultima, peraltro, è stata condannata anche a risarcire spese processuali per 3.000,00 euro.

Sempre il TAR Campania ha dato ragione alle procedure seguite dai nostri tecnici per un’altra vicenda molto complessa di rescissione di contratto con una ditta vincitrice di altro appalto esperito dalla precedente Amministrazione.

Non da ultimo va anche ribadita la grande capacità di saper recuperare e immettere in un solco di regolarità altri due appalti per i quali si correva il rischio di perdere i finanziamenti per anomalie procedurali causate nel passato.

La considerazione più interessante, comunque, che può essere fatta, nasce dalla soddisfazione che finalmente i lavori pubblici e non solo, oltre che rispondere a requisiti di trasparenza, vengono realizzati con una qualità ed un contenimento di costi che mai finora si era registrato a Telese.

E’ inutile sottolinearne le differenze che sono sotto gli occhi di tutti.  Anche piazza Mercato comincia a delineare una straordinaria qualità di realizzazione e seppur va rimarcato, che sono risorse finanziare acquisite dalla precedente Amministrazione, a cui il capogruppo di minoranza non disdegna mai di manifestare la sua ammirazione, non va però sottaciuto che quelle risorse finanziare oggi sono da questa Amministrazione correttamente e rigorosamente utilizzate per le finalità previste, cioè per l’interesse generale della collettività.

Sembra utile infine rendere noto che questa Amministrazione ha avviato una specifica attività di sollecitazione nei confronti degli attuali gestori delle terme di Telese per far sì che tale importante risorsa possa essere pienamente valorizzata nelle sue inespresse potenzialità.

Telese Terme 20/09/2011

2 Commenti

  1. Questa è musica per le mie orecchie. Finalmente un’Amministrazione che spiega in modo chiaro e trasparente il proprio operato attuale e futuro. Concordo anche sul fatto che il compito della minoranza non è solo quello di alimentare polemiche e polveroni. A mio avviso i consiglieri di minoranza che hanno svolto un ruolo attivo nelle precedenti amministrazioni telesine, potrebbero contribuire in modo efficace al “risorgimento” di Telese Terme in qualità di probabili conoscitori dei motivi che ci hanno ridotto in questo stato.

  2. Concordo pienamente su quanto menzionato da Giovanni Forgione, evidenziando che, è giunto il momento,di rimettere, in movimento la, macchina telesina, ormai ferma, da qualche anno. Si è ben compreso, che, senza una spinta,polemica, e quant’altro, non si giunge, al cambiamento. Spronare, solo, spronare, per riuscire, al raggiungimento di obiettivi (forse!!!!).-

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.