Cusano. L’infiorata del Corpus Domini

0

di Emidio Civitillo. L’infiorata del Corpus Domini, a Cusano Mutri, ha ormai le caratteristiche di un importante appuntamento annuale, che richiama turisti e visitatori non solo dai  paesi limitrofi, ma anche da lontano.

Si comincia il sabato pomeriggio con il disegno del progetto sulla superficie stradale o sui pavimenti nelle chiese da parte del progettista di ciascun gruppo.

La domenica mattina, ben presto, gli altri volontari di ciascun gruppo tirano fuori tutto ciò che hanno raccolto e così comincia il lungo e arduo lavoro di assemblaggio.

L’aria è pregna del profumo dei vari fiori e le strade si ravvivano di colori. I volontari lavorano febbrilmente durante la mattinata e pian piano i disegni prendono forma. I visitatori, gli amici e i familiari li aiutano col loro incoraggiamento. Nel pomeriggio i progetti sono tutti completati. I turisti, aumentati di numero, sono tutti lì per ammirare i vari “tappeti”, che trattano temi diversi: panorami, visi, stemmi, simboli di pace, mosaici che richiamano i vetri istoriati delle chiese, ecc..

Alle finestre e ai balconi delle case vengono appesi tappeti e lenzuola finemente ricamate. Vengono improvvisati altarini, perché la festa culmina col passaggio, nel tardo pomeriggio, della solenne processione del “Corpus Domini”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.