Gli amministratori locali: difesa del territorio prima di tutto

0

di Angelo Centrella. Azione Giovani Valle Telesina: “Non condividiamo lo sversamento dei rifiuti del napoletano nel Sannio” La difesa del territorio e il radicamento con le comunità di riferimento sono valori fondamentali dai quali non si può prescindere; inoltre l’identità e la natura del nostro Sannio, elemento caratterizzante e distintivo all’interno della regione, imporrebbero di salvaguardare quella che è la salubrità ambientale e il comparto agricolo, quest’ultimo motore economico e biglietto da visita della provincia.

Va inoltre sottolineato quanto il Sannio abbia già dato in termini di responsabilità istituzionale e solidarietà regionale poiché, come tutti ricorderanno, la scorsa emergenza rifiuti fu “risolta” proprio grazie all’apertura della discarica di Sant’Arcangelo Trimonte, interessata oggi, cosa non certo trascurabile, da un nuovo piano di stabilizzazione e messa in sicurezza, attese purtroppo le sue condizioni strutturali non certo ottimali.

Non ci si può ricordare del Sannio solo per lo smaltimento dei rifiuti; siamo noi stessi a richiedere, da tempo, responsabilità e solidarietà istituzionale e non marginalità. Ci saremmo aspettati, leggendo la posizione assunta dell’On. Formichella, oltre che una difesa d’ufficio dell’ordinanza regionale, una qualche parola in favore degli interessi e per la salvaguardia del territorio, aspetti che a nostro avviso hanno il valore più rilevante.

Tutti d’accordo sulle responsabilità oggettive del centro sinistra e dei suoi disastri negli ultimi 15 anni, ma non può essere sempre tollerato che ogni qual volta vi siano agitazioni ed emergenze nel napoletano si possa pensare, con tanta facilità, di far pagare alla nostra provincia i costi delle inefficienze altrui. È un meccanismo che bisogna rompere.

Siamo d’accordo per questo con i consiglieri provinciali Luca Ricciardi e Dante Molinaro quando affermano che “sul disastro ambientale e sulla vertenza rifiuti chiare sono le responsabilità del malgoverno di Bassolino e del vuoto politico della Jervolino,  ma occorre sancire un principio, una definitiva inversione di rotta, il Sannio non può essere considerato come un territorio residuale, a uso e consumo degli interessi napoletani”.

Amministratori locali:

  • – Dante Tammaro – Consigliere Comunale Solopaca
  • – Giuseppe Meola – Consigliere Comunale Ponte
  • – Alfonso Marotta – Consigliere comunale Limatola
  • – Roberto Natillo – Consigliere comunale San Salvatore Telesino
  • – Patrizia Tanzillo – Consigliere Comunale Telese Terme
  • – Filippo Cocozza – Consigliere Comunale Faicchio

Coordinamento Azione Giovani-Giovane Italia Valle Telesina:

  • -Marco Falconieri – Azione Giovani-Giovane Italia Telese Terme
  • -Giuseppe Casillo – Azione Giovani-Giovane Italia Solopaca
  • -Luca Pacelli – Azione Giovani-Giovane Italia San Salvatore Telesino
  • -Domenico Iannelli – Azione Giovani-Giovane Italia Ponte

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.