Telese. Gestione ciclo rifiuti. Incontro con i cittadini

0

di Antonio Giaquinto (Ufficio Stampa del Comune di Telese Terme) Lunedì 24 maggio alle ore 18 presso la biblioteca comunale si è tenuto il secondo incontro  Amministrazione – cittadini sul tema: “Programmazione e gestione ciclo rifiuti”.

Apprezzamento convinto da parte dei presenti sulla scelta degli Amministratori di confrontarsi con la cittadinanza sui temi che investono la comunità telesina.

Nella fase introduttiva sono stati resi noti i numeri della raccolta dei rifiuti con i quali bisogna inevitabilmente confrontarsi, vale a dire quantità giornaliera prodotta, costi, percentuale di differenziata.

Telese Terme produce 1,46 kg pro capite al giorno, dato giustificato solo in parte dalla presenza delle case di cura, delle terme, delle tante attività commerciali e della grande distribuzione. La produzione pro capite, infatti, è superiore alla città di Benevento e comparabile ad una metropoli. La produzione complessiva, tra RSU, ingombranti e RAEE nel 2009 è stata di circa 3.500 tonnellate.

Nel primo quadrimestre del 2010 la raccolta differenziata si attesta al di sotto del 27%, mentre entro il 31 dicembre le leggi impongono il raggiungimento del livello minimo del 35%, pena l’esclusione da molti finanziamenti europei. In pratica, nel secondo semestre 2010 occorrerà recuperare il ritardo. La situazione è ancora più difficile se si considera che nelle prossime settimane dovranno essere smaltite ulteriori 350 tonnellate di indifferenziati, stoccati dal 2007, in occasione di una delle numerose emergenze. Si tratta di un quantitativo pari al 10% di rifiuti prodotti in un anno nel Comune di Telese, che graveranno, in termini di calcolo di raccolta differenziata, sul 2010.

Intanto, il costo del conferimento dei rifiuti indifferenziati allo STIR di Casalduni è  passato da 88 euro senza Iva a tonnellata a €.109,9  più Iva, in pratica 120 euro. E’ del tutto comprensibile che l’obiettivo immediato è quello di conferire meno allo STIR di Casalduni incrementando la raccolta differenziata e riequilibrando i costi dello smaltimento della frazione indifferenziata che altrimenti diventerebbero difficilmente sostenibili. Per far questo l’Amministrazione sta valutando la possibilità di modificare il sistema di raccolta e puntare sulla separazione dell’organico, oltre ad implementare il servizio con la raccolta di pile, farmaci, oli usati. Al fine di diminuire il peso dei rifiuti, inoltre, si sperimenterà la raccolta separata degli indumenti usati.

Il dibattito è  stato molto vivace e si sono registrati numerosi interventi, con la maggioranza dei cittadini determinata nel richiedere maggiori controlli e invocare sanzioni per chi non rispetta il calendario della raccolta, non effettua la differenziata e soprattutto per coloro che lasciano i sacchetti in strada o, peggio, nei pressi delle campane per la raccolta del vetro.

Riguardo a questa comprensibile richiesta di severità, il Sindaco e gli Amministratori hanno prospettato l’avvio di controlli a campione, anche con l’ausilio di vigili urbani, atteso che non è possibile realisticamente in tempi brevi.

Inoltre si è discusso delle future possibilità di premiare le famiglie più virtuose, soprattutto attraverso il passaggio dalla Tarsu alla Tia.

Il secondo strumento per contenere i costi del sistema è l’apertura del centro di raccolta (cosiddetta isola ecologica), obiettivo su cui l’Amministrazione si è già attivata. Sono in corso di valutazione le procedure amministrative necessarie a tal fine, e contemporaneamente sarà presentato un progetto per l’ultimazione del centro, ubicato in contrada San Biase.

In tal modo sarà possibile ottimizzare la raccolta e il trasporto, diminuire i costi e aumentare la raccolta differenziata.

E’ stato poi affrontato il discorso dello spazzamento con l’invito al responsabile, presente in sala, della ditta che ha in gestione il servizio, di ampliare e migliorare la pulizia dell’intero territorio telesino e l’impegno del Sindaco a valutare i costi per l’acquisto di una macchina per lo spazzamento e la pulizia delle strade.

Il primo cittadino ha posto infine l’accento sull’educazione ad assumere stili di vita rispettosi dell’ambiente proponendo una serie di incontri nelle scuole per far diventare i bambini protagonisti di campagne informative per la raccolta differenziata e per l’adozione di comportamenti idonei.

Informazione, sensibilizzazione, partecipazione:unire insomma gli sforzi di tutti e indirizzarli verso un unico obiettivo, rendere Telese Terme una cittadina accogliente, pulita, green.

Comunicato stampa n.22/2010

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.