Telese: questione rifiuti

0

di Antonio Giaquinto (Ufficio Stampa del Comune di Telese Terme) In merito alla situazione attuale della questione rifiuti, l’Assessore all’Ambiente Gianluca Aceto mette in risalto come si è attraversata una fase caratterizzata da una generale confusione. I recenti passaggi parlamentari, tesi a convertire in legge l’ultimo decreto, hanno ripetutamente modificato le norme soprattutto riguardo alla competenza della prima parte del ciclo rifiuti (spazzamento – raccolta e trasporto) e alla attribuzione della Tarsu.

Attualmente sembra confermata la permanenza dello status quo fino a tutto il 2011 e pertanto, dopo oltre due mesi vissuti nell’incertezza, l’Amministrazione Comunale provvederà in tempi brevi ad emettere il bando per la gestione del servizio integrato, prevedendo la raccolta della frazione umida anche per le utenze domiciliari.

“ Nel 2010 Telese Terme – sottolinea l’Assessore Aceto – si era attestata su un 25% di raccolta differenziata. Dal mese di ottobre, con l’introduzione della raccolta dell’umido presso le grandi utenze, il dato ha ripreso a crescere e le stime ci accreditano a fine anno 2010 su una soglia pari al 31-32%, un buon risultato indubbiamente, raggiunto peraltro in soli due mesi, ma tuttavia ancora insufficiente e al di sotto della soglia del 35% che la legge impone di raggiungere. La strada intrapresa è quella giusta, ma c’è ancora molto da lavorare”.

Si segnala poi il dolente problema dell’abbandono indiscriminato di rifiuti di ogni tipo, anche pericolosi.

“ Su segnalazione di un cittadino – continua Aceto – è stata avviata la procedura, peraltro abbastanza lunga, per la rimozione di lastre di cemento-amianto in via Scafa, una operazione che, da sola, costerà alle casse comunali, e quindi alle tasche di noi cittadini, circa 6.000 euro. Inoltre già sono pervenute altre segnalazioni di abbandono indiscriminato sul territorio comunale, soprattutto in zone periferiche, di eternit, materiali bituminosi e di risulta, da parte di imprese che evidentemente ritengono che il territorio del Comune di Telese Terme sia a loro uso e consumo. Confidiamo nella collaborazione dei residenti nel segnalare alla Polizia municipale movimenti sospetti e operazioni illecite di scarico, che costituiscono veri e propri atti criminali che colpiscono la comunità dal punto di vista ambientale e anche economico”.

Comunicato stampa n.98/2010

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.