Sicurezza stradale con rotatoria al Pastorello, speranza altrui

6

di Carmine Sanzari. A memoria della Petizione dei residenti di Contrada San Tommaso in Castelvenere del 13 maggio 2010 inviata all’Amministrazione Provinciale, al Prefetto ed al Comune della passata Amministrazione; si segnalavano le criticità dell’incrocio nel bel mezzo DEL CENTRO ABITATO di Contrada San Tommaso, ove tutti i residenti dei Comuni Limitrofi e viaggiatori lo attraversano, e molti, credono, di trovarsi su una pista di formula uno, ignorando il Centro Abitato mettendo in pericolo così i residenti. Insomma, nella nostra Contrada accade tutto l’opposto, e cioè che, il Centro Abitato dovrebbe, E DEVE, prevalere e risaltare sulle esigenze del traffico e non viceversa. Pertanto, senza fare richiamo alle leggi in materia di messa in sicurezza degli incroci e dei centri abitati, così come è avvenuto per la realizzazione della rotatoria al Pastorello sanando definitivamente le allora criticità, si è speranzosi che l’Ente Provincia possa prestissimo assumere concretamente anche per il Centro Abitato di Contrada San Tommaso ubicata nel mezzo dell’incrocio tra le Provinciali Castelvenere – San Salvatore Telesino e Telese Terme – Cerreto Sannita, una programmazione con un intervento sulla geometria della strada all’incrocio, ed opere intensive primarie, al solo fine di mettere in sicurezza tutti coloro i quali lo attraversano e gli stessi residenti, che si ricorda, sono stati indelebilmente intimoriti per avere assistito ad incidenti gravi, gravissimi e purtroppo mortali

 

6 Commenti

  1. Visto che la sicurezza stradale interessa tutti, indipendentemente dal Comune che la strada attraversa<, e visto che, per la nostra sicurezza, tanti Comuni disseminano le strade di autovelox RIEMPIENDO LE LORO CASSE (MA è UN CASO), non sarebbe giusto destinare tali fondi alla messa in sicurezza delle nostre strade progettate per i carri e destinate alle auto?

  2. ..e visto che ci troviamo, con gli stessi soldi “prelevati” dagli automobilisti, si potrebbero ripulire le piazzole di sosta della Fondo Valle. Sempre nel nostro interesse, si intende. Mica i soldi servono per altro.

  3. … e visto che ci troviamo … sarebbe il caso di sostituire, i segnali di pericolo “preavviso di incrocio regolato da semaforo” posti in prossimità della nuova rotonda di loc. Pastorello con i sacrosanti segnali di preavviso “rotatoria”. Anche in questo modo si migliora la sicurezza stradale! Un saluto a tutti gli amici di vivitelese. Giuseppe Grimaldi

  4. Prima di tutto solidarizzo assolutamente ed incondizionatamente con gli abitanti di Via San Tommaso.
    Quell’incrocio è da risistemare modernamente all’europea con una bella minirotonda (il diamentro minimo c’è….)

    Poi,visto che ci troviamo,e per non perdere l’occasione,perchè non fare un bel culo quadrato a chi abbandona rifiuti,sulla Fondovalle Isclero e ovunque ?

    Basterebbero un paio di persone che fanno su e giu sulle nostre strade,per prendere con le mani nel sacco questi inquinatori del nostro meraviglioso Sannio…

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.