Incontro Nazionale delegati ICR Regionali

0

di Pietro Di Lorenzo. Presenti: Luca Peotta, Osvaldo Melon, Giuseppe Dellepiane, Pino Scalenghe, Maurizio Anselmi, Mauro Pelatti, Renato Aloisi, Laura Costato, Franco Passeri, Stefano Aloisi, Massimo Mazzucchelli, Pietro Di Lorenzo, Alfio Magnesi, Livia De Poli.

Dopo le presentazioni di rito, e i primi report sulle condizioni economiche delle industrie manifatturiere, i rappresentati del territorio hanno dato inizio ai lavori. E’ stato proiettato un filmato, già in parte utilizzato durante l’incontro ICR di Acqui Terme. L’inchiesta ha evidenziato in tutta la sua amara e tipica realtà italiana, situazioni di lavoro irregolare, evasione fiscale e corruzione.

A termine del filmato è iniziata la discussione con il Presidente Luca Peotta che ha introdotto il dibattito partendo dalla necessità di allargare la base associativa di ICR. Sono stati elencatialcuni strumenti utili alla divulgazione del messaggio di ICR: – Radio e tv, sia locali che nazionali – giornali e riviste – internet e nuove tecnologie – presidio di aree pubbliche anche con gazebo. E’ emersa anche l’importanza di relazionarsi con le Istituzioni, tra cui Comuni, Province, Regioni e Parlamentari sia Nazionali che Europei. Al fine di uniformare la conoscenza degli obiettivi di ICR e della comunicazione omogenea degli stessi, sono stati esaminati dei documenti. Il primo con una sintetica storia di ICR, gli obiettivi e le proposte. L’altro invece è una lettera/manifesto da presentare nelle varie realtà territoriali agli interlocutori territoriali ed ai media. I delegati regionali si impegnano ad attivare tutte le opportune lotte a sostegno delle imprese sul territorio.

Uno spazio significativo della discussione è stato il tema della globalizzazione. In particolare è stato relazionato sulla necessità di svolgere azioni per stroncare definitivamente la disparità di condizioni in cui vengono a trovarsi le imprese europee rispetto alle realtà produttive dei paesei emergenti. Al termine della due giorni ICR sonostati rilanciati i punti cardini delle iniziative: – Eliminazione dell’IRAP – Revisione del sistema di tassazione di imprese e persone fisiche ed eliminazione dell’anticipo delle imposte – Non tassazione degli utili non distribuiti – Modifica del criterio di calcolo di ICI e Tassa Rifiuti – Semplificazione delle procedure della CIGO (cassa integrazione guadagni ordinaria) e concessioni delle autorizzazioni dall’INPS entro un mese dalla richiesta – Trasformazione della gestione della cassa integrazione guadagni ordinaria (CIGO) da giorni/azienda a giorni/uomo – Introduzione dell’obbligo dei pagamenti a 60 gg – Semplificazione degli obblighi burocratici a carico delle aziende – Adozione dello statuto delle imprese – Pagamento IVA all’incasso ed eliminazione acconto annuale – Nuovi studi di settore adeguati alle micro e piccole imprese – Blocco esecutività di Equitalia – Credito diretto alle imprese – Deducibilità integrale degli interessi.

IMPRESE CHE RESISTONO e CHE… R E A G I S C O N O

Imprese Che resistono Incontro Nazionale dei Delegati ICR Regionali Bologna, 2-3 Aprile 2011 COMUNICATO STAMPA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.