Telese. Regolamentazione circolazione stradale su Corso Trieste

2

di Antonio Giaquinto. (Ufficio stampa del Comune di Telese Terme) L’Amministrazione Comunale dopo aver esaminato alcune situazioni di criticità emerse in tema di circolazione stradale e di vivibilità, ha cercato di individuare delle soluzioni su tratti congestionati dal passaggio dei veicoli a motore, che possano rendere il traffico veicolare più fluido e non ostacolato dal parcheggio selvaggio da parte di automobilisti per nulla rispettosi delle norme del codice della strada.

Una prima disposizione riguarda Corso Trieste che dal 10 ottobre 2008(Ordinanza n.77/2008) era stato oggetto di una disposizione che istituiva il senso unico di marcia dall’intersezione con via C.Colombo fino all’intersezione con via Piave. Per effetto dell’Ordinanza n.38 del 07.07.2010 in considerazione delle caratteristiche tecniche della strada suddetta e al fine di garantire una circolazione dei veicoli più scorrevole, si ripristina il doppio senso di marcia di Corso Trieste dall’intersezione con via C.Colombo fino all’intersezione con via Bagni, inizio di via Lagni.

“Si tratta di un primo intervento – dichiara l’Assessore alla Polizia Locale Mario D’Occhio – che è reso possibile dall’ampiezza della strada e dalla possibilità di rendere più fluido il traffico su una arteria di grande importanza nel tessuto urbanistico della nostra cittadina, in quanto consente di raggiungere il centro dalla zona ovest senza passare per il quadrivio e causare intralci per le troppe auto in circolazione soprattutto in determinare ore della giornata”.

“Le soluzioni adottate – continua l’Assessore Mario D’Occhio – si inquadrano in una logica di sicurezza per l’intero tratto stradale e in prossimità degli innesti con altre strade che da sempre costituiscono un possibile pericolo dovuto all’imprudenza degli automobilisti. Stiamo valutando inoltre la possibilità di interventi sempre dal comune denominatore della sicurezza e di una maggiore vivibilità del territorio, anche in altre zone che presentano situazioni non ottimali come ad esempio la possibile istituzione del doppio senso di circolazione su via Garibaldi o del senso unico su via Manzoni, una inversione del senso di marcia in via Matteotti e in via Sannio. Provvedimenti che andranno poi ad inquadrarsi in un Piano Traffico che sarà redatto da esperti della materia in modo tale da raggiungere gli obiettivi di una disciplina corretta e razionale del grande traffico che caratterizza la nostra cittadina e, di conseguenza, consenta una migliore vivibilità anche grazie ad un presidio più costante del territorio da parte degli agenti della Polizia Municipale che hanno prolungato l’orario di lavoro fino alle ore 24.00 e che, in questo periodo estivo, saranno coadiuvati da 6 vigili con contratto per tre mesi”.

Telese Terme 09/07/2010

Comunicato stampa n.42/2010

2 Commenti

  1. Credo che ripristinare il doppio senso di circolazione in Corso Trieste sia stato un errore. Purtoppo nella nostra cittadina capita spesso che le scelte operate non siano studiate, ma si che si lasci decidere a chi è prevalentemente dedido all’improvvisazione piuttosto che all’analisi attenta delle singole situazioni.
    Qualche esempio: Via Giovanni Papa XXIII° in pochi anni è stato cambiato più volte il senso di marcia riuscendo incredibilmente a rendere di volta in volta sempre più pericolosi gli incroci. Non dimentichiamo che pur di non cambiare il senso di marcia si autorizzava lo scuolabus a percorre la strada contromano!!!
    Vogliamo parlare delle due rotonde zona est (lato Cerreto e Castelvenere) sono semplicemente oscene ed hanno reso più pericoloso l’attraversamento degli incroci.
    Ci sono voluti 3 anni per rendersi conto che Via Massarelli e Via Garibaldi avevano lo stesso senso di marcia e che di fatto questa situazione gravava pesantemente sulla circolazione stradale. Oggi cosa si pensa di fare: ripristinare il doppio senso di marcia su Via Garibaldi. Tutti sanno che questa strada ha 2 punti critici: il primo la curva strettissima a 90° a ridosso di Piazza S. D’Acquisto, l’altro a ridosso del Cinema Modernissimo in quanto buona parte della strada è occupata dalle auto in sosta. Questi problemi sono ben noti, ma la testardaggine di qualcuno raggiunge picchi impensabili.
    Al nostro Mario D’Occhio suggerisco di credere meno alle favolette del compagno di pedalate serali e di rendersi conto di persona cosa accade REALMENTE nella nostra cittadina. Soluzioni come quelle adottate nell’intersezione stradale tra Via Tanzillo e Via C.Colombo sono oscene. Per ben 3 volte si è realizzato quello spartitraffico, con costi impressionanti, ora l’utilizzo è quello di area di sosta. Se sono reali i paventati problemi di sicurezza stradale ravvisati nell’utilizzo dello spartitraffico, non capisco come mai questi non vengano tenuti in considerazione per i veicoli che sostano dal momento che per rimettersi in marcia devono gioco/forza impegare l’incrocio in retromarcia senza poter vedere gli altri veicoli che si accingono ad impegnare il nodo stradale!!!!
    Sempre a proposito di spartitraffico giova ricordare l’altra brillante “invenzione” in prossimità del quadrivio. Quello spartitraffico (praticamente inutile se non per proteggere il semaforo) impedisce la svolta SICURA in uscita da Via Salerno verso la stazione e penalizza la possibilità di incanalarsi per svoltare su Via Roma lato chiesa.
    Sono ben noti i rallentamenti (quasi ingorghi) nel tratto finale di Via C. Colombo dove nonostante la segnaletica lo proibisca si sosta regolarmente su entrambi i lati. Idem accade in prossimita della Clinica S. Francesco dove gli amanti del caffè e del giornale parcheggiano tranquillamente, mentre chi deve recarsi in clinica per ricovero deve parcheggiare a 200/300 metri perchè non trova posto!
    Ma la cosa che continua a lasciarmi disgustato è che su Viale Minieri, dal quadrivio alle terme,e su Viale Europa in prossimità dell’ingresso delle terme continua a non essere previsto uno stallo di sosta per disabili. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA!!!!!!
    Caro Mario D’Occhio sto ancora aspettando che ti decida a convocare l’incontro con i cittadini sull’argomento traffico e viabilità. Più di un mese e mezzo fa hai preso un impegno (PUBBLICAMENTE) che fino ad oggi non hai mantenuto. Mi dispiace dovertelo ricordare ma sono sempre più convinto che se non lo facessi rischieresti di scagliarti sugli scogli perchè non sapresti resistere al suono ammaliante del fischietto di qualche seducente sirena.
    Giuseppe Grimaldi

  2. queste sono parole SANTE………………………. “Credo che ripristinare il doppio senso di circolazione in Corso Trieste sia stato un errore. Purtoppo nella nostra cittadina capita spesso che le scelte operate non siano studiate, ma si che si lasci decidere a chi è prevalentemente dedido all’improvvisazione piuttosto che all’analisi attenta delle singole situazioni.”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.