Trattative e austerity per il Basket Telese Terme

0

di Valerio Vallone. Il Basket Telese Terme ha riunito i propri dirigenti lo scorso marcoledi e, in una discussione ad ampio raggio, ha tracciato le linee giuda per il prossimo futuro. La parola d’ordine sarà austerity anche se il presidente Marcuccio tiene a precisare che austerity non significherà tralasciare il risultato o lo spettacolo. Già si pensa al rafforzamento del roster con l’innesto in squadra di almeno due elementi di valore. Si cerca in particolare un pivot di ruolo e un esterno con punti nelle mani. Già attive alcune trattative con atleti del beneventano e del casertano ma di rilevante interesse per la giovane associazione sportiva sannita sembra essere un lungo di origini nigeriane, 26 anni, residente a Parigi, di oltre 205 cm. Inoltre l’intento della società è quello di confermare gran parte del gruppo dello scorso campionato. Il D.S. Vallone, oltre al pivot di colore, parla di contatti con Veccia della Meomartini e del possibile ritorno di Stefano Barba in uscita da Marigliano, ma si stanno vagliando altre soluzioni di qualità sia sul perimetro che sotto canestro.

Una novità  importante in questo momento è la costituzione di un settore giovanile proprio, gestito direttamente dal Basket Telese Terme con l’importante apporto del coach Luigi De Martino.  Insomma, le basi per la nuova stagione agonistica sono state delineate. Si aspettano solo i nuovi nomi che andranno ad arricchire il roster in casacca bianco-blu.

Ufficio Stampa Basket Telese Terme

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.