Appena apierte ll’uocchie stammatina…

1

di Angelo Leone. Tutti, …  ma proprio tutti, i versi scritti e declamati in occasione della festa di ringraziamento organizzata presso i Bagni Vecchi  Sabato 10 aprile 2010:

:

:

:

::

Appena apierte ll’uocchie stammatina,

restando ancora un po’ tra veglia e sonno,

me so’ miso a penzà, molto attristato :

“ ma nunn’è overo, è stato solo un sogno…

Nunn’ è cagnato niente a stu’ paese,

avimma suffrì ancora e chissa quanto!”

A voglia ‘e restà ancora dint’’o lietto,

senza penzà a ‘nu destino ingrato,

ha fatto ritardare la mia “alzata” …

“M’addormo n’ata vota, forse è meglio!”

Prima ‘e richiude ll’uocchie, aggio guardato

la sveglia posta sopra al comodino

che, luminosa, segna ll’ora e ‘a data:

erano ‘e cinche e mezza l’ora segnata

ma “il dieci aprile” il giorno era indicato!

Allora aggio penzato: “Nunn’è suonno,

chello c’aggia sunnato overo è stato!

Il 30 marzo lo scrutinio ha dato

di tutt’ ‘a votazione il risultato:

abbiamo un nuovo sindaco, è Pasquale !”

Il nome suo s’intona all’occasione

per celebrar la Pasqua del Signore.

Chi lo circonda all’Amministrazione

di questa cittadina telesina

è squadra intelligente di persone

che deve coadiuvarlo nell’impegno

per dar vivere agiato a tutti quanti

e coordinare bene lo sviluppo

della Telese al centro della Valle.

….…… / …….…

– 2 –

Il gruppo di lavoro è ormai compatto

ciascuno ha avuto il compito assegnato

da svolgere con voglia e competenza.

Tra loro ci sarà scambio di idee,

consigli e aiuto avrà da un altro ognuno.

Dal popolo da loro amministrato

Avranno appoggio e sempre stimolati.

Adesso presentiamo uno per uno

la squadra a voi di tutti i componenti,

con obiettività, senza parteggio,

ma solo per la nostra compiacenza.

——————–

Il primo è certo Carofano Pasquale:

persona intelligente, colta e buona;

è giovane d’età ed è anche “bello”

aggiungono convinte quelle donne

comprese nel suo grande elettorato.

Noi ne apprezziamo molto l’umiltà,

il suo modo di fare tanto schietto,

la sua preparazione e, siamo certi,

tutti i “lavori” saprà coordinare

per ottenere il meglio, per il bene

di tutti gli abitanti -d’ogni ordine sociale-

e uno sviluppo armonico e graduale

di questa nostra bella cittadina!

——————–

….….. / ………

– 3 –

Diciamo adesso di Gianluca Aceto

ch’è un ottimo elemento che ha già avuto

-pure se molto giovane- esperienza

sia comunale ed anche alla Provincia,

dove attualmente lui fa l’assessore

con molta competenza e tanto zelo.

La sua capacità, già dimostrata,

sarà per tutti quanti grande aiuto.

——————–

Il turno viene mò del colonnello

Giovanni Liverini, ch’è un modello

di grande dignità e di saggezza,

che -senza uscire fuori dal legale-

riesce a prevenire e a concertare

benessere per tutti i cittadini.

L’aiuto suo sarà determinante

ed ai problemi dare soluzione.

——————–

Il terzo eletto che già prima è stato

sindaco uscente del “progetto D’Occhio”

dove fu posto per essere poi “usato”,

che si scrollò di dosso il “paternato”

mostrandosi non uso al grande imbroglio

e agì contro colui ch’era il mandante.

Gennaro Capasso, di lui stiamo parlando,

da tempo consigliere provinciale,

saprà nel gruppo infonder competenza

ed ottener per la città e per tutti

benessere sociale e gran sviluppo.

——————–

….…. / ……..

– 4 –

Di un giovane dobbiamo adesso dire:

è Carmine Covelli di Goffredo

che, siamo certi, bene saprà fare

la parte sua all’interno del gruppone

e, insieme agli altri, bene amministrare,

con foga, con ardore di anni verdi

e con lungimiranza giovanile.

——————–

Un Sindaco si pone all’attenzione:

fu lui che, ai primi anni del novanta,

riuscì ad ottener la maggioranza

allora nel Consiglio Comunale

e sfiduciò, così, Giuseppe D’Occhio.

Michele Selvaggio -e questo è il nome-

col ruolo poi di “primo cittadino”

portò il quinquennio fino al compimento.

