Rifiuti: verità nascoste e cialtronerie.

0

di Vincenzo Fuschini. L’assessore Provincial-comunale ai rifiuti, Aceto, ha utilizzato –con una graditissima solerzia (per costringerli a rispettare i tempi di legge per le risposte alle interrogazioni,il nostro Gruppo è dovuto ricorrere al Prefetto)- un logorroico comunicato stampa iscrivibile nel capitolo delle Verità Nascoste che tenta di divulgare da quando ha avuto il piacere di vincere le elezioni comunali.

Parla di propaganda elettorale e di miracoli fatti proprio Lui, che è già proiettato alle prossime elezioni provinciali dove, purtroppo, dovrà scontare tutti i crediti politici legati a varie circostanze delle quali ha goduto in questi anni: dovrà vedersela a Telese con Capasso, altro consigliere provinciale ed assessore comunale ed a Solopaca con il ”pluri-decorato” Pompilio Forgione; dovrà sperare di essere collocato in una lista di un buon partito (il suo non ha raccolto grandi consensi nell’ultima tornata a Benevento città); dovrà sperare che il “suo” Presidente venga ricandidato e rieletto. Circostanze tutt’altro che scontate e che, ovviamente, possono ingenerare comprensibile apprensione per chi è stato nominato assessore provinciale senza essere eletto.

Bene, fatta questa premessa, è importante segnalare agli attenti lettori di Vivitelese che il nostro Gruppo consiliare,sempre attento a tutte le dinamiche amministrative, ha prodotto una interrogazione per conoscere i motivi per i quali i dati della raccolta differenziata del 2010 erano stati peggiori di quelli degli anni precedenti e, soprattutto, al di sotto dei limiti fissati alla legge. La richiesta di informazioni è scaturita dalla consapevolezza che i Comuni che non raggiungono gli obiettivi possono essere penalizzati nell’ambito dei finanziamenti europei e regionali. Un comune come Telese che –già prima dell’avvento della Nuova amministrazione- raggiungeva gli obiettivi, ci è sembrato singolare che non li cogliesse nonostante l’apporto in Giunta comunale addirittura dell’assessore provinciale al ramo. Tanto è stata fondata la nostra richiesta e ragionevole, che l’assessore Aceto, ha dichiarato nel comunicato stampa (aspettiamo, comunque, la risposta ufficiale) che “per motivi non chiariti“ (!!!!!) il dato della raccolta differenziata è precipitato al 25% circa sopratutto tra maggio ed agosto 2010.

::

::

 

Questa richiesta di informazioni deve aver colpito i nervi già scoperti dell’Assessore per le note “bufale” sul Polo Scolastico (propinate per anni ed arrivate finalmente al pettine della verità!) ed ispirato il suo comunicato stampa, farcito di inesattezze (altro che ignoranza dei fatti!). In primo luogo, il Nostro dovrebbe sapere che Vincenzo Fuschini è stato assessore comunale dal 2004 al 2006 ( e per pochi mesi nel 2009) e non –come da Egli ripetutamente affermato- dal 2004 al 2009. Così come dovrebbe sapere che la raccolta dell’umido in alcuni condomini di Telese, in maniera sperimentale, era già stata avviata dall’allora Assessore Fuschini e, poi, frettolosamente accantonata nell’ambito del passaggio della gestione al Consorzio BN2 che durò solo pochi mesi. Perché non chiede conto di questi aspetti non secondari all’assessore Capasso, già sindaco di Telese? E perché allo stesso indirizzo non rivolge ogni richiesta di informazione sulle ragioni dei ritardi nella rendicontazione dell’isola ecologica e che risultati ottenne con il progetto di servizio civile (Riuso+Ricilo+Riduzione= 0 Rifiuti)? I funzionari comunali, gli impiegati, la ditta di gestione dei servizi rifiuti, Lavorgna, il regime di concessione dell’appalto (proroghe contrattuali) non sono forse gli stessi ingredienti rimasti ad oggi immodificati anche dal suo avvento avvenuto da oltre un anno? Nulla ovviamente dice di cosa pensa di un marchio di qualità ambientale, né del regolamento sui rifiuti, né della formazione ai bambini (e non agli adulti votanti), né dell’inquinamento che produce il mercato settimanale quando buste e cartoni svolazzano per tutto Telese. Alza, però, la solita cortina di fumo sviando le questioni e portandole su un terreno inconsistente ed insipiente.

Allora, assessore, pur comprendendo gli stati d’animo e l’agitazione, ripristiniamo –prima di tutto- la verità dei fatti: che c’entrano D’Occhio e le passate amministrazioni con il Lago, è circostanza ben nota ormai a tutti. La Provincia –cosa che avveniva assai raramente nel passato- ha destinato operai (in pianta stabile) e risorse (arredi, panchine) alla manutenzione del Lago, pur non ottenendo grandi risultati (come abbiamo documentato a ridosso di Pasqua). E’ possibile che di fronte alla dura realtà dei dati (raccolta differenziata) e dei fatti (bocciatura del Polo Scolastico), si perda anche la capacità di contare.

La Regione è stata chiara:

  • Percentuale della raccolta differenziata Telese Terme anno 2009 – 32 %;
  • Percentuale della raccolta differenziata Telese Teme anno 2010 – 29%.

Aceto ha il coraggio di dichiarare di aver recuperato “in pochi mesi circa 11 punti percentuali ….”.

Sul punto appare ultronea ogni considerazione.

O vogliamo ricordare che a tre anni all’insediamento dell’Amministrazione Provinciale, nessuno si è ancora accorto di positive ricadute sui cittadini delle tanto propagandate e fumose politiche sui rifiuti dell’Assessore Aceto?!?! Beh, forse tranne che per la costante presenza di rifiuti sulla fondovalle isclero e, apprendiamo di una qualche realizzazione di una eco stazione a Telese Terme (chiederemo di che cosa si tratta).

Comunque, giusto per ricordare l’impegno di Aceto anche per i corsi d’acqua ed il decoro urbano e dare “informazioni fondate e documentate”, inviamo qualche cartolina di Telese della pista ciclabile dove lo stato di manutenzione è chiaramente visibile ed il rischio per i bimbi di cadere nei canali è altissimo. Ops!!!! Forse per questo Aceto porta su luoghi ameni (!) i giovanotti e non i bimbi a fare formazione solo perché i primi sanno già badare e loro stessi!!!!

 

P.S. Consiglieremo all’Assessore Aceto anche all’aiuola in Piazza Minieri, a proposito di arredo urbano!

_____________________________

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.