Cerreto. Turismo non dovrebbe essere l’eccezione di un giorno

0

di Giovanni Pio Marenna. Archiviata Olio Capitale, che da buona occasione di valorizzazione per Cerreto Sannita si è trasformata in un’opportunità non sfruttata, ci si prepara domani ad accogliere i turisti nell’iniziativa nazionale della “Giornata Touring” (10 ottobre ndr), incentivando la conoscenza delle nostre bellezze tipiche. Per questa occasione dovrà essere esaltato il turismo di qualità e la capacità dell’accoglienza. Due concetti che, nel corso di quest’ultimo anno, sono stati letteralmente sgretolati da chi aveva il compito di promuoverli e rilanciarli. Cerreto per come è strutturato, per il suo essere un museo a cielo aperto ha bisogno, e lo ripeteremo fino alla nausea, di un turismo di qualità perfettamente organizzato nei minimi dettagli nella ricezione ed accoglienza dei visitatori. Evidentemente, durante quest’ultimo anno, è mancata la volontà di mettere in moto tutto questo. Basti pensare a turisti spesso a zonzo per Cerreto senza punti di riferimento e senza guide qualificate. Basti pensare al museo della ceramica spesso e volentieri chiuso in orari e in giorni festivi in cui erano presenti dei turisti (per non parlare dei bagni perennemente in condizioni fatiscenti ed indecorose). Basti pensare al fatto che nessuna tipicità caratteristica, urbana ed extraurbana, è stata valorizzata. Basti pensare al fatto che i ceramisti sono stati poco o per nulla stimolati con attività organiche a questo potenziamento (che ne è stato della blasonata e propagandata manifestazione dedicata all’arte ceramica a cadenza annuale? Chiacchiere e fumo negli occhi). Basti pensare che con tre musei presenti non è stata programmata nemmeno un’attività durante la Giornata Internazionale dei Musei. Basti pensare alla malsana idea che ancora circola di voler installare i pali eolici (idea che fa a cazzotti con la stessa bandiera arancione). E potrei continuare nell’elencazione fino alla prossima “Giornata Touring”.

Dunque, oltre a due gesti simbolici pensati per i turisti dal Touring Club (come il “sacchetto della qualità” e l’attribuzione di un “diploma di cittadino 10 e lode!”), nella giornata di domenica saranno previste visite guidate gratuite che toccheranno anche il museo della ceramica cerretese ed il museo di Arte Contemporanea, degustazioni di prodotti tipici cerretesi, dimostrazione e spiegazione dei vari momenti della lavorazione delle ceramiche tipiche cerretesi e visita alle botteghe ceramiche. Dalla programmazione la giornata di domani, in termini di ricezione ed accoglienza dei turisti e da un punto di vista organizzativo, dovrebbe promettere bene. Certo è che, per un gioiello come Cerreto, queste iniziative non dovrebbero essere l’eccezione di un giorno, ma la regola di almeno tutti i week-end. Fin quando non entrerà nella testa ciò, risolveremo ben poco.

Giovanni Pio Marenna, consigliere comunale

del gruppo consiliare di minoranza “Da sempre per Cerreto”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.