San Salvatore Telesino. Resoconto del Consiglio Comunale di venerdì 24 settembre

0

di Giuseppe Creta. Si è riunito il Consiglio Comunale in seduta pubblica venerdì 24 settembre, alle ore 18,00, presso l’Aula Consiliare del Palazzo Municipale di Via Gioia, messa a nuovo con un innovativo sistema audio e di registrazione!

Il Sindaco Prof. Pasquale Izzo e l’Assessore La Fazia hanno risposto, per quanto di competenza, all’interrogazione ed all’interpellanza ai primi punti dell’o.d.g. In merito ai 200 tagliandi per cure termali forniti dal concessionario al comune in ottemperanza al contratto di sub-concessione, il Sindaco ha riferito di averli distribuiti equamente tra i Consiglieri e non messi a disposizione dei cittadini più bisognosi, mentre i 100 cartoni di bottiglie di acqua sulfurea sono stati distribuiti ai cittadini che ne avevano fatto richiesta dopo l’affissione di opportuno avviso avvenuta solo a seguito dell’interrogazione del consigliere di minoranza. Il Sindaco e l’Assessore competente alla risposta all’interrogazione hanno assicurato di aver provveduto alla verifica della effettiva presenza di abusi edilizi sul territorio e di aver posto in essere gli opportuni adempimenti di legge relativamente a quei fabbricati e manufatti risultati costruiti senza permesso a costruire. Gli stessi, inoltre, in merito agli occupanti di fabbricati residenziali ancora non ultimati e privi del certificato di agibilità, hanno affermato che non sono né proprietari né residenti, senza chiarire, però, se pagassero i servizi (acqua, spazzatura , ecc.). Comunque, per dovere di cronaca, uno dei due inquilini è da sempre residente in San Salvatore, e non è certo guardiano del condominio.

Dopo l’approvazione con i soli voti della minoranza della I° variazione al Bilancio 2010, si è passati all’esame del conto consuntivo 2009. Alla relazione del Sindaco che dichiarava la chiusura del conto con un disavanzo di amministrazione, dovuto, a suo avviso, ai famosi “debiti” provenienti dal passato e  all’operazione di pulizia di entrate tributarie non più riscuotibili. Alla copertura del disavanzo l’amministrazione provvederà alla vendita di un altro appezzamento di terreno nei pressi del Centro Relax.

I dati e il disavanzo di amministrazione esposti nel conto consuntivo, nonché i motivi addotti dal Sindaco, sono stati contestati come non veritieri dal Consigliere di minoranza. Nella lunga relazione letta, che sarà parte sostanziale del deliberato, è stato messo in evidenza che nei primi sei mesi di amministrazione il Sindaco ha impegnato “debiti” di competenza del 2009, non provenienti dal passato, per 2.856.566,08 euro rispetto ad una disponibilità di 2.666.031,85 euro, creando un buco finanziario di ben 190.534,23 euro, unico e vero motivo del disavanzo di amministrazione di 153.042,13 euro, che artatamente ancora una volta si tenta di attribuire al passato!   E’ stata dimostrata la sussistenza di irregolarità contabili e giuridiche in accertamenti di entrate ed in impegni di spesa effettuati senza la prescritta documentazione ed atti (determine o delibere) oltre i termini temporali previsti dalla normativa in materia.

Alla maggioranza è stato chiesto di rinviare l’argomento e di riproporre a breve scadenza il conto consuntivo adeguandolo alla normativa vigente con l’apporto delle correzioni evidenziate. La maggioranza ha votato contro tale richiesta ed ha approvato con altra votazione il conto consuntivo così come presentato con tutte le anomalie contabili e giuridica riscontrate. La minoranza ha votato contro il conto consuntivo, così come proposto, chiedendo al Segretario comunale l’invio della documentazione agli organi superiori competenti per gli accertamenti giuridici e contabili che il caso richiede, mentre al Sindaco è stato chiesto l’avvio delle procedure di accertamento delle responsabilità di quanti hanno contribuito al disavanzo economico di competenza 2009 di 190.534,23 euro, causa determinante del disavanzo di amministrazione di  153.042,13 euro.

Sono stati approvati con i soli voti della maggioranza gli altri punti all’o.d.g. tra i quali anche gli equilibri di bilancio 2010 e la vendita del terreno adiacente il centro relax. Alla convezione con la Comunità Montana per i servizi associati la minoranza si è astenuta.

Giuseppe Creta

consigliere di minoranza

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.