Telese. Consiglio Comunale del 20 settembre 2010

0

di Antonio Giaquinto. (Ufficio stampa del Comune di Telese Terme) Nuova riunione del Consiglio Comunale ieri sera presso la sala Goccioloni delle Terme. Ad inizio seduta, alle 18.26, il Presidente Michele Selvaggio ha invitato i Consiglieri e i cittadini presenti ad osservare un minuto di raccoglimento per onorare la memoria della giovanissima Giusy Angelone deceduta in seguito ad un incidente stradale, del Sindaco di Pollica Angelo Vassallo e il tenente dell’esercito Alessandro Romani caduto in Afghanistan.

Dopo l’approvazione del verbale della seduta precedente, è iniziata la discussione sul secondo punto all’ordine del giorno relativo alla riorganizzazione dei servizi sanitari in valle telesina e alla proposta del Consiglio Comunale di Cerreto Sannita di dislocare in quel Comune alcuni servizi presenti a Telese Terme. Il Presidente Selvaggio dopo aver sottolineato che la richiesta di convocare un Consiglio Comunale aperto al Commissario straordinario ASL BN1 dr. Enrico Di Salvo e alla deputazione provinciale, regionale e nazionale sannita sarà effettuata i tempi brevi anche grazie al lavoro congiunto, in tal senso, del Sindaco e dei capigruppo di maggioranza Bozzi e di minoranza Di Cerbo, ha chiarito di aver convocato ugualmente il Consiglio Comunale per informare i cittadini sul lavoro svolto dall’Amministrazione Comunale.

Il capogruppo di minoranza ha confermato i contatti avuti con il vertice Asl e il Prefetto di Benevento dr. Michele Mazza ponendo l’accento sull’importanza della piena collaborazione tra maggioranza e minoranza consiliare al fine di evitare la perdita di servizi sanitari attualmente presenti a Telese Terme e di chiedere il ritorno nella cittadina termale del servizio di Guardia Medica. Ha quindi invitato l’intero Consiglio Comunale a continuare a tenere alta l’attenzione per evitare che, nonostante le assicurazioni verbali ricevute, si possa perpetrare uno scippo ai danni della comunità e dell’intera valle vista la centralità di Telese Terme.

Il Sindaco Pasquale Carofano nel ringraziare il Commissario dr. Enrico Di Salvo per la disponibilità mostrata nel recepire le istanze della comunità telesina, e, ribadendo la assoluta fiducia e stima nei suoi confronti, ha confermato la necessità di seguire gli sviluppi di tale delicata vicenda e l’importanza della piena collaborazione tra maggioranza e minoranza. Appena sarà possibile sarà convocato il Consiglio Comunale aperto alla deputazione provinciale, regionale e nazionale e al Commissario Di Salvo per avere una conferma in forma ufficiale delle assicurazioni ricevute sul ritorno della Guardia Medica a Telese e sul potenziamento dei servizi attualmente presenti.

Dall’Assessore Giovanni Liverini è arrivata la proposta al Consiglio di adottare una decisione ufficiale in tal senso da trasmettere al Prefetto e al Commissario Asl anche al fine di contrastare eventuali tavoli di lavoro, di alcune parti politiche, sui quali possa essere rimessa in discussione la centralità e l’importanza per l’intera valle della città di Telese Terme.

L’Assessore Gennaro Capasso ha escluso che la parte politica che attualmente guida la Regione Campania e della quale lui fa parte, il Pdl, intende scatenare una guerra tra Comuni, che ha ben presente la centralità che riveste la cittadina termale e che si pone l’obiettivo di far sì che ogni comunità possa avere un riscontro positivo nell’ambito del riassetto dei servizi sanitari.

La delibera di Consiglio Comunale approvata all’unanimità rinvia l’odg sull’organizzazione dei servizi sanitari in valle telesina a un prossimo Consiglio Comunale aperto alla deputazione provinciale, regionale e nazionale, al Prefetto e al Commissario Asl BN1, auspica la conferma e il potenziamento dei servizi sanitari attualmente presenti a Telese Terme e il ritorno nella cittadina termale del servizio di Guardia Medica.

Terzo punto all’ordine del giorno: approvazione del Regolamento per la gestione ed utilizzo degli impianti sportivi.

Nella sua relazione il Consigliere con delega allo sport Francesco Bozzi ha evidenziato la necessità di regolamentare l’utilizzo delle strutture sportive di proprietà del Comune al fine di ottimizzare i costi, in ottemperanza al disposto della Finanziaria 2003 e 2006, attraverso la determinazione di tariffe di uso che consentano di migliorare i servizi negli impianti dove svolgono la loro attività tante associazioni che indubbiamente hanno il merito di avvicinare alla pratica sportiva i ragazzi.