Adesso, con sua valida esperienza,

potrà elargire al gruppo degli eletti

proficuo aiuto, generoso slancio

e sempre contribuire al buon governo.

——————–

A Paride Parente mò pensiamo

dicendo a lui ch’è stato sempre attento

a suggerir gli spunti e le occasioni

per bene oprar nel nostro territorio

da Consigliere in casa comunale

oppur da Presidente provinciale

della Federazione Italiana

Pesca Sportiva e Attività Subacquee.

……. / …….

o 5 –

La professione sua è di “assistente”,

di “consulente” in campo del fiscale,

aiutando gli altri a rispettar le leggi

e a trarne beneficio potenziale.

——————–

A questo punto un giovane compare:

è D’Occhio Mario ch’è dottore agrario;

si può ben dir di lui ch’è personcina

ben preparata, con acume e stile.

Unito a tutti gli altri riuscirà bene

all’amministrazione cittadina

e poi, con tanto ardore e intelligenza,

profonderà l’impegno e la sapienza.

——————–

Parliamo adesso di Francesco Bozzi

che ha nel suo bagaglio tanta forza

per l’attuazione di ottimi programmi

che possano guardare all’avvenire,

rendendolo più roseo e più sicuro.

Lavorerà con gli altri per il bene

di tutta quanta la comunità

e l’esperienza sua manageriale,

noi siamo certi, a tutti servirà.

——————–

..…. / ..….

– 6 –

Altro ottimo elemento della lista

di questi nostri nuovi dirigenti

è Gianluca Serafini, bene in vista

con la sua formazione e la coscienza.

Forte e gagliardo, è preparato bene.

Sa -insieme agli altri- ben amministrare

e da neo-padre assume più fortezza,

più responsabilità, maggior destrezza.

——————–

La prima donna che consideriamo

è Tanzillo Patrizia che ha occupato

ruoli importanti nel prossimo passato

dell’Amministrazione telesina

e siamo tutti certi che in futuro

l’apporto suo sarà qualificato

ed operoso al meglio, in tutti i modi,

a uno sviluppo pieno ed armonioso

del nostro luogo e tutta la sua gente.

——————–

Un’altra donna esaminiamo appresso,

Rinaldi Maria Pia che tempo ha avuto

di far molta esperienza nel partito

rendendosi -in tal modo- più capace

d’interpretar del popolo i bisogni.

Con la sua giovinezza e acume spinto

saprà dare ai telesini più certezze

e infonder nelle menti sicurezza.

——————–

….. / …..

o 7 –

Di un giovane gli appunti ora tracciamo:

Luigi Zito che avete conosciuto:

giovane imprenditore commerciale,

dotato di buon senso del dovere.

A frutto metterà la sua esperienza

per render più tranquilla l’esistenza

di tutti gli abitanti di Telese.

——————–

Giovanni Tommaselli or presentiamo

col suo secondo nome ch’è Nicola.

Già del Comune consigliere è stato,

ma avrà più risultati -ne siam certi-

con questa nuova squadra di persone

che univoco obiettivo ha : di ottenere

benessere e piacere collettivo.

——————–

Ora molto ci preme di parlare

di Marco Falconieri -il giovanotto-

lui si presenta con idee sicure

per dare aiuto a tutte le persone

essendo in professione già un esperto

d’una materia che sa di assistenziale.

Idee più innovative potrà dare

sfruttando il suo vigore giovanile.

——————–

…. / .…

o 8 –

E’ Cosimo Di Meola, ancor virgulto

di stirpe telesina molto antica

che dell’artigianato è imprenditore.

Lui pure unito agli altri potrà fare

progetti per la nostra cittadina

e, con alacre impegno, aiuto dare

all’amministrazione cittadina.

——————–

Ultima della lista a comparire

è Tecce Anna che sarà sempre prima

in una valutazione ben stimata.

E’ colta, bella e molto intelligente,

è piena di vigore e ha buone idee.

Potrà impegnarsi certamente assai

nel dar suggerimenti e grande aiuto

per la risoluzione dei problemi

e dar decoro ad ogni cittadino.

——————-

Di “Vinci Telese” avremmo completato

di tutti i nomi la lista ivi segnata,

ma ancora uno resta da citare

che -anche se non scritto- è risaputo

ha fatto parte, a ben ragion veduta,

di questa squadra che ha vinto la tornata.

Alessandro Grimaldi è il “giudicato”,

come diciassettesimo era indicato.

… / …

– 9 –

Per tanta gente della lista avversa

era di “malaugurio”, portava “male”

ma tutti noi sappiamo: non è vero !

