10 dicembre 2010: vittoria!

0

di Giovanni Pio Marenna. Il Consiglio Comunale di Cerreto Sannita ha approvato, su nostra proposta, all’unanimità dei presenti due atti di indirizzo (proposti per la discussione due giorni prima che il sindaco annunciasse le proprie dimissioni!!!) particolarmente importanti per la nostra comunità.

Con il primo si dichiara “l’acqua come bene pubblico non disponibile ed il servizio idrico come servizio non economicamente rilevante” e con il secondo il Consiglio ha espresso il più assoluto dissenso alla realizzazione di impianti eolici su Monte Coppe, Colle Spione, Parata Ungaro, Colle San Martino e Colle Masella, che sarebbero le zone interessate da due progetti eolici (uno dei quali lo scorso giugno era arrivato nella Conferenza dei Servizi, contrariamente a chi mentiva dicendo che non c’era niente di concreto in merito all’eolico), indirizzando l’esecutivo (a questo punto il futuro esecutivo) a valorizzare tale territorio per renderlo turisticamente accogliente.

SERVIZIO IDRICO INTEGRATO = L’art. 15 del D.L. 135/2009, che ha modificato l’art. 23Bis della legge 133/2008 , ha mosso passi ancora più decisi verso la privatizzazione dei servizi idrici e degli altri servizi pubblici, prevedendo entro il 2011 l’affidamento della gestione dei servizi pubblici a rilevanza economica a favore di imprenditori o di società costituite in qualunque forma.

Il Consiglio Comunale, grazie all’azione promossa dal nostro gruppo, ha riconosciuto il servizio idrico integrato come un servizio pubblico locale, privo di rilevanza economica e inserirà questo principio nel proprio Statuto Comunale, in quanto servizio pubblico essenziale per garantire l’accesso all’acqua a tutti e con pari dignità umana per tutti i cittadini, con una gestione affidata ad un Ente di diritto pubblico.

Inoltre, l’assise ha dato indirizzo all’esecutivo e ai settori comunali di intraprendere tutte le azioni opportune al fine di contrastare i provvedimenti previsti dallo sciagurato art. 23bis L. 133/2008, modificato dall’art. 15 D.L 135/2009, che condurranno, come detto, alla messa a gara della gestione del servizio idrico integrato ed alla consegna dell’acqua ai privati entro il 2011.

REALIZZAZIONE IMPIANTI EOLICI = Due i fatti nuovi che ci hanno convinto a riconvocare un Consiglio sulla tematica. Il primo è, come detto, una Conferenza di Servizi convocata a fine giugno sul progetto della Sorgenia di 105 MW in località Monte Coppe, Colle Spione e Parata Ungaro, che la Regione ha poi sospeso (a riprova che purtroppo non erano sciocchezze le nostre, ma che la minaccia eolica sui nostri monti era concreta). Il secondo motivo riguarda le dichiarazioni del sindaco nel Consiglio Comunale precedente a quello di venerdì, in cui egli esprimeva la sua contrarietà all’eolico. Successivamente alla nostra convocazione, poi, aggiungeva che sarebbe stato questo il motivo della spaccatura tra lui e Barbieri perché lui, mai e poi mai, avrebbe voluto installare pali eolici.

Va però detto che tutto questo contrasta con l’atteggiamento assunto in concreto dal sindaco che aveva l’occasione per dimostrare che la sua non era solo l’ennesima scusa per incolpare altri delle proprie incapacità. Ha scelto di non partecipare al Consiglio, rimanendo in una posizione di ambiguità sull’eolico. Perché mentre a parole dice di essere contrario all’eolico, con i fatti dimostra il contrario dato che l’anno scorso votò contro la nostra proposta, finalizzata a negare installazioni eoliche su tutto il territorio comunale.

Tra un ospedale chiuso che verrà riconvertito, un tesoro prezioso come la collezione Mazzacane che ancora non è stato allestito nel Museo della Ceramica (la cui riapertura è stata promessa dal sindaco per maggio 2011), la critica situazione economica del Comune, discriminazioni varie operate dal sindaco ed altri problemi creati in questi 18 mesi, forse a qualcuno potrebbe sembrare esagerato parlare di vittoria. Ma non è così. Queste nostre due battaglie, nate dall’amore genuino e disinteressato per Cerreto, sono state vinte a vantaggio della comunità.

Sentiamo perciò l’esigenza di ringraziare tutti i consiglieri che con il loro voto favorevole hanno salvato Cerreto dall’ennesima sciagura. E’ una vittoria del buon senso e di chi “da sempre” tutela il nostro territorio.

Per quanto ci riguarda non consentiremo a nessuno di strumentalizzare una battaglia che stiamo portando avanti dal 2005 e che oggi, finalmente, vede un ottimo risultato in termini di volontà politica. Oggi possiamo dire che a Cerreto Sannita non verranno installati i pali eolici e questo sicuramente non grazie a chi con la sua assenza ha dimostrato ancora una volta ambiguità verso la comunità e i temi importanti per la stessa e continua, arrogantemente, a non preoccuparsi delle esigenze e dei problemi dei cittadini!!!

GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA “DA SEMPRE PER CERRETO”
(i consiglieri comunali Roberto Stanziano, Sebastiano Ricci, Rocco Corvaglia,
Giovanni Pio Marenna e Giuseppe Fappiano)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.