Telese: non far prevalere il mutismo totale

2

di Alberto D’Onofrio. Eccomi nuovamente a evidenziare, nello specifico “Ausiliari del Traffico” territorio telesino sino al 13 settembre c.a. Come si ben vede sul nostro territorio, accade di incontrare omini in casacca facente funzione di Ausiliari del Traffico.

Premetto che L’Ausiliare del Traffico è una figura professionale istituita dall’articolo 17 commi 132 e 133 della legge n.127 del 15 maggio 1997 (detta Bassanini bis), svolgendo un corso di Qualificazione (di durata non inferiore a venti ore), con lo scopo di far conoscere:

 

Norme in materia di disciplina della sosta con particolare riguardo alla disciplina della sosta regolamentata e tariffata (artt. 157, 158 C.d.S., e art. 7 per quanto attinente alla disciplina della sosta);

Conoscenza della segnaletica manuale;

Compiti di prevenzione e accertamento delle violazioni in materia di sosta;

Nozioni sul procedimento sanzionatorio amministrativo;

Nozioni sulla notifica degli atti e sulle cause di eventuale annullabilità per errata notifica;

Esercitazioni sull’uso e la compilazione dei moduli per l’accertamento delle violazioni.

 

Solo dopo aver frequentato tale corso, si è ammessi a un esame d’idoneità, cui fa seguito il decreto di nomina del sindaco a “addetto al servizio di prevenzione e accertamento delle violazioni in materia di sosta”.

Eccomi giunto al nocciolo della questione, nello specifico, questi nei A.d.T. sono in regola con i requisiti, corsi e quant’altro?.

Perché non è stato chiamato in causa, il precedente personale, con attestati, corsi di qualificazione, e svolgimento di funzione in materia di sosta e violazioni al C.d.S. ? (dallo scrivente, aggiungendo altre quattro, per un totale di cinque unità, abbiamo svolto dall’agosto 2006 al dicembre 2008, tale funzione, anche sino a notte inoltrata “periodo estivo” in ausilio alla polizia locale).

Cara Amministrazione Telesina, è giunto il momento di dare delle risposte, e di non far prevalere il mutismo totale.

Devo iniziare a pensare, che siamo stati solo delle semplici pedine, usate all’occorrenza e in seguito buttate a deposito eterno!.  Direi e finisco, “NULLA E’ CAMBIATO”, il pilotare nel retroscena è un’ottima mossa, soprattutto se adoperata una buona maschera di non identificazione.-

 

Alberto D’ONOFRIO

2 Commenti

  1. Beato chi li vede questi “omini in casacca”. Sono pienamente d’accordo con l’autore dell’intervento salvo per una cosa: ci sono delle “variabili” che non sono state tenute in considerazione:
    – i precedenti “omini in casacca” potrebbero non essere
    stati all’altezza della situazione;
    – i precedenti “omini in casacca” lascerebbero spazio ad
    altri (un po’ per uno…);
    – nessuna Legge vieta ai precedenti “omini in casacca” di
    ripresentare domanda, come nessuna Legge obbliga
    l’Amministrazione Comunale a riprenderli per forza.
    Comunque sono solidale con tutti quelli che cercano lavoro e che hanno voglia di lavorare e chiedo anch’io ai
    nuovi amministratori di cercare di aiutare i giovani in cerca di una occupazione.

  2. Dalla sera alla mattina, a redigere sanzioni al c.d.s…….???
    Variabili (forse), non giustificano il non pubblicare anche solo per il periodo estivo SELEZIONE PUBBLICA DI NR. 3 AUSILIARI DEL TRAFFICO.
    Concludo, dicendo che l’amministrazione se voleva, poteva ripristinare la sosta a pagamento, concorsi,personale, ecc., invece nulla di tutto questo. Ad oggi si guarda, senza far nulla !!!!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.