Associazione culturale Libero sfogo: aperte le iscrizioni

0

di Angela Parente. In un tempo in cui le associazioni culturali proliferano senza un vero senso, è stata istituita a Telese Terme una nuova forma organizzativa: il Libero Sfogo. Senza scopo di lucro, senza presidenti e dipendenti, è l’associazione delle persone deluse e so che accorrerete in tanti.

Libero Sfogo sarà il porto sicuro di tutte le lamentele e i nervosismi di chi ha a che fare quotidianamente con gente mediocre, portatrice di titoli, esperienze e vile umanità e incapace di creare relazioni stabili, vere e durature, perchè macchiate da interessi subdoli.

Interessi…interessi… tutto si fa per interessi, le migliori amicizie spesso nascono per interesse ma crollano al primo colpo. Una giovane che si affaccia alla soglia dei trenta dovrebbe saperle queste cose e invece ancora resto delusa quando dopo alcuni anni di collaborazione, convivialità, condivisione di spazi e tempi mi viene chiusa la porta in faccia. Tanta gente è entrata e uscita in questo breve scorcio di vita, come le onde che incontrano la spiaggia per poi ritirarsi, in un moto continuo. Se poi hai a che fare con i cavalloni c’è pericolo, puoi annegare se non sai nuotare.

Io ho imparato a nuotare da sola, a salvarmi da sola e sono pronta a navigare nella vastità dell’oceano e oltrepassarlo per andare lontano dal mare di marcio che mi bagna. L’Italia è oramai un paese per vecchi, è inutile illuderci che le cose andranno meglio e dal macro al micro il confine è labile: Telese è un paese per arrivisti spregiudicati, i fatti lo confermano e non solo a livello politico.

Come diceva Zarathustra: nella vita, che tu cammini e ti muovi, o siedi e aspetti, prima o poi uno stronzo lo incontri.

Le allucinazioni possono capitare. Infondo quando si crede in un progetto e si passano giorni e notti, senza esclusioni di domeniche e vacanze, a lavorare per la comunità, a prodigarsi volontariamente per imparare e insegnare reciprocamente, quando tutto si fa nell’amicizia e quindi risulta dovuto, quando la tua vita rimbalza tra palco e realtà, quando l’indignazione supera la coerenza con cui ti sei contraddistinto, quando la correttezza non viene apprezzata, quando il tuo lavoro non viene ripagato l’unica soluzione è la speranza. Sì, la speranza che un giorno aprano gli occhi e si rendano conto di quello che hanno perso.

I cervelli intelligenti e con capacità di giudizio non si lasciano scalfire dagli arraffoni che, dalla politica alle associazioni culturali, pullulano nella nostra società!

Irritarsi non serve ma dare libero sfogo ai nostri pensieri sì! Quindi avanti il prossimo…

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.