La “democratica” amministrazione Carofano è infastitida dalle interrogazioni

1

di Giuseppe Di Cerbo. Per meglio rappresentare ai lettori di Vivitelese le ragioni del plateale fastidio suscitato nella maggioranza consiliare del Comune di Telese Terme da parte delle interrogazioni proposte dal sottoscritto, in rappresentanza del gruppo consiliare di minoranza, ritengo sia il caso di pubblicare le stesse interrogazioni. Per evitare appesantimenti e rendere agevole la lettura, però, ne proporrò la pubblicazione una alla volta, con un piccolo commento alle stesse.

Su un piano generale, devo rilevare che, ancora una volta, l’attuale amministrazione guidata da Pasquale Carofano nel suo complesso, sbaglia clamorosamente bersaglio:

infatti, nel confusionario intento di screditare politicamente la figura dell’avversario (attività tipica dei comunisti estremi), definendomi “incapace a capire i problemi”, sferra per l’ennesima volta un “pugno in faccia” all’attività amministrativa del precedente Sindaco, Gennaro Capasso, attuale assessore al bilancio. Difatti, quando l’incauto estensore del comunicato stampa scrive, per esempio, che sulle questioni che vengono poste (polo scolastico, polo ecclesiale, PUC, ecc.) “si sono cimentate per 10 anni le precedenti amministrazioni senza alcun esito”, non si preoccupa minimamente di urtare la suscettibilità e di provocare uno scatto di dignità ed un sussulto d’orgoglio proprio di quello stesso Gennaro Capasso, attuale assessore (per non dire del consigliere Tanzillo o di altri componenti di questa composita e variegata marmellata amministrativa).

Io, per certo, non governavo. Ma, al di là di tale sottigliezza (che richiede ben altra sensibilità !), ritengo che sia legittimo per una minoranza esercitare il proprio diritto di controllo ed esigere informazioni sulle scelte politiche e soprattutto sull’operato di una maggioranza, soprattutto quando le questioni poste sono di rilevante importanza come ad esempio il polo scolastico e la nuova Chiesa, solo per citarne alcuni.

Ebbene ricordate cosa è successo negli anni addietro quando, all’inizio di ogni anno scolastico (altro che tormentone periodico !), gli alunni dell’istituto Telesi@ (opportunamente strumentalizzati ed aizzati da politicanti di mestiere) si riversavano per le strade di Telese per pretendere delle oggettive e condivisibili risposte alla loro situazione di forte disagio ??? Oggi, da quando sono miseramente venute a galla le bugie su “finanziamenti già pronti”, da quando sono state svelate “le verità nascoste”, tutto tace, come prima, più di prima. Il comune tace, il Sindaco tace, i doppi assessori (o gli assessori ad assetto variabile) tacciono, gli alunni tacciono, la provincia tace (anche perchè, in quest’ultimo caso, sarebbe imbarazzante giustificare finanziamenti provinciali erogati per Istituti superiori di altri paesi e non per quello di Telese).

Ebbene il gruppo consiliare “Telese Terme 2010” non vuole tacere!

Con gli strumenti che la democrazia ci mette a disposizione (le interrogazioni, per ora e ad esempio) sono state inoltrate al Sindaco due semplici domande che è possibile leggere nell’allegato testo. Chiederemo al Sindaco, poi, di pubblicare sul sito internet del Comune anche le risposte alle nostre interrogazioni, in modo che i Cittadini abbiano tutti gli elementi per giudicare veramente l’operato della Amministrazione !

Con grande meraviglia, l’Amministrazione Carofano da un punto di vista mediatico subito ha risposto, eludendo ovviamente le due chiare e semplici domande, cercando, però, di alzare solo fumo.