Il capogruppo di minoranza Giuseppe Di Cerbo ha immediatamente annunciato il voto contrario del suo gruppo ritenendo poco chiari i criteri di determinazione delle tariffe e sottolineando che il Comune di Telese Terme, con questo regolamento, non solo non offre un contributo alle associazioni che disputano tornei di rilievo regionale e quindi promuovono la cittadina termale,  ma addirittura si chiedono soldi per l’utilizzo delle strutture sportive, creando in questo modo seri ostacoli a tutto il movimento sportivo telesino. Ha infine rilevato che il regolamento è stato redatto senza il contributo della minoranza e soprattutto senza la partecipazione delle associazioni sportive.

L’Assessore Gennaro Capasso ha chiarito che non bisogna far passare il messaggio negativo che con tale regolamento si certifica la morte dello sport a Telese Terme. Si chiede solo di contribuire in parte alle spese di manutenzione degli impianti in linea con la normativa vigente. Che poi l’Amministrazione Comunale possa sostenere con risorse aggiuntive le associazioni sportive è un altro discorso.

Nella sua replica il Consigliere Bozzi ha rimarcato la esigenza di una regolamentazione dell’utilizzo di strutture comunali a garanzia di tutti nell’ottica di una tutela degli impianti sottoposti ad un uso continuo per una rotazione indiscriminata degli utilizzatori.

Inoltre replicando alle osservazioni del Consigliere Di Cerbo sul mancato coinvolgimento del gruppo di minoranza e delle associazioni sportive, Bozzi ha evidenziato che ci sono state due riunioni con i responsabili delle associazioni che sono state tempestivamente informate del lavoro che si stava ponendo in essere e che il regolamento, che si compone di 31 articoli, era stato già  approvato in sede di Commissione consiliare.

Infine ha precisato che le tariffe non saranno assolutamente di tipo vessatorio e saranno determinate in base alle fasce orarie di utilizzo e dei consumi di energia elettrica e che gli introiti potranno essere anche riutilizzati per il miglioramento delle strutture stesse.

Il Sindaco Carofano ha ribadito la necessità di ottimizzare le spese perché è dovere di una Amministrazione evitare sprechi di risorse pubbliche nell’interesse dell’intera comunità. In replica all’osservazione del Consigliere Di Cerbo sulla necessità di maggiori chiarimenti riguardo alla determinazione delle tariffe di uso, il primo cittadino ha rimarcato che saranno determinate dalla Giunta perché tale decisone rientra nelle prerogative dell’organo esecutivo e non del Consiglio che esprime solo pareri di indirizzo generale. La maggioranza ha approvato, la minoranza ha votato contro.

Successivo punto all’odg relativo al regolamento per la concessione in uso dei palchi con relazione dell’Assessore Carmine Covelli che ha immediatamente precisato, in ciò confortato in seguito dal Sindaco, che in caso di manifestazioni che godono del Patrocinio del Comune, l’uso dei palchi è assolutamente gratuito. La maggioranza approva, voto contrario della minoranza.

5° punto all’odg l’approvazione del Regolamento per l’esecuzione di scavi su suolo pubblico. Il relatore Assessore ai Lavori Pubblici Giovanni Liverini ha sottolineato che il regolamento si è reso necessario al fine di razionalizzare la materia e di  monitorare efficacemente il territorio spesso violentato da scavi che producono danni senza che poi sia assicurato il ripristino dei luoghi. Saranno determinate delle tariffe differenziate in relazione al tipo di scavo da effettuare e le somme incassate costituiranno un tesoretto al quale attingere per ripristinare la viabilità dopo i lavori effettuati.

Approvazione all’unanimità. Infine su proposta del Consigliere Alfano è stata approvata una delibera in cui il Consiglio Comunale esprime voti al Parlamento Europeo per la modifica della delibera sull’utilizzo degli animali per scopi scientifici.

Voti a favore 14 e due contrari dopo che il Consigliere Gianluca Serafini ha invitato il Presidente Selvaggio ad eliminare nel testo proposto ogni riferimento a partiti ed esponenti politici in modo da non urtare la sensibilità di Consiglieri di diversa appartenenza politica e da raggiungere un voto favorevole più ampio possibile. Proposta accolta.

La seduta è stata chiusa alle 20.30.

Telese Terme 20/09/2010

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.