Il cappello del Sindaco

0

di Thomas Parente. ( per il Gruppo politico ‘Puglianello… un’altra cosa ) Il “Fine Politico” (o politico fine) è il sindaco Bartone che mette il cappello ai Consiglieri.  Oltre ai suoi di maggioranza, continuamente INCAPPELLATI, tanto da arrivare addirittura alle vergognose ed umilianti dimissioni del 08/02/2008 – visto che si parla di sudditanza psicologica – avrebbe voluto incappellare anche quelli di opposizione con l’assurda richiesta\pretesa di aderire alla sua politica dei rifiuti.

A Polpenazze del Garda (e il Politico Fine lo sa bene) si è andati a vedere da vicino l’impianto, senza alcuna garanzia\impegno di aderire al progetto del Sindaco di inserire Puglianello nella filiera dei rifiuti.

Quanto risentimento nelle parole del Sindaco !!!!!!!!!!

Onestamente non vorremmo più sterili polemiche da campagna elettorale.  La Comunità invece delle invettive alla Bartone vorrebbe risposte chiare!!!

VUOI TU SINDACO ANCORA L’IMPIANTO DI TRATTAMENTO DELLE CENERI DI ACERRA?

UN BEL SI O UN BEL NO

IL CAPACE SINDACO, CHE SOLO IN OCCASIONI PARTICOLARI, CHIEDE L’AVALLO DELLA MINORANZA E DEI CITTADINI, INVECE, DOVREBBE DIRE ,TRA LE ALTRE COSE

  • perché decide il piano triennale dei lavori pubblici da solo, senza consultare nessuno.
  • perché a Puglianello non c’è uno straccio di PUC o qualsivoglia strumento urbanistico da trent’anni.
  • perché ci sono tanti capannoni vuoti nella zona industriale, senza aver prodotto mai occupazione.
  • perché a Puglianello il piano traffico approvato da tempo non è applicato.
  • perché tra i comuni del Sannio non siamo affatto virtuosi nella raccolta differenziata. (con possibilità di aumento delle tariffe)
  • perché per inserire Puglianello nella filiera dei rifiuti voleva l’appoggio della minoranza e per dotare il paese di autovelox non ha consultato nessuno.
  • perché la struttura del Centro diurno per anziani a via S. Salvatore, inaugurata dall’Onorevole Mastella, nonostante la sottoscrizione di un accordo con l’ASL in data 26.07.06, non è attiva.
  • che fine ha fatto la tanto sbandierata acquisizione di Villa Marchitto, (Iter iniziato con la delibera di giunta del 21.12.07.
  • perché chiamare a rinforzare l’ufficio tecnico l’ing. Filippo Di Cosmo fino al 31.12.2011, alla faccia dei tecnici locali.
  • perché affidare alla ferocissima Equitalia il servizio di riscossione dei tributi locali.
  • perché l’acquisizione di parte del castello baronale con l’esercizio del diritto di prelazione, dopo essere stato deliberato in Consiglio Comunale all’unanimità, non ha avuto alcun seguito.
  • perché a via Stamponi una esagerata infilata di pali della pubblica illuminazione non fa luce neanche a corrente alternata.

Il CAPACE SINDACO dovrebbe avere il coraggio di spiegare con chiarezza le sue scelte

Alla luce di quanto esposto, forse il Sindaco Bartone non è poi così capace come amministratore di questa comunità per come vuol farci credere

GRUPPO POLITICO “PUGLIANELLO…UN’ALTRA COSA”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.