Jack e le sue pagelle: Basket Telese Terme – N.P. Arzano 68-69

1

di Alfredo Canelli. Le pagelle sono fatte per commentare simpaticamente le partite di basket del Telese Terme, compilate con ironia tanto per farsi due risate.

::

::

::

::

Nick Buontempo 5: la domanda è:”lo avete visto entrare in campo e giocare?” io no! Ho visto solo una lontana sfumatura dell’ombra del nostro cucciolo. Non riesce mai ad entrare nei ritmi di gioco e negli schemi della squadra. Lontano, molto lontano da quello che siamo abituati a vedere: FANTASMA

Giuseppe del Basso 7 (MVP): è l’unico che crede nella vittoria, ci crede fino all’ultimo secondo, ma non basta. La squadra non lo segue, non riesce a tenere i suoi ritmi: mentre è in difesa a recuperare palloni preziosi, celo ritroviamo in attacco a finalizzare tra gli innumerevoli falli non visti dagli arbitri. Siamo sicuri che non abbia scoperto la macchina per il teletrasporto? DR. SPOCK

Francesco del Basso S.V. : è ufficiale: nella giornata di lunedì è arrivata una richiesta alla società da parte del giovane giocatore scontento della sua lunga permanenza in panchina. Il cestista ha chiesto una panchina più comoda. BEATO CHI S’O FA ER SOFA’

Luigi Mainolfi 4 : giornata NO del lungo telesino. L’inizio sembrava promettente dopodichè il nulla. Pur non avendo rivali, dal punto di vista fisico, sotto canestro non è stato incisivo come sempre. A mio avviso la partita più brutta che abbia mai disputato: saranno i postumi della febbre del sabato sera? …THE LION SLEEPS TONIGHT!

Stefano Liucci 6.5 : durante il riscaldamento ho detto a chi mi stava affianco che Stefano avrebbe fatto la differenza. Previsione piuttosto scontata per chi lo ha già visto giocare. Parte male nella prima frazione di gioco, poi si riprende e inizia a dettare i tempi della squadra che però balla tutta un’altra musica. Così a lui non resta che far sentire agli avversari magnifici assoli con bellissime giocate. Peccato manchi l’epilogo. INCREDIBILE MA DIESEL

Filippo Valentino S.V. : Pronti, via… ed è subito CRACK! BUONA GUARIGIONE!

Andrea Mascia 5.5 : anche lui parte male ed è assente quando entra in campo. Forse colpa di un approccio alla gara troppo frivolo. Si riprende solo quando il suo gemello del gol(G.Del Basso) inizia a giocare bene e a macinare punti. Segna punti guarniti di personalità e buona sul finire diventa anche la sua difesa. Peccato abbia iniziato il suo lavoro solo a metà partita. PART-TIME

Jason Lamar Ponds 5.5 : Inizia la partita non con la grinta giusta, la ritrova solo sul finire, ma preso dalla frenesia non riesce a esprimere la classe che ha dentro e finisce per regalare preziosi palloni agli avversari. C’e da dire che con l’infortunio di Valentino l’americano non ha giocato nel suo ruolo. Da rinproverargli però ci sono i soliti tiri liberi sbagliati, le troppe palle perse e i canestri mancati. Pare si sia sentito in colpa per la brutta prestazione: tranquillo Jason, non è solo colpa tua, è colpa di tutti! I DOLORI DEL GIOVANE PONDS (cit. Goethe)

Andrean Ilchev 6 : entra in campo infortunato: gioca con nove dita, il decimo è  fatto solo di dolore. Nonostante ciò è l’unico che si butta a terra per recuperare un pallone vagante. Sempre presente in attacco anche se i suoi compagni non lo vedono mai. Nemmeno il più bravo pianista riuscirebbe a suonare il suo capolavoro con nove dita: BEETHOVEN!

Gianmarco Moccia (K) S.V. Se il voto glielo dovessimo dare in base a come ha svolto il riscaldamento, sarebbe sicuramente il più alto della squadra! Un riscaldamento da sogno, ma l’ingresso in campo non arriva mai! UTOPICO

Coach De Martino 4.5 : la partita è stata persa per un punto: se non ci fosse stato il tecnico al coach,  si poteva vincere. Con i “se” e con i “ma” è vero non si fanno i discorsi, il coach forse ha perso la pazienza dopo l’ennesimo torto arbitrale, purtroppo non se lo può permettere. La disciplina e la calma devono partire prima da lui. Il nervosismo unito agli infortuni nella sua rosa hanno fatto saltare i suoi schemi, il piano “B” è arrivato con troppo ritardo. RIEN NE VAS PLUS

MazZiniere 7 : durante il riscaldamento atletico delle due compagini da sfoggio del suo talento cestistico. Una palla gli rimbalza davanti, lui salta controtempo e non può far altro che andarla a recuperare a fondo campo.D’altra parte tutti sappiamo che ha le doti di un play e non di un rimbalzista: INCOMPRESO

La curva 7 : Gradito il ritorno tra gli ultras di M.T. , il quale esorta un arbitro prodigo di falli contro il team telesino a far cimentire una sua intima conoscenza nei tiri dalla lunetta. La curva non accusa la squadra ma M.C. della sconfitta: non era al suo solito posto (per la serie “non è vero ma  ci credo”). I soliti gufi questa volta hanno avuto manforte trovando  la bambola voodoo sulla quale fare la macumba:il calendario! DON GERARDO CERCASI

1 commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.