Le pagelle di Jack & Co. Basket Telese-Scafati 46-66

0

di Alfredo Canelli. Le pagelle sono fatte per commentare simpaticamente le partite di basket del Telese Terme, compilate con ironia tanto per farsi due risate.

Nick Buontempo 6-: inizia la partita in modo impeccabile realizzando un canestro dalla lunga distanza, il problema è che quel tiro sarà l’unico da tre punti segnato, non solo dal nostro cucciolo, ma anche da tutta la compagine telesina! A volte si incaponisce in azioni personali: prende palla, abbassa la testa e si va ad infrangere contro le scure maglie degli avversari, ma questo è dovuto anche alla mancanza di collaborazione dei suoi compagni. ALONE IN THE DARK

Giuseppe del Basso 6+ (MVP): non si spiega la scelta di lasciarlo così tanto tempo in panchina. Quando entra si da subito da fare, anche se il primo contropiede lo sbaglia in maniera eclatante. Nonostante questo è ANCORA l’unico che crede nella vittoria, se la sua squadra avesse seguito il suo stesso credo le prestazioni migliorerebbero sicuramente e la “salvezza” sarebbe più vicino. MESSIA

Francesco del Basso S.V.: la sua richiesta di due settimane fa alla società è stata accettata. Problemi logistici hanno ritardato l’arrivo della panchina più comoda: intanto il coach per farlo stare più comodo si è accomodato in tribuna per farlo stare più largo: VITELLONE

Luigi Mainolfi 4: ALTRA giornata NO del lungo telesino. Entra in campo stanco, svogliato, lento e macchinoso, come se non bastasse anche nervoso. Non è nemmeno la brutta copia del Mainolfi della prima fase del campionato, quando era lui a trascinare la squadra alla vittoria, sembra tornato ai livelli di un paio di anni fa. Ha dimostrato che la teoria evolutiva non fa solo passi avanti…CIAO DARWIN!

Stefano Liucci 5:  una partita apatica da parte sua, priva di spunti interessanti. Sarà che la squadra non lo segue, ma il nostro play sembra privo di idee e non in una delle sue serate migliori. Le sue giocate non si concretizzano come auspicato. Una serata poco brillante per lui. ECLISSATO

Filippo Valentino 4– : il voto più basso della squadra. Sbaglia tre tiri facili a inizio partita, come al solito si innervosisce e perde la testa arrivando a passare la palla ad un refertista. Ingiustificato l’ennesimo sfogo al momento del suo rientro in panchina, vista la deludente prestazione che offre al pubblico telesino. 5° GIRONE DELL’INFERNO: IRACONDI

Andrea Mascia S.V.: per un infortunio rimane 40 minuti in panchina, nonostante avesse svolto un ottimo riscaldamento. In questo lasso di tempo prende spunto dal suo capitano per assumere una posizione confortevole in panchina. Lo imita in ogni movimento, l’unica pecca è che invece di toccarsi il pizzetto sfoga il suo nervosismo lisciandosi il ciuffo. MOCCIOSO

Jason Lamar Ponds 4: credo che la dirigenza possa mettere a disposizioni le chiavi della palestra 24/7 inoltre apprezziamo le promesse fatte sulla pagina della società su facebook, ma ci chiediamo quando queste diventino fatti. LA VITTORIA PROMESSA (cit.Ungaretti)

Andrean Ilchev 4.5 :i tre passi commessi quasi consecutivamente uno come lui non se li può permettere. Viene servito raramente dai compagni e quando ciò avviene riceve palloni dall’alto tasso di difficoltà. In attacco non è incisivo e in difesa non è impeccabile come al solito, anzi contribuisce a creare quei buchi che permettono agli avversari di prendere il largo. GROVIERA

Gianmarco Moccia (K) S.V. : eravamo abituati a vederlo seduto in panchina, questa volta no! Questa volta il capitano è stato tutta la partita, sempre in panchina, ma in piedi a dettare gli ordini ai suoi compagni. Debutto da vice-allenatore non dei più felici, con i “suoi” ragazzi che non hanno voglia di giocare e con il suo coach ad urlare in tribuna per una squalifica. Speravamo che vista la sua posizione di vice decidesse di “cambiarsi” e di buttarsi nella mischia, crediamo che avrebbe dato sicuramente più di quanto hanno dato alcuni dei suoi compagni: CODARDO O ALTRUISTA?

Coach De Martino 4: voto basso per la squalifica subita che lo relega in tribuna. Terza sconfitta consecutiva.I suoi ordini arrivano codificati male alla squadra e vengono applicati ancora peggio; emblematica la frase: “jason marca il 18!” guardiamo in campo, il 18 era già seduto in panchina da un paio di minuti. Inspiegabile lo scarso utilizzo di G.Del Basso.  Lontano dalla sua squadra non riesce a dare la sua impronta alla partita, finendo per perdere la bussola come i suoi ragazzi. CAST AWAY

MazZiniere 6 : giornata no anche per lui, anni e anni di onorata carriera, ma in questa maledetta domenica non riesce ad individuare il punto giusto dove pulire il campo, finendo per asciugare per diversi minuti una parte di campo che in realtà era già asciutta! INEFFICACE

La curva E’ STANCA :  la prima l’abbiamo persa di un punto…e vabbè; la seconda è colpa degli arbitri…e vabbè; e ora? Partita ai limiti della decenza per chi segue e ama questo sport. Per far capire il livello a chi non ha assistito alla partita: un giovanissimo alla fine della partita dice a suo padre: “papà era meglio che andavamo al centro commerciale!”.Il palazzetto pieno in ogni ordine di posto ha assistito ad uno spettacolo indecoroso da parte dei propri beniamini: musi lunghi e poca voglia di vincere spadroneggiavano in campo per il basket Telese Terme. Siamo in un momento difficile? Sicuramente non è colpa della curva che segue sempre più numerosa la squadra. Nella prossima in casa saremo ancora più numerosi e pronti a incitarvi come sempre: cercate di non non tirare troppo la corda. DIRIGENZA AVVISATA MEZZA SALVATA

17 avversario: vabbè che dobbiamo dirti, se i tuoi ti fanno uscire conciato così in quel modo da casa, non saremo certo noi a dire che eri indecente, non era meglio una tuta che mille scaldamuscoli, accessori e gadget vari? MA COME TI VESTI?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.