Legambiente. Parte il corso per la salvaguardia dei Beni Culturali

0

di Grazia Fasano. Al via  il corso di formazione per la salvaguardia dei Beni Culturali in caso di calamità Con Legambiente tre giorni di lezioni per diventare

volontari esperti nella messa in sicurezza delle opere d’arte Avrà inizio il 4 giugno a Benevento il corso di formazione per volontari di protezione civile dedicato alla salvaguardia e alla messa in sicurezza del patrimonio culturale in caso di calamità naturali. Per tutto il fine settimana gli allievi del corso saranno impegnati in una intensa tre giorni di lezioni ed esercitazioni pratiche per divenire veri e propri esperti negli interventi di messa in sicurezza delle opere d’arte durante le emergenze. Da oltre dieci anni, Legambiente è impegnata nel delicato settore della tutela e salvaguardia del patrimonio culturale in caso di calamità. I volontari dell’associazione sono stati protagonisti, a sostegno delle attività dei funzionari del Ministero per i Beni e Attività Culturali, del Dipartimento della Protezione Civile, dei Vigili del Fuoco, nelle più gravi emergenze che hanno colpito il nostro paese. Dal terremoto in Umbria e Marche nel 1997, a quello in Molise nel 2002, e a L’Aquila dal sei aprile 2009, le squadre specializzate di Legambiente protezione civile hanno operato, al fianco delle autorità preposte, contribuendo a mettere in salvo migliaia di opere d’arte: sculture, dipinti, statue, arredi sacri e oggetti liturgici, testimonianze uniche della storia, della cultura e delle tradizioni della nostra comunità, che, senza un intervento tempestivo, avrebbero rischiato di essere irrimediabilmente perdute. Nel corso degli anni, inoltre, Legambiente ha organizzato corsi specifici per formare squadre di volontari adeguatamente preparati ad intervenire durante le emergenze in modo da poter mettere a disposizione in caso di necessità energie e competenze in un settore di intervento complesso e delicato.

Il corso di formazione è finalizzato far conoscere ai volontari il funzionamento del sistema nazionale di protezione civile, quali siano i possibili compiti e le competenze dei volontari durante un’emergenza; le nozioni principali relative alle diverse tipologie di opere d’arte sulle quali ci si può trovare ad operare durante un’emergenza; sulle procedure operative della squadra beni culturali di Legambiente e sulle modalità di movimentazione, imballaggio, trasporto e schedatura delle opere d’arte. Il corso a Benevento “Il Volontariato nella Salvaguardia del Patrimonio Culturale dai Rischi Naturali – Beni Mobili”, che si terrà presso la sala conferenze del Centro Servizi per il Volontariato – Cantieri di Gratuità in viale Mellusi 68, avrà inizio venerdì 4 giugno alle ore 14.00, continuerà nella giornata di sabato 5 dalle 9.00 alle 19.00 e si chiuderà domenica 6 in piazza S. Sofia, con un’esercitazione pratica su falsi per mettere alla prova la preparazione dei volontari sia nelle principali tecniche di imballaggio e trasporto delle opere, sia nelle metodologie e procedure d’intervento, sia nella catalogazione dei beni.

Saranno presenti gli assessori alla protezione civile della provincia Gianluca Aceto e del Comune di Benevento Enrico Castiello e l’assessore ai beni culturali del comune di Benevento Raffaele del Vecchio. La presentazione del patrimonio storico-artistico e dei beni culturali a rischio nella provincia di Benevento sarà a cura della dott.ssa Vega De Martini responsabile del Centro Operativo di Benevento, della Soprintendenza per i beni architettonici, paesaggistici, storici artistici ed etnoantropologici delle province di Caserta e Benevento. Tra i temi trattati dal corso vi saranno: la catalogazione come fase della messa in sicurezza dei Beni Culturali in emergenza e l’organizzazione della messa in sicurezza dei beni mobili, riguardanti i Beni Archivistici, il Materiale cartaceo, le Decorazioni pittoriche su muro e le Decorazioni plastiche su muro, i Dipinti, gli Arredi sacri, le Sculture e i Mobili lignei. “E’ il primo corso di formazione di protezione civile che Legambiente nazionale organizza nella provincia di Benevento – afferma Grazia Fasano, presidente di Legambiente Valle Telesina, che sta curando l’organizzazione del corso -.

Esso è finalizzato alla specializzazione tecnica ed operativa del volontariato di protezione civile nella Salvaguardia del Patrimonio Culturale dai Rischi Naturali nella Provincia di Benevento. L’idea del corso è nata, insieme al Nazionale di Legambiente, considerando anche l’alto grado di rischio sismico e idrogeologico del territorio sannita, dalla volontà di formare anche nel Sannio delle squadre specializzate di volontari di Legambiente protezione civile per gli interventi in situazioni d’emergenza, per contribuire al recupero e alla messa in sicurezza del patrimonio di beni storico-artistici presente nel Sannio, e in tutta la penisola.” “In un territorio ricco come il nostro, essere adeguatamente preparati a intervenire in emergenza per mettere in sicurezza le opere d’arte in caso di calamità è estremamente importante – spiega Simone Andreotti, responsabile nazionale Legambiente protezione civile -.

L’attività di tutela dei beni culturali va però costruita ‘in tempo di pace’ perché sia possibile organizzare un sistema in cui enti e istituzioni siano coordinati e pronti all’intervento, un sistema in cui siano coinvolti anche i volontari che devono essere adeguatamente preparati. Questo è il primo passo per limitare i danni al patrimonio artistico in caso di eventi calamitosi.”.


Chi volesse ricevere informazioni o iscriversi al corso può contattare il circolo Legambiente Valle Telesina via Giulio Cesare, 4 – Telese Terme (BN) ‘ 0824 901006 – 0824 607434 – 347/4891814 e-mail: legambientevalletelesina@alice.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.