A proposito di ‘Nonno Taxi’ giovani e cattivi maestri

1

di Salvatore Verrillo. Invio in allegato il testo dell’interrogazione a risposta scritta da me presentata ieri sulla questione dell’attivazione del servizio nonno taxi a dir poco sconcertante per l’approccio semplicistico e superficiale di chi addirittura si propone per amministrare il paese!

::

::

::

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

All’Assessore alle Politiche Giovanili

Al Sindaco di

CASTELVENERE

Il sottoscritto Salvatore Verrillo, consigliere comunale del gruppo P.D.L. di codesto Comune,

PREMESSO

-che da notizie di stampa ha appreso che, su proposta di un’associazione operante sul territorio e di un partito politico, è stato richiesto al Forum dei Giovani di attivare un servizio cosiddetto di “nonno taxi” consistente nel mettere a disposizione degli anziani che ne facciano richiesta un’autovettura ed un giovane autista accompagnatore per pubblica utilità;

-che, sempre da notizie di stampa, risulta che “il Forum dei Giovani” abbia accolto tale proposta impegnandosi ad attivare il servizio;

-che in data odierna, mediante l’affissione di locandine a stampa, ha appreso che il servizio sarà attivo a partire dal 15.09.2010;

-che tali locandine recano nella parte superiore il logo del Forum dei Giovani e dell’assessorato alle politiche sociali del Comune di Castelvenere;

CONSIDERATO

-che il servizio offerto, di indiscussa rilevanza sociale, costituisce un servizio pubblico e come tale assoggettato alle norme regolatrici in materia;

-che l’espletamento del servizio di trasporto di terzi può essere espletato solamente con autovetture adibite a servizio pubblico o per conto terzi e che tali autovetture debbono essere coperte da idonea polizza di assicurazione per la responsabilità civile;

Tanto premesso e considerato, anche al fine di tutelare i giovani che daranno la propria disponibilità al servizio che resterebbero esposti in prima persona ad ogni sorta di responsabilità,

CHIEDE

alla S.V. di conoscere che tipo di provvedimento è stato adottato dall’assessorato per l’attivazione del servizio, anche in termini di mero patrocinio;

-quali e quante autovetture sono state adibite al servizio e se le stesse sono in regola con le norme regolatrici di cui al vigente codice della strada in materia di permessi, autorizzazioni  e soprattutto in materia di assicurazioni sulla responsabiltà civile.

In ogni caso, chiede alla S.V. di attivarsi perché sia assicurato un servizio conforme alle norme che sia espletato in sicurezza e con esonero di responsabilità di ignari soggetti attuatori.

Con espressa richiesta di risposta scritta entro i termini di legge.

Con l’occasione porgo distinti saluti.

Castelvenere 07.09.2010

Salvatore Verrillo

1 commento

  1. “Fuori dal comune” giornale di Castelvenere e dintorni che verrà distribuito a breve appoggia totalmente la sua interrogazione. Giorni fa abbiamo pubblicato sia sul sito del giornale che su vivitelese 5 domande scomode al forum dei giovani. Non appoggiamo nessun partito politico. Noi , siamo ragazzi liberi che si limitano a sottolineare gli episodi “fuoridalcomune” di Castelvenere e non solo. A queste domande non è ancora stata data risposta, ma credo non saranno date.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.