Consumatori: banche, il reclamo non basta, ecco cosa fare

0

di Maria Luigia Grasso. Con banche ed intermediari finanziari, a volte il solo reclamo non basta. Bisogna andare oltre. Insistere nella contestazione di comportamenti che si ritengono non corretti. Lo ha ribadito il Centro Tutela Consumatori Utenti, ricordando gli ulteriori strumenti che la prassi e la legislazione mettono a disposizione dei clienti, come l’organismo di conciliazione presso l’associazione dei consumatori, l’Arbitro Bancario Finanziario e, come ultima ipotesi, le azioni legali.

Certi clienti, ad esempio, avevano in corso mutui ipotecari a tasso variabile e da qualche tempo a questa parte si trovavano pagare interessi superiori addirittura alle soglie di usura previste dalla legge. Dopo un primo reclamo inviato ai rispettivi istituti, ed una prima risposta di rigetto da parte loro, si sono avvalsi della seguente procedura di reclamo .

procedura di reclamo:

  1. invio di reclamo all’Ufficio Reclami della banca, a mezzo raccomandata a.r.;
  2. la banca ha tempo 30 giorni di calendario per fornire una risposta, ma anche per non fornirla;
  3. decorsi i 30 giorni, il consumatore può richiedere l’intervento di un’associazione dei consumatori oppure direttamente tentare la strada della conciliazione a mezzo dell’Organismo di conciliazione presso la stessa associazione;

Movimento Consumatori  Sezione di Benevento – Valle Telesina

Via dei Mulini 59/b   82100 Benevento                  Via S.Maturi  , 16 – Amorosi  (BN)

Tel. 08241810627 -0824970622  Fax 0824970622 Cell.347/8011651  oppure  339/2378407

benevento2@movimentoconsumatori.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.