Cerreto: ormai è tardi, guarda il tempo, vola via

0

di Giovanni Pio Marenna. Sollazzato tra una cena privata ed un altro sperpero di denaro pubblico che non ha prodotto risultati, ancora una volta il sindaco fa finta che sulla questione ospedale non stia succedendo niente. L’ospedale è sano e salvo, i reparti esistenti non solo non chiuderanno i battenti ma ne verranno aggiunti degli altri e nessun componente del personale verrà trasferito. Quindi perché preoccuparsi? E poi ci sono quelle 7/8 opzioni (che nessuno conosce) che potenzieranno (rispetto a che?) l’ospedale “Maria S.S. Delle Grazie” di Cerreto Sannita. Perché allarmarsi? Quando l’incoscienza gioca dei brutti scherzi. Mentre il sindaco dorme, il piano del sub-commissario Zuccatelli, peggiorativo della legge 16/2008, approvato e benedetto da Caldoro, ministri, Pdl e chi più ne ha più ne metta (cioè da quelli che, per bocca del sindaco, in cambio del voto alle Regionali, avrebbero dovuto salvare il nostro ospedale), sta per essere applicato. Dal 1 ottobre stop ai ricoveri, dal 15 personale ed attrezzature verranno trasferiti, dando inizio alla riconversione del nostro nosocomio in struttura assistenziale territoriale.

Ma nel Consiglio Comunale Aperto del 23 luglio 2010 non era stato deciso che avremmo dovuto incontrare il presidente della V Commissione???

Sono passati due mesi e quell’incontro, una sorta di ultima spiaggia, non si è mai tenuto. E così dopo la patetica pantomima degli “spot acchiappavoti” durante le Regionali, dopo le fantomatiche controproposte, dopo una strategia totalmente improvvisata e da sciacallaggio puro, dopo aver illuso i cerretesi ancora una volta, il sindaco, forse convinto che Cerreto non faccia parte della Repubblica democratica italiana, disattende una decisione del Consiglio Comunale. Insomma per dirla alla Re Sole “Lo Stato sono io”!

TUTTO QUESTO E’ ILLEGITTIMO ED INACCETTABILE!!!

Entrato silenziosamente in letargo, il sindaco sta facendo scorrere velocemente i giorni che ci separano da quel 1 ottobre senza essere stato capace in due mesi di organizzare l’incontro con il presidente della V Commissione della Sanità Regionale Schiano, che peraltro sta incontrando altri sindaci ed altri comitati…tant’è che si vocifera che fra poco inizierà ad incontrare anche i singoli cittadini…!

Torniamo seri. Il sindaco di Bisaccia, paese che sta vivendo il nostro stesso dramma, sicuramente molto più maturo, più responsabile e seriamente spaventato per l’evolversi della situazione, a Schiano lo ha già incontrato. Il nostro, invece, probabilmente è persuaso che la battaglia sia già persa e non prova neanche a fare ulteriori tentativi (tra l’altro stabiliti in un Consiglio Comunale). Ma forse è sempre stato convinto di questo, pensando che fare un po’ di rumore lo avrebbe sollevato da ogni responsabilità!!!

SI E’ COMPORTATO DA IRRESPONSABILE!!!

Non pensi di far credere ai cerretesi che il nuovo piano sarà migliorativo: ora come ora l’ospedale sarà ridimensionato (ormai lo sanno anche le pietre).

Ormai è tardi, guarda il tempo, vola via” cantava Vasco Rossi….ormai è tardi.…e tu dormi….

GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA “DA SEMPRE PER CERRETO”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.