Le pagelle di Jack: Lavorgna Basket Telese – Euroservice Bn 77-88

0

di Alfredo Canelli. Le pagelle sono fatte con ironia e per farsi due risate. Fino a qualche tempo fa le pubblicavamo sul forum della squadra sotto il nickname Jack e da qui ‘le pagelle di Jack’

Nick Buontempo 6.5: Aguirre doveva metterlo in difficoltà, gli avversari dovevano darci 40 punti, ma non avevano fatto i conti con lui! La partita sappiamo come è finita, quel che non sappiamo e che forse possiamo solo immaginare è che ad Aguirre sia venuto un gran mal di testa! Ha preso lezioni di pallacanestro dal nostro cucciolo, e che lezioni! Nel primo passo è stato sempre imprendibile, nel palleggio eccezionale e quando provava ad entrare riusciva anche a far male ai grossi difensori sotto canestro. Se riuscisse a mantenere l’umiltà con la quale ha giocato l’ultima partita per il resto del campionato, potrebbe davvero essere il nostro jolly. Si dice che l’Euroservice abbia l’asse play-pivot più forte del campionato, in questa partita Nick con Ilchev e Mainolfi hanno sfatato ogni mito. MYTHBUSTER

Giuseppe del Basso 6-: in un match così tecnico lui dovrebbe trovarsi a suo agio; purtroppo oltre alla tecnica i giocatori avversari portano in campo anche colpi proibiti che gli arbitri non vedono (o forse fanno finta di non vedere!), entra in campo a partita già iniziata, ma oltre a quei due chili di “panzella” in più che lo limitano e non lo fanno volare alto come vorrebbe, porta sulle spalle un po’ di nervosismo, che sfocia in una reazione non degna di lui e del giocatore di talento quale è! Una buona prestazione a sentire il pubblico, a mio umile parere la sua sufficienza è ben altra. Nella vita non si finisce mai di imparare, forse è ora che impari ad essere anche un po’ più furbo oltre che un ottimo cestista, visto che come abbiamo visto gli arbitri non lo aiutano quando lo usano come sacca: PUNGIBALL

Francesco del Basso S.V. : nella scorsa partita in casa abbiamo visto che difficilmente rimarrà in panchina per tutta la partita come domenica scorsa. Chi lo segue in allenamento vede i suoi costanti miglioramenti, quindi non ti abbattere che ne hai di tempo per dimostrare quanto vali! ALLA PROX

Luigi Mainolfi 6+: Tecnicamente sempre meglio nei movimenti nell’area piccola e sempre pronto a scaricare palle d’oro agli avversari. Se avesse continuato a giocare come ha fatto nei primi due quarti sarebbe stata un’altra partita. Avevo scommesso con molta gente che sarebbe uscito per cinque falli prima del terzo quarto, avere un avversario come Visnijc che lo riempie di lividi non è facile; invece lui non solo mi ha fatto perdere la scommessa, ma ha saputo anche farsi valere e rispondere colpo su colpo agli avversari; è riuscito a stare calmo e a dialogare sempre con tutta la squadra quasi come se fosse in una trans agonistica. THE PEACEKEEPER

Stefano Liucci S.V.: è un peccato dover vedere questo “giovane” ragazzo seduto in panchina durante una partita del genere, nella quale avrebbe dato sicuramente un grosso aiuto ai suoi compagni. Sta molto meglio in completino e in campo che in tuta e in panchina! Ancora una volta: GUARISCI PRESTO

Filippo Valentino 5: Dotato di tanto talento, lo spreca aggrovigliandosi da solo in non si sa quale ragionamento. Perde un po’ troppe palle,in diverse occasioni e forza troppo la conclusione e anche in difesa le sue fasi sono altalenanti. A volte fa esaltare la curva con delle finalizzazioni geniali, altre volte la fa sbottare in un “noooooooo”. Proprio per questa condotta altalenante non ci sono particolari importanti da riportare, in una partita alquanto anonima. CI VOGLIONO I CAZZOTTI IN TESTA!

Andrea Mascia 4.5 : Appena il coach lo ha mandato in campo ho pensato che Mascia avrebbe potuto dare sfoggio del suo talento, facendo esaltare il pubblico come sempre, ma questa volta, dopo il rimbalzo catturato nella sua prima azione scompare, assente mentalmente più che fisicamente, non è riuscito a prendere il ritmo della partita. Spero si rifaccia nella prossima, perché la squadra ha bisogno di lui : FILE NOT FOUND

Jason Lamar Ponds  5: Ho fatto un esperimento ho chiesto alla gente che ha visto la partita cosa pensava di Jason, tutti mi hanno risposto nella stessa maniera: “si vede che non sta bene fisicamente, si deve far vedere di più dai suoi compagni e deve avere più personalità!”. Io sono convinto che questo lo sa già anche lui e che appena i suoi problemi fisici finiranno ci farà rimanere a bocca aperta. LET’S GO BEAUTIFUL! (JAMM BELL JA!)

Andrean Ilchev 6.5 : ma vi siete resi conto come esulta quando segna? Ruota un po’ la testa alza un po’ le mani, come a dire: “non c’è bisogno di applaudire questo è il mio mestiere! Che ve lo dico a fare! è da vedere, anzi da ammirare! Bisogna solo vederlo giocare per capire il calibro di questo giocatore, è una poesia di D’Annunzio, un quadro di Boccioni, una scultura di A.Pomodoro: tecnica, talento e sportività in un unico movimento, quello di quando carica la palla per tirare da tre. Una stoppata è già troppa in campionato, spero per te non ce ne siano altre!(è una minaccia!) THIS IS BASKETBALL!

Gianmarco Moccia (K) S.V.: credo che in questa partita abbia capito che essere capitano ha anche altri significati e che non è solo nel riconoscimento che lo si urla. Il 4 avversario se lo ricorderà sicuramente che lui è il capitano, così come lo ricorderanno gli atleti bianco-blu. Il suo talento, quello che è stato e quello che potrà dare alla squadra, sicuramente sono molto più importanti che ricordarlo in questa partita per il fallo. Questo però lo sappiamo già, lo sanno i suoi compagni e il suo coach. Aspettiamo sempre la bomba in sospensione. Come ha detto anche lui, ricorda: SEI MOLTO DI PIU’

Coach De Martino 7.5 alla fine del primo quarto mi ero ripromesso che se avessimo vinto le avrei dato il max, ci siamo andati vicini. Forse si poteva vincere, forse ci è andata fin troppo bene, non so. Di una cosa sono certo: la preparazione alla gara è stata impeccabile, quasi perfetta. La squadra ha dimostrato, prima a se stessa, poi agli altri, il suo valore. Mi permetterei di aggiungere che in questa partita anche il coach ha dimostrato quanto vale. COMPLIMENTI

La curva 7: la curva chiede alla dirigenza di dividere i posti e limitare gli ospiti in settori, così da evitare le orde di maleducati che vengono a vedere la partita. Inoltre, sempre per evitare ai “portaseccia” di raggiungere il loro scopo, chiede ancora una volta di mettere il sale dietro l’entrata, se qualora non bastasse chiamate Don Gerardo! Per il resto nulla di nuovo dagli spalti. Mi piace sempre sottolineare che il pubblico si accorge delle varie infrazioni e i vari falli prima degli arbitri. VI VOGLIAMO COSI’

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.