Telese. Consiglio Comunale del 3 giugno 2010

0

di Antonio Giaquinto. (Ufficio Stampa del Comune di Telese Terme) Durata di 2 ore e 15 minuti per la seconda seduta del nuovo Consiglio Comunale con 9 punti all’ordine del giorno, l’ultimo dei quali inserito in tempo utile per la seduta.

Dopo l’approvazione del verbale della precedente seduta il Presidente dr. Michele Selvaggio ha aperto la discussione sull’organizzazione dei servizi sanitari con riferimento al ridimensionamento dell’Ospedale di Cerreto Sannita anche in seguito ad una richiesta di convocazione di un Consiglio Comunale sul tema da parte del gruppo di minoranza.

Il capogruppo Giuseppe Di Cerbo nel suo intervento ha sottolineato l’importanza di aver redatto una bozza di deliberazione congiunta con la maggioranza consiliare dal momento che la chiusura dell’ospedale di Cerreto Sannita comporta una perdita di servizi che colpisce l’intera valle telesina e si è augurato che questo spirito di collaborazione possa proseguire nel tempo, nell’interesse della comunità, su tutti i temi che saranno affrontati in questa legislatura.

Il Sindaco Pasquale Carofano ha sottolineato che l’invito della minoranza a discutere della paventata chiusura dell’ospedale di Cerreto Sannita è stato accolto con favore dalla maggioranza (da ricordare le dimissioni del primo cittadino per solidarietà insieme agli altri Sindaci del comprensorio) e ha riferito di un incontro avuto con il Commissario Asl di Benevento dott.Massimo La Catena, al quale ha fatto presente che Telese Terme non intende cedere altri servizi, anzi chiede con fermezza il ripristino di quelli che, sia pure in maniera temporanea, sono stati sottratti alla cittadina termale.

La deliberazione è stata approvata all’unanimità.

Si è passati alla discussione sull’approvazione del Regolamento Comunale per l’erogazione di interventi economici di natura assistenziale. Nella sua relazione il Consigliere delegato alle Politiche Sociali Gianluca Serafini ha posto l’accento sulla necessità di porre un freno ad aiuti economici sotto forma di liberalità in maniera discrezionale, ma di porre delle regole per evitare disparità di trattamento e individuare con buona dose di certezza le persone e le famiglie che vivono in condizioni di estremo disagio. Si tratta di azioni di contrasto alla povertà (in alcuni casi di famiglie che hanno ricevuto azioni esecutive di sfratto e che richiedono un intervento per scongiurare tale evento) nei limiti di cassa dell’Ente, non di un sussidio continuativo per casi di dubbia gravità. Inoltre il Consigliere Serafini ha sottolineato l’importanza di sottrarre l’eventuale contributo dalla sfera di un atto caritatevole e di chiedere un rapporto di reciprocità con il Comune e ha illustrato le sfere e la disciplina dei possibili interventi.

La minoranza con il Consigliere Michele Martucci ha invitato la maggioranza a rinviarne l’approvazione per poterne discutere nell’apposita Commissione che sarebbe stata costituita immediatamente dopo.

Sul punto il dibattito si è protratto per molto tempo con la maggioranza compatta nel chiedere l’approvazione del regolamento per porre un freno alle richieste di aiuto economico anche da parte di persone che non vivono situazioni di estremo disagio, manifestando disponibilità a ridiscutere in Commissione eventuali punti che possono essere migliorati e di approvarli nella successiva seduta di Consiglio Comunale e la minoranza determinata a chiederne il rinvio.

Dopo vari interventi il regolamento è stato approvato dalla maggioranza con la minoranza che si è astenuta.


Punto successivo: Elezione dei componenti delle Commissioni Consiliari Permanenti.

Commissione Assetto del Territorio e dei Lavori Pubblici:

Rinaldi Maria Pia – Bozzi Francesco – Alfano Maria Ausilia.

Commissione Politiche Sociali e Culturali:

Rinaldi Maria Pia – Tanzillo Patrizia – Martucci Michele.

Commissione Politiche Economiche e Servizi Comunali:

Serafini Gianluca – Parente Paride – Fuschini Vincenzo.

Si è quindi passati – punto 5 – alla elezione dei componenti del Consiglio di Amministrazione del Consorzio Idrotermale. Sono stati eletti i seguenti Consiglieri:

Bozzi Francesco – Selvaggio Michele – Serafini Gianluca –Tanzillo Patrizia – Fuschini Vincenzo – Palma Raffaele.

 

Al punto 6 dell’ordine del giorno i Consiglieri Tanzillo Patrizia e Alfano Maria Ausilia sono stati eletti nella Commissione prevista per la formazione degli elenchi dei Giudici Popolari nelle Corti di Assise e nelle Corti di Assise di Appello.

 

Sull’adesione al Patto dei Sindaci, relatore è stato l’Assessore all’Ambiente Gianluca Aceto, il quale ha sottolineato che si tratta di un accordo promosso dall’Unione Europea che verte sul tema strategico dell’energia ed è rivolto agli Enti Locali. L’impegno che il Comune si assume è quello di andare oltre gli obiettivi fissati dal Protocollo di kyoto sul efficienza energetica, energia da fonti rinnovabili e riduzione di immissione di anidride carbonica. Con tale sottoscrizione il Comune di Telese Terme cercherà di raggiungere questi obiettivi non entro un anno, ma al 31 dicembre 2010. L’accordo sarà sottoscritto dal Sindaco a Bruxelles nel mese di novembre. Il punto è stato approvato all’unanimità.

 

Approvata all’unanimità la bozza di convenzione per i Punti Informagiovani con Telese Terme Comune capofila del Distretto Scolastico n.9. Relatore l’Assessore alle Politiche Giovanili Carmine Covelli.

 

Infine il Sindaco Pasquale Carofano ha chiesto l’approvazione dell’adesione del Comune di Telese Terme all’A.N.CO.T. ( Associazione Nazionale Comuni Termali) con sede a Chianciano Terme. L’associazione istituita già nel 1989 “sostiene e orienta l’attività di ricerca collegabile al termalismo ai fini della valorizzazione delle risorse termali di ogni tipo, dell’incremento turistico termale e del pieno riconoscimento delle terapie termali negli ambienti medico – scientifici”.

Inoltre, A.N.CO.T. “si configura come entità di utile riferimento sul piano della ricerca, del confronto, dell’orientamento delle proposte e del coordinamento in relazione all’elaborazione delle politiche termali a qualsiasi livello”.

Il primo cittadino ha confermato la validità di tale adesione che permetterà un proficuo confronto con altri Comuni termali a livello nazionale, sottolineando il fatto che per la prima volta l’Amministrazione Comunale di Telese Terme opera tale scelta nonostante i 20 anni di attività dell’A.N.CO.T.

Il Sindaco ha altresì riferito che il Presidente dell’Associazione ha apprezzato la scelta di Telese Terme e ha garantito che la prossima assemblea nazionale (30 giugno o al massimo in autunno se non si riusciranno a definire in tempo tutti i meccanismi organizzativi) sarà tenuta nella nostra cittadina. Inoltre in vista della costituzione di una associazione regionale è evidente che Telese Terme andrà a recitare un ruolo di primo piano.

Approvazione all’unanimità.


Ore 21.15 chiusura della seduta da parte del Presidente Selvaggio.

Comunicato stampa n.26/2010

Telese Terme 04/06/2010

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.