Spero, speriamo, che dalla obbligatoria risposta scritta che il Sindaco Carofano dovrà dare all’interrogazione emergano elementi precisi e chiari; del chè daremo conto alla cittadinanza e soprattutto agli alunni dell’istituto Telesi@ che, benchè silenti, siamo certi sono ancora fortemente determinati alla risoluzione della questione

 

Allegato: 1 POLO SCOLASTICO

 

AL SINDACO  DEL  COMUNE DI TELESE TERME

Ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento del Consiglio Comunale, il sottoscritto consigliere comunale, anche nella qualità di rappresentante del gruppo consiliare “TELESE TERME 2010”,

PREMESSO CHE:

  • Con precedenti interrogazioni è stato finalmente stabilito che le procedure poste in essere dalla Provincia di Benevento per la realizzazione del Polo Scolastico di Telese Terme in attuazione di un formale Protocollo d’Intesa con il Comune  (progetto preliminare e definitiva, disponibilità dell’area e trasferimento della stessa alla Provincia, verifiche di fattibilità, etc.) si sono rivelate sostanzialmente inutili, solo per usare un eufemismo;
  • Tuttavia, solo sotto il profilo formale ed amministrativo, gli impegni del Protocollo d’Intesa rimangono tuttora vigenti;
  • Sotto il profilo sostanziale ed effettivo, invece, rimangono intatte, se non addirittura aggravate dall’inutile decorso di due anni almeno, le esigenze di una più adeguata collocazione di circa mille studenti dell’Istituto Telesi@, sulle quali sembra essere calata una cappa di oblio oltre che il silenzio mediatico della Sinistra comunista che tanto aveva cavalcato il problema contro le precedenti amministrazioni comunali di Telese Terme;
  • Un anno fa, poi, la situazione registrò un sostanziale aggravamento, laddove anche la nuova Giunta Regionale della Campania, avviò un formale procedimento amministrativo di revoca degli atti di programmazione adottati dall’assessorato regionale guidato dall’allora in. Corrado Gabriele, esponente di Rifondazione Comunista, in quanto contraddistinti da vizi ed irregolarità;
  • All’inizio del nuovo anno scolastico nulla è dato sapere su una procedura ed una programmazione, quella della realizzazione del Polo Scolastico di Telese Terme, di straordinario interesse per il futuro della nostra Cittadina, atteso che la Provincia di Benevento continua a destinare fondi per la ristrutturazione di strutture scolastiche di comunità vicine a Telese Terme ed a dimenticare impegni assunti a fronte di reali e circostanziate esigenze dell’Istituto di Telese Terme;

Tanto premesso, INTERROGA il Sindaco per conoscere;

  • quale sia –nello specifico- lo stato di attuazione del Protocollo d’Intesa, alla luce dei fatti sopra esposti;
  • quali iniziative ha assunto l’Amministrazione Comunale di Telese Terme –a distanza di un anno e mezzo dal suo insediamento per dare soluzione al problema del nuovo Polo Scolastico di Telese Terme.-

                  Sig. Giuseppe DI CERBO

1 commento

  1. Ritengo strumento utilissimo le interrogazioni quando queste aiutano a fare chiarezza e ad aiutare i cittadini a capire quali siano le linee operative di chi ci amministra. Ciò premesso, il mio commento gioioso in calce al comunicato dell’amministrazione comunale telesina (di M. Teresa Di Santo – Comunicato stampa n.49/2011 Oggetto: : risposta al capogruppo di minoranza Giuseppe Di Cerbo)era dovuto in gran parte alle modalità comunicative dell’attuale amministrazione che a mio parere informa “abbastanza” i cittadini sui problemi di gestione di un comune di difficile come Telese Terme. Siamo però ancora distanti su come desidererei leggere i comunicati informativi municipali. Ma, permettetemi di gioire se un timido inizio può significare un avvio nella direzione giusta verso una corretta informazione ai cittadini. Le amministrazioni telesine passate non hanno certo brillato per trasparenza e per qualità delle informazioni ai cittadini. Sono altresì convinto che anche le interrogazioni ai governanti possano essere di “qualità” se non intrise di commenti personalizzati atti a screditare l’operato di uno o più amministratori. Ben vengano quindi tutte le interrogazioni e ben vengano soprattutto le risposte per rendere partecipi i cittadini verso il benessere comune. Penso che nessuno possa negare queste equazioni: 1) più chiarezza = meno polveroni; 2) più comunicati scritti = meno chiacchiere a vuoto.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.