Telese: isola pedonale su Viale Minieri

6

di Antonio Giaquinto ( Ufficio Stampa del Comune di Telese Terme ) “Apriamo Viale Minieri ai cittadini”. Questo il messaggio trasmesso alla cittadinanza dall’Amministrazione Comunale per promuovere l’isola pedonale il sabato e la domenica, oltre i giorni festivi infrasettimanali, su Viale Minieri. Un vero e proprio cambio di prospettiva rispetto alla chiusura al traffico che lascia intendere un diverso e positivo approccio ad un provvedimento che consentirà di usufruire in piena libertà e sicurezza di uno spazio vitale della cittadina termale.

Si parte domani sabato 19 giugno e si andrà avanti fino a domenica 26 settembre 2010.

L’Ordinanza della Polizia Municipale è la n.35 del 18 giugno 2010 e dispone “la disciplina della circolazione stradale in occasione dell’istituzione dell’isola pedonale prevista nei giorni di sabato, domenica e festivi infrasettimanali dal 19/06/2010 al 26/09/2010”.

Di conseguenza ecco i provvedimenti adottati.

Istituzione del divieto di transito e di sosta dei veicoli sui tronchi stradali:

  1. Viale Minieri dall’intersezione con via Roma all’intersezione con via Tanzillo;
  2. Viale Europa dall’intersezione con via Colombo all’intersezione con via C.P.Telesino.

L’isola pedonale sarà in vigore dalle ore 19.30 fino alle ore 24.00.

Il divieto di parcheggio lungo i tratti citati non riguarda i residenti privi di garage.

La possibilità  di passeggiare tranquillamente e di poter vivere la cittadina è  una esigenza avvertita dai residenti soprattutto nei week-end quando nelle strade del centro si riversano tante auto di visitatori provenienti dai paesi limitrofi. Di qui l’idea della nuova Amministrazione di aprire Viale Minieri ai cittadini anche il sabato pomeriggio assicurando, con l’istituzione dell’isola pedonale, una efficace fruibilità degli spazi, una maggiore sicurezza, una evidente tranquillità nel fare shopping o fermarsi in altri spazi di aggregazione.

Si innescano in tal modo significativi meccanismi di interesse e di vivibilità che contribuiscono ad elevare i livelli di qualità della vita, di rispetto degli spazi e di fruizione di angoli spesso occupati dal traffico intenso che caratterizza la cittadina termale che offre servizi e luoghi di interesse e di svago agli abitanti di tutta la valle telesina.

Inoltre con l’apertura di Viale Minieri ai cittadini si apre la possibilità per associazioni e operatori commerciali di poter predisporre, nel periodo estivo, manifestazioni e spettacoli di intrattenimento che possano allietare le persone che scelgono Telese Terme, quale loro meta, il sabato, la domenica e gli altri giorni festivi.

“Iniziamo a vivere la città”: non è solo uno slogan per pubblicizzare questa iniziativa, ma dà l’esatta dimensione di uno sforzo, appena intrapreso dall’Amministrazione Comunale, nella prospettiva di recuperare la piena vivibilità della cittadina, di ridare dignità alla qualità della vita, di restituire ai residenti una cittadina meno caotica, vivace ma ordinata e a misura d’uomo.

Telese Terme 18/06/2010

Comunicato stampa n.31/2010

6 Commenti

  1. Sono daccordo con Rocco Males…il comunicato è per sua natura troppo tecnicistico per poter aprire un dibattito su queste pagine,resta una comunicazione di atti per inciso di ordinaria amministrazione.Lia Buono.

  2. Gent.mo Sig, Rocco da 9 anni cerchiamo di far capire che Vivi Telese non è un giornale, non ha una redazione ma è solo una pagina virtuale sulla quale tutti possono scrivere indicando il proprio Nome e Cognome.
    Se lei vuole far conoscere i disagi, la qualità dei ripristini stradali, manifestazioni e quant’altro non esiti a scrivere, siamo e saremo ben lieti di inserire le sue segnalazioni sul nostro sito.
    In merito ai ripristini mal eseguiti, dal momento che lei non lo specifica, penso che lei si riferisca a quelli eseguiti su viale Minieri. Mi sembra giusto sottolineare che l’amministrazione comunale aveva previsto la chiusura del viale per permettere un assestamento idoneo della parte di pavimentazione ripristinata. I lavori si sono conclusi nella serata di venerdì. Il mattino successivo alcuni commercianti si sono recati dal sindaco lamentando mancati introiti ed hanno chiesto ed ottenuto l’immediata riapertura del viale alla circolazione degli autoveicoli rendendo vane di fatto le opere di ripristino appena ultimate.
    La saluto cordialmente e le rinnovo l’invito a scrivere sul nostro sito per le sue segnalazioni.
    Giuseppe Grimaldi

  3. Non è vero, e lei lo sa, che si è trattato di mettere a posto 3 mattonelle. Si è intervenuti in più punti della pavimentazione di viale Minieri ma con scarsissimi risultati.
    Personalmente ho SEMPRE ritenuto che il materiale utilizzato e le tecniche adottate non fossere idonee per sopportare il traffico degli autoveicoli. Le responsabilità (meglio dire colpe) vanno ricercate altrove e per capirci meglio vanno ricercate negli anni addietro.
    Credo che sia opportuno mettere in conto che la pavimentazione di viale Minieri, finchè resterà quella attuale, avrà frequentemente bisogno di intereventi di manutenzione a meno che non si decida di rendere l’accesso e la percorrenza limitata ai soli pedoni.

  4. I messaggi che ho lanciato volevano essere una sollecitazone al dialogo e non una provocazone.Noi liberi cittadini,a prescindere dal colore politico e lontani da bavagli,scrivono su questo portale non perchè imposti e ,le risposte che ne seguono devono risultare chiare e gratificanti per tutti coloro che usufruiscono anche in modo passivo di questo servizio.Con questo voglio dire ancora una volta di non mascherare con le solite frasi del tipo””che responsabilità ha la nuova ammistrazione se i lavori di sistemazione e ripavimentazione del viale (quelli eseguiti 3 anni fa) sono stati fatti male?””.E’ solo un modo di smascherare eventual lacune di questa locale amminstrazione che al momento non ha ancora trovato una degna dimensione nel panorama variegato come quello politico.

  5. Io abito in viale Minieri 143, ovvero sul lato pedonale del viale. Posso tornare a casa in auto quando questo è chiuso? E’ garantita la sicurezza di chi risiede sul lato pedonale del viale? Se si rende necessario, è garantito l’accesso di ambulanze, forze dell’ordine, vigili del fuoco? E’ sufficiente e intelligente sistemare transenne con nastri bianco/rossi?

    Chi controlla? E’ opportuno informare i cittadini su come viene gestita l’isola pedonale “allargata”?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.