Evviva l’innovazione !

0

di Giovanni Pio Marenna ( Associazione politico culturale ‘da sempre per Cerreto’) In diciotto mesi di amministrazione attiva (si fa per dire), abbiamo assistito al festival della “promozione degli amici e degli amici degli amici”…insomma una sorta di protezionismo relativo alla conservazione della specie (si fa sempre per dire). Specie che, per vero, assurge all’onore delle cronache (di Narnia tutt’al più) per le capacità e per l’eccellente connubio di menti (rispetto a che?).

In buona sostanza, l’ex (per fortuna) amministrazione comunale guidata dall’ex (sempre per fortuna) sindaco Santagata si è fortemente spesa ed adoperata per promuovere i suoi amici allineati dimenticando, chissà come mai, che Cerreto Sannita è composto anche di cittadini non suoi elettori che vanno comunque tutelati, incentivati ed aiutati prima ancora che rappresentati.

Dagli incarichi a fratelli di consiglieri comunali all’affidamento di mansioni a ditte di famiglia. Da sospetti bandi urgenti di concorso per comandanti dei vigili (c’è anche un’inchiesta in corso), cuciti su misura per qualche dipendente comunale fin troppo devoto, fino ad arrivare all’esclusione ingiustificata di giovani cerretesi da alcuni corsi gratuiti. E questi sono gli esempi più eclatanti. E’ mai possibile continuare a fare politica nel classico vecchio modo di sostenere ed “aiutare” (se di aiuto si può trattare) solo coloro che sono allineati, lasciando ai margini e senza tutela tutti quelli che hanno liberamente deciso di dare il loro voto all’altra lista?!?

Evviva l’innovazione!!!

Quella tanto cara a qualche ex (sempre per fortuna) consigliere comunale che ha fatto del “metodo voltagabbana” il suo stile inconfondibile.

Insomma, cari concittadini, a Cerreto Sannita, per diciotto mesi, solo in qualche sporadico caso non hanno ricevuto incarichi i professionisti amici. Negli altri hanno lavorato solo quelli simpatici al sindaco, con buona pace di tutti quei giovani professionisti che, per il solo peccato di avere un’altra idea e di averla esposta pubblicamente, devono “morire professionalmente” ed essere schiacciati fino al punto da elemosinare il lavoro, rendendosi schiavi per sempre.

Evviva l’innovazione!!!

Molto probabilmente qualcuno dovrebbe spiegare ai cerretesi cosa ha in mente quando usa questo termine.

Innovazione non significa usare i vecchi schemi, quelli che peraltro ci si è adoperati un tempo a contestare (lo diciamo per quelli che hanno “cambiato idea”). Non significa “ghettizzare” chi la pensa diversamente dalla maggioranza (speriamo mai più) che ha “guidato” (?) le sorti della nostra comunità fino al 16 dicembre 2010, quanto piuttosto dovrebbe significare promuovere TUTTI i professionisti e TUTTI coloro che sono meritevoli e bisognevoli di un lavoro.

Attenzione, avvertiamo necessario spiegare che meritevoli non significa essere allineati alla maggioranza, quanto piuttosto capaci di dare un contributo, con i propri mezzi, alla crescita e alla tutela degli interessi del paese.

Un’amministrazione seria dovrebbe fare gli interessi di tutti i cittadini e non solo quelli di chi ha votato a suo favore.  Basta guardarsi intorno allora per capire tutto quello che è accaduto e per fare in modo da evitarlo… per sempre.

ASSOCIAZIONE POLITICO-CULTURALE “DA SEMPRE PER CERRETO”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.