Campania al lavoro. Incentivi alle piccole e medie imprese

0

di Antonio Giaquinto (Ufficio stampa del comune di Telese Terme). La Giunta Regionale della Campania, su proposta dell’Assessorato al Lavoro, ha varato il Piano di Azione “Campania al lavoro” che stanzia circa 600 milioni di euro per sostenere quasi 60.000 lavoratori della Regione.

Non si tratta di un Piano assistenziale, ma di misure dirette alla concessione di incentivi alle piccole e medie imprese, ai fini dell’assunzione, della trasformazione dei contratti dei lavoratori e della loro riqualificazione professionale.

Il 22 dicembre 2010 sono stati pubblicati sul Burc i primi 6 Bandi attuativi – dedicati ai giovani, alle donne, ai disoccupati e ai cassintegrati della Campania –  operativi dal 21 febbraio 2011, che impegnano circa 80 milioni di euro in favore di oltre 18.000 lavoratori.

Le 6 misure sono accessibili a tutti attraverso la piattaforma informatica curata dall’Arlas. Inoltre per ogni chiarimento è attivo un numero verde 800 463 303.

I sei bandi attuativi sono i seguenti:

  1. Minimi termini – soggetti beneficiari: datori di lavoro di tutti i settori economici – destinatari: lavoratori con contratti atipici;
  2. Più sviluppo più lavoro – soggetti beneficiari: imprese, agenzie interinali – destinatari: disoccupati di lunga durata e inoccupati da almeno 12 mesi;
  3. Cig Più – soggetti beneficiari: imprese in crisi di tutti i settori economici –
    destinatari: lavoratori in Cig e in mobilità in deroga;
  1. Integrazione e regolarizzazione del lavoro degli immigrati – soggetti beneficiari: datori di lavoro di tutti i settori economici – destinatari: 250 giovani immigrati tra i 18 e i 29 anni che intendono inserirsi nel mondo del lavoro e conseguire una specifica qualificazione professionale direttamente sul campo;
  2. Più apprendi più lavori – soggetti beneficiari: datori di lavoro di tutti i settori economici – destinatari: giovani che vogliono accedere all’apprendistato professionalizzante;
  3. Primimpresa OSS – soggetti beneficiari: imprese del settore socio-sanitario e assistenziale – destinatari: operatori socio-sanitari disoccupati.

Telese Terme 24/03/201

Comunicato stampa n.12/2011

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.