“Liberiamo l’Italia dal nucleare!” Un sì per dire no al nucleare

0

di Grazia Fasano. Telese Terme 16 aprile 2011. Legambiente organizza nel week end 15-16-17 aprile 2011 la campagna di informazione e sensibilizzazione Liberiamo l’Italia dal nucleare! sul referendum abrogativo sul nucleare.

La campagna si svolge nel week end precedente a quello a ridosso del 26 aprile (in quanto cade quest’anno nelle festività pasquali), e intende ricordare il 25esimo anniversario dell’incidente nella centrale nucleare di Cernobyl, in Ucraina.

Si tratta di una campagna più che mai importante quest’anno, e all’indomani del disastroso terremoto in Giappone. La tragedia che si sta consumando in questi giorni è una triste e drammatica riprova di quanto l’energia atomica sia del tutto insicura, di quanto ogni tecnologia benché avanzata non sia invincibile. Ciò ci obbliga più che mai a sollecitare urgenti riflessioni sull’opportunità di avviare in Italia una nuova stagione nucleare e sulla convinzione che non esiste al mondo tecnologia nucleare sicura.

Nel Sannio, Legambiente Valle Telesina organizza sabato 16 aprile a Telese Terme, all’interno del mercato settimanale un banchetto informativo per informare i cittadini sulle ragioni del referendum e motivarli ad andare a votare al referendum di giugno e votare SI.

Il nucleare rappresenta per noi una fonte energetica estremamente pericolosa, obsoleta e antieconomica. Dobbiamo riuscire a convincere almeno 25 milioni di italiani ad andare al voto ed esprimersi contro l’apertura di centrali atomiche nel nostro Paese e in favore di un sistema energetico fondato su efficienza e rinnovabili.E perché sia possibile una cera e propria rivoluzione energetica, con un modello di produzione energetica basato su innovazione tecnologica, miglioramento dell’efficienza e sviluppo delle rinnovabili, in Italia bisogna ora superare lo scoglio del referendum.

E sarà importante nella campagna referendaria informare soprattutto le persone meno informate e solitamente meno coinvolte su questi temi, e ribadire con forza che il nucleare, oltre a non essere una scelta economica e risolutiva, è anche e soprattutto pericoloso e che nessun territorio della nostra Penisola è al sicuro da una possibile installazione di una nuova centrale.

Sabato mattina a Telese Terme Legambiente Valle Telesina distribuirà depliant informativi di approfondimento sui luoghi comuni sull’atomo, le ragioni per cui il nucleare non serve all’Italia e i rischi per la salute.

Legambiente ha inoltre inviato alle testate web del Sannio 1 Cd con il materiale pubblicitario e video per promuovere sui canali web la campagna referendaria dell’Associazione. Lo slogan della campagna è: Al referendum, ci vuole un SI per dire NO al nucleare.

Per avere poi a portata di mano le ragioni per votare contro il nucleare al referendum del prossimo 12 e 13 giugno, si può scaricare gratuitamente l’applicazione realizzata per La Nuova Ecologia da Urban Experience.

“Siamo in piazza il 15-16-17 aprile 2011 per dire che in Italia il nucleare non lo vogliamo! – dichiara Mara Guerrera, responsabile della Campagna di Legambiente Valle Telesina – convinti che l’energia nucleatre sia pericolosa, costosa e obsoleta. Chiediamo investimenti per un futuro energetico pulito e sicuro. Le fonti rinnovabili sono la risposta che cerchiamo per uscire dalla dipendenza del petrolio, per combattere i mutamenti climatici e la crisi economica.”

SPOT

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.