Telese: Corso Trieste cambia il modo, non la forma

3

di Alberto D’Onofrio. Corso Trieste cambia il modo, non la forma ….. Esempio, giorno 16 c.m., incrocio Via Venezia ore 11:30 circa, primo incidente, con la neo segnaletica.

Nuova segnaletica “divieto di fermata”, art. 158 comma 1° C.d.S., elenca una serie di situazioni e luoghi in cui è vietata la fermata.

Lo stesso implica automaticamente il divieto di sosta, per cui le disposizioni del 1° comma dell’art. 158, si riferiscono anche alla sosta:

  1. passaggio a livello e sui binari;
  2. Nella galleria;
  3. nelle curve e sui dossi;
  4. in prossimità di segnali stradali;
  5. Nelle canalizzazioni;
  6. Intersezioni;
  7. Sugli attraversamenti pedonali e ciclabili;
  8. Sulle piste ciclabili;
  9. Sui marciapiedi;
  10. Intralcio della circolazione.

Punto sei, nello specifico la fermata e la sosta, sono sempre vietate in prossimità o in corrispondenza dei crocevia.

Il codice precisa, che nelle strade urbane il termine “in prossimità”, significa, che il divieto si estende da 5 m prima a 5 m dopo i crocevia, misurati dall’intersezione dei prolungamenti dei margini delle carreggiate.

Punto 10, la fermata e la sosta sono vietate, quando la parte della carreggiata, che resta libera, è insufficiente per la circolazione dei veicoli, e lo spazio si deve considerare insufficiente, ove non consente l’agevole transito, con un margine di sicurezza da entrambi i suoi lati.

Purtroppo, sto notando, che ci sono alcuni automobilisti, che giunti all’altezza del Bar Big, ove regnava la precedente segnaletica verticale, si bloccano a guardare la neo segnaletica, chiedendo il senso di marcia, o addirittura facendo retromarcia invertendo la rotta.

Altro enigma, lt dx divieto di fermata, lt sx parcheggio….. la domanda nasce spontanea: sembra giusto che le auto provenienti da Via Belluno, Isonzo, Piave, Venezia, ha puntualmente la visuale occultata ?.

Corso Trieste come Via Solferino, sono strade poco controllate, lasciate nelle mani degli indisciplinati e menefreghisti, come ad esempio Via Piave, questa mattina, lt dx ove vige il divieto di fermata, per circa un’ora, vi erano in sosta una Mercedes SW di colore grigio, e una Toyota Yaris di colore nero, contrario al senso di marcia, (fregandosene altamente, tanto nessuno controlla, è facciamo come vogliamo!!) , mentre per Via Solferino, all’altezza del civico 38, vi è una bicicletta di colore nero ( di proprietà di un residente ), incatenata alla panchina, impedendone l’uso dei residenti, passanti, e bambini compresi, perché la predetta è ricca di bambini.

Tutto questo per quanto riguarda il diurno, (con problemi di velocità compresa), mentre per il notturno, beh, altro enorme problema, “ le forti velocità, senza controllo”…

Corso Trieste sembra la pista di Capodichino versione telesina,  tutti che spiccano il volo, Via Solferino idem, vanno tutti di fretta.

Possiamo noi residenti vivere con questo incubo, in primis dei bambini che giocano su strada,  ritrovando indisciplinati, incoscienti, negligenti, e,  quant’altro, solo per il gusto di andare a forte velocità..???.

A tutto questo aggiungo, anche il randagismo, (Via Solferino), che, purtroppo ci attanaglia da tempo, persone costrette a rifugiarsi  dietro le auto in sosta, oppure chiedendo aiuto, in attesa che gli stessi vadano via.

Dove sono finiti tutti gli esposti, denunce , fatti dai residenti di Via Solferino contro le aggressioni di questi animali randagi ??? Si attende il peggio, per prendere provvedimenti in merito ???  Spero proprio di no !!!!!.

Come rimpiango la vecchia bella Telese d’un  tempo…!!! Oh mia CARA Telese, non meriti tutto questo, purtroppo ti ritrovi costretta ad essere un guscio, senza (forse) andare avanti……

Parere mio personale, nulla togliendo alla bella Telese, ma con questi metodi non si risolleva neanche a breve…nessuna inventiva, crescita, innovazione, creatività, niente di niente.

Dove sono le occupazioni, migliorie ?.

Mi vergogno a dire, raccontare,  tante vicissitudini sulla mia bella TELESE, ma la conduzione sembra lenta, lentissima..

APRITEVI, NON TEMETE, CHI SEMINA RACCOGLIE. AZZARDATE!!!!

Alberto D’ONOFRIO

3 Commenti

  1. Ieri gg 19 c.m. altezza bar big segnaletica verticale cambiata….da didvieto di fermata a divieto di sosta….senza indicare lo 0/24….altra segnaletica verticale mancante, cartello dove indica strada a doppio senso di marcia.
    Giusto per la precisione.
    Saluti.-

  2. oggi 24 luglio, ore 22:18, i randagi continuano a circolare liberamente impedendo la sicurezza dei passanti, ed aggredendo le auto che transitano, ( Via Solferino)……………
    presumo nessun provvedimenti preso in merito !!!!…
    si aspetta al peggio..!!!!
    Saluti.-

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.