Alessandro, che sprizza simpatia,

si è sì impegnato, ha dato molto aiuto

e la sua sola presenza in mezzo a noi

ci rende più sereni e più sicuri:

averlo come amico è buona cosa !

——————–

A questo punto ci perdonerete

se adesso vi parliam di personaggi

che tanto e grande impegno hanno profuso.

Oltre ai parenti e a tutti i familiari

dei candidati messi nella lista :

mogli, mariti, cugini, zii e nipoti,

fratelli con sorelle e poi i cognati,

il primo che ci viene nella mente

è Tonino Di Mezza “terremoto”

che tutto ha fatto: ha riso, ha pianto,

s’è sbellicato tanto, si è arrabbiato

e -infine- ha avuto gioia e commozione

e, per manifestar soddisfazione,

mettendo a repentaglio la salute,

grandi e “mietanti” botti lui ha sparato !

Vicino a lui -in molte circostanze-

Di Filippo Aquilino gli era compagno

e, insieme, hanno parlato con gli amici

e, certo, dei consensi hanno ottenuto.

.. / ..

– 10 –

Altri “impegnati” fa d’uopo ricordare:

Mario ed Alfonso Grillo, padre e figlio,

Luca e Flaviano Limata, figlio e padre,

i due Grimaldi: Arcangelo e Giuseppe

Claudio Desiato che ha profuso impegno

con Giovanni Moriello ch’è il cognato.

C’è poi Michele Clarizia e Luciano Frittelli

e pure loro han tanto “faticato”.

Sandro Raiòla dobbiamo rammentare

che sempre con passione ha perorato

della “lista Carofano” la vittoria.

Ci sono ancora nomi da citare:

Pasquale Cirillo e Lisena Perozziello,

Diego Vallone e Gianfranco Ciambrelli.

Tante e tant’altre ancora sono state

quelle persone che hanno chiesto il voto

ma i nomi, ahimé, non sono ricordati

solo per nostra mente smemorata:

un grazie grande e di vero cuore

a tutti va rivolto con piacere !

——————–

Prima di terminare questo “dire”

ai nostri eletti dobbiam raccomandare

di lavorare bene, in pieno accordo,

restare tutti uniti nel quinquennio

. / .

– 11 –

e noi, da ora, possiamo assicurare

di confermare ancora il nostro voto

per continuare sempre ad operare

e fare di Telese “perla vera”

del termalismo e dei servizi vari

e sviluppar con lei tutta la Valle,

fornendo a tutti i giovani il lavoro

e la tranquillità per le famiglie.

Se, invece, -non sia mai- si litigasse

creando lo scontento nel paese,

saremo noi che mò li abbiam votati

a rinnegare a loro la fiducia.

Questo timore mai si avvererà

e noi, sempre felici e a cuor contento,

avremo ancor l’orgoglio di abitare

nel luogo che -natìo o di adozione-

sarà più bello, sarà una cittadina

che offrirà a tutti quanti un buon domani.

——————–

A tutti i nostri nuovi “condottieri”

porgiam gli auguri ancor di “buon lavoro”

che, pur se lungo e duro, potrà dare

ottimi risultati in avvenire:

state tranquilli, lavorate sodo

da noi potrete avere sempre aiuto.

Per voi, per noi, per la collettività

regni per sempre la serenità!

Angelo Leone

anche a nome dei telesini “veraci” e di quelli “acquisiti”

Lunedì 19-aprile-2010

Con senso solidale e con piacere

voglio continuare quel mio “dire”

del 10 aprile, sabato, alla festa

ed altri punti render manifesti.

Ora mi preme molto menzionare

altre persone che, ne son sicuro,

potranno adesso e dopo intervenire

per dare un contributo duraturo.

Il primo nome che sortisce in mente

è quello certo di Angela Abbamondi

che con le azioni ha già ben dimostrato

di amare sempre il bene perseguito.

Altra figura che voglio evidenziare

che, con intelligenza e buon sapere,

un grande contributo potrà dare

è Esterita Selvaggio, son sicuro.

Filippo Liverini è un altro nome

che oggi e domani può contribuire

all’amministrazione comunale

che possa sempre bene amministrare.

Potrei citare ancora altre persone

capaci, oneste, preparate e buone

ma mò mi fermo un po’ per ponderare

su questa “svolta” fatta per cambiare.

.. / ..

– 2 –

Dopo i festeggiamenti doverosi

per la vittoria del nostro paese

che, libero e tranquillo, può aspirare

di nuovo a uno sviluppo più sicuro,

i nostri amici eletti su al Comune

