Successo di pubblico alla prima di ‘Chiamami Jean Jacques’

0

di Angela Parente. Grande successo di pubblico ha riscosso “Chiamami Jean Jacques”, lo spettacolo proposto da Libero Teatro . Un’ulteriore conferma per l’Associazione che da anni di occupa di educazione alla teatralità e , nel dilagare di iniziative amatoriali, si propone come percorso di teatro formazione che valorizza potenzialità spesso inesplorate e ad offre spazi di espressione del proprio essere oltre i consueti confini della quotidianità. L’incipit della pièce è il canto addolorato delle muse ( Angela Parente, Ilaria Di Cerbo, Chiara Orsino, Concetta Biondi ) che assistono alla morte del teatro greco e all’inizio della commedia moderna segnato dall’irrompere, nel fragore festoso della musica del can can, delle ballerine (Tesolina Conte, Claudia De Libero, Carmela Ciaglia, Carmen Parente,) che si esibiscono in un ballo divertente, al quale assistono, confusi tra il pubblico, il protagonista e l’aspirante amante , in compagnia del marito.

Quando la danza finisce , gli attori raggiungono le quinte e la commedia ha inizio con le riflessioni di un cameriere assonnato che annusa nostalgicamente la mariubunga, panacea di tutti i mali, unico ma significativo ricordo del soggiorno ad Arcore . Apprezzamenti e congratulazioni del pubblico per l’elegante disinvoltura e l’ottima dialettica del protagonista, Luca Palumbo, la mimica esilarante di Marvin Tomasiello, la presenza scenica di Viviana Olivieri , la verve comica di Jolanda Mattiello, Antonio Calandriello, Mike Meola, Anna Maria Bosco, la delicata sensualità di Claudia Meglio , Giorgia Di Mezza, Gaia Luna Schettino e Antonella Morante.

Equivoci, sorprese, colpi di scena, hanno caratterizzato la commedia a conclusione della quale l’attore Francesco Paolantoni , ospite della serata, si è complimentato con gli attori, affermando – ho percepito l’emozione pura di chi non fa teatro per mestiere ma per passione – e definendolo uno spettacolo interessante, piacevolissimo, ricco di spunti originali. Ammiro tutti coloro che hanno scelto di mettersi in gioco per vivere un’avventura, che, come tale, non ha nulla di razionale, essendo l’irrazionalità l’essenza del teatro – ha dichiarato la regista Mariella De Libero – Attesa la replica del 30 giugno presso il teatro comunale di Benevento.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.