A Cerreto la presentazione della guida Slow Wine 2011

0

di Sandro Tacinelli. L’Incontro è in programma Domenica 19 dalle ore 9,30 al Palazzo del Genio “SLOW CHRISTMAS, SLOW WINE” è questo il titolo dato alla presentazione della guida Slow Wine, prevista per domenica prossima, 19 dicembre, al Palazzo del Genio di Cerreto SannitaCondotta Slow Food Valle Telesina, in collaborazione con il Consorzio  Tutela Vini ‘Samnium’ e l’Associazione Italiana Sommelier – Delegazione di Benevento.
Continua, con la tappa sannita dopo quella irpina, quindi, il lungo tour allestito per far conoscere la pubblicazione di Slow Food
“Il lavoro svolto nelle regioni del Sud – ha affermato Luciano Pignataro, responsabile della guida per la Campania, Basilicata e Calabria – è straordinario. Si è riusciti ad andare oltre la banalità e centrare con precisione quelle aziende capaci di coniugare rispetto per l’ambiente, etica della vinificazione e qualità in bottiglia. Questo è stato possibile anche grazie alle visite e all’impegno del gruppo Slow Wine che, non limitandosi alla degustazione, ha saputo evidenziare il forte accento sul rapporto tra l’uomo e la terra”.
All’incontro, moderato da Federica De Vizia, interverranno: Gianna De Lucia (Fiduciaria Slow Food Condotta Valle Telesina); Francesco Massaro (Dirigente Stapa Cepica Benevento); Libero Rillo (Presidente Consorzio Tutela Vini ‘Samnium’); Maria Grazia De Luca (Delegata Ais Benevento); Aniello Cimitile (Presidente Provincia Benevento); Pasquale Carlo (Collaboratore Guida Slow Wine); Gaetano Pascale (Presidente Slow Food Campania) e Luciano Pignataro (Responsabile Slow Wine Campania-Basilicata-Calabria).
Al termine è prevista la consegna degli attestati Master of Food Vino e, a seguire, nel Chiostro di Palazzo Sant’Antonio, la degustazione dei vini delle aziende sannite presenti nella Guida Slow Wine, dei prodotti dei Presidi e delle Comunità del Cibo sannite e dei passiti e spumanti da uve falanghina in abbinamento ai dolci ed ai prodotti tipici del Natale. e promossa dalla che offre la fotografia reale dell’attuale situazione del vino in Italia. Va da sé che l’attenzione sarà rivolta in particolare alla Campania, forte di ben 90 schede, a dimostrazione della bontà dei vini e delle incredibili potenzialità di crescita di una regione che, tra l’altro, vanta un sistema produttivo fortemente radicato e basato sulla produzione contadina e di chiaro stampo artigianale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.