Prodotti tipici a Cusano: il maltempo annulla il primo week-end della kermesse

0

di Antonella Crocco. Cusano Mutri. La sagra dei prodotti tipici anima il centro storico di Cusano Mutri.  Il maltempo ha praticamente annullato il primo week-end della kermesse: gli organizzatori fanno slittare l’evento al terzo fine settimana di maggio.

 

Dopo le cattive condizioni meteorologiche, che hanno praticamente annullato il primo weekend della rassegna, gli organizzatori si preparano al taglio del nastro della decima edizione della ‘Sagra dei prodotti tipici locali’, in programma a Cusano Mutri, suggestivo centro della provincia di Benevento. La kermesse, inizialmente in programma da giovedì 28 aprile a domenica 1° maggio e da giovedì 5 a domenica 8 maggio; slitta così di una settimana, proponendo oltre al week-end in corso, anche le date che vanno da giovedì 12 a domenica 15 maggio.

Questa la decisione che è emersa dall’incontro tra organizzatori e ristoratori, che lavorano a questa iniziativa che è promossa dal Comune di Cusano Mutri, in collaborazione con la Regione Campania, la Provincia di Benevento, l’Ente Provinciale per il Turismo di Benevento, la Camera di Commercio di Benevento, l’Ente Parco Regionale del Matese, il Forum dei Giovani di Cusano Mutri e le Pro Loco di Cusano Mutri e di Civitella Licinio.

La possibilità che si offre ai turisti è quella di poetr visitare, durante le tanto attese belle giornate primaverili il suggestivo ambiente in cui si immerge il centro storico di Cusano Mutri. La cittadina titernina, ricordiamo, fa parte dei Borghi più belli d’Italia, importante marchio nazionale che contrassegna paesi dal grande fascino e dall’ambiente incontaminato.

Infatti, uno dei piatti forti dell’offerta è rappresentato dalla possibilità di trascorrere giornate serene, immersi nella natura mozzafiato del territorio titernino: le escursioni a piedi, a cavallo o in quad; le visite alle miniere dismesse di bauxite o alle forre di Lavello; le gite nella vicina Pietraroja con il suo Parco geopaleontologico ed il Paleo-Lab.

A fare da contorno alla natura il ricco artigianato locale, con i maestri intagliatori di legno, lavoratori della pietra e del ferro che allestiranno le loro postazioni negli angoli più suggestivi del centro storico, all’ombra delle imponenti chiese ed interessanti palazzi in pietra.

Altro piatto forte è ovviamente costituito dalla gastronomia. I turisti potranno rifocillarsi dopo le fatiche delle escursioni nella centralissima piazza Orticelli, dove saranno allestiti gli stand di ristoratori titernini che prepareranno piatti tipici. Tra le proposte: salumi e polenta ai funghi, tagliatelle ai porcini, gnocchi agli asparagi selvatici e guanciale cusanese, carrati al ragù di cinghiale, scaloppina ai funghi, arrosti misti alla brace, porcellino farcito ai funghi, scamorza alla brace. In alternativa a carne, salumi e formaggi, tante buone pizze cotte nel forno a legna.

 

Per ulteriori informazioni si può visionare il sito del Comune, all’indirizzo www.comunecusanomutri.it, oppure contattare i recapiti telefonici 0824.862003 e 366.6874040.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.