Filiera termale … fatti senza commenti

1

di Ezio Esposito & Pietro Quercia. Chi ricorda il “muro di gomma”? Il potere, a qualsiasi livello, a domande scomode non risponde: è il muro di gomma, tace alle domande dei rompicog…… . Si era detto: ci sono i soldi, fate un’altra gara d’appalto e recuperate, entro un anno, volendo, si può fare ,quello schifo di parco termale in terreno di San Salvatore Telesino. Si può? Noi pensiamo di si. Silenzio. Bene, noi proseguiamo con altre domande non perché siamo curiosi, soltanto vorremmo capire le faccende che riguardano le proprietà pubbliche, cioè di noi cittadini.

32-I-4,6-I007 Ristrutturazione ammodernamento, ed adeguamento delle piscine “La Pera e Goccioloni” e del capannone ex imbottigliamento da adibire a cure idropiniche Risorse private Euro 1.693.427,33+ risorse pubbliche Euro 206.572,67 Totale Euro 1.900.000,00.

Tenuto conto che la manutenzione ordinaria e straordinaria delle 2 piscine, in prossimità dell’apertura stagionale delle Terme, come la tinteggiatura della facciata dell’ingresso principale è sempre stata a totale carico del gestore; i cittadini di Telese vorrebbero conoscere e ringraziare colui o coloro che, da privati, hanno elargito Euro 1.693.427,33 per dare decoro maggiore alle piscine e all’ambiente delle cure idropiniche.

Facciamo un salto in questo indirizzo: da Google inserite la frase “parco termale terme di telese”, cliccate sul terzo rigo “Terme di telese”, quando apre la pagina, a sinistra c’è una colonna dove vengono elencate le prestazioni offerte. Cliccate su “piscine” e trovate questo testo:

“le Terme di Telese dispongono di TRE piscine, una con acqua riscaldata dotata di idromassaggio e percorsi vascolari situata presso la Club House del Grand Hotel Telese, e due termali fredde “Pera” e “Goccioloni” situate all’interno del Parco e utilizzate, in particolare, per il benessere della pelle (ad apertura stagionale)”.

La terza piscina delle Terme di Telese, per chi non lo sapesse, è qui sotto.

Noi commenti non ne facciamo, semmai dovrebbero farne i Sindaci di Telese e di San Salvatore Telesino. Gli scriventi appartengono alla classe dei buzzurri, e, come tali, non hanno diritto di sapere. Siamo certi di una cosa, però: non c’è da eccepire, le carte stanno a posto…

Ezio Esposito & Pietro Quercia.

 

1 commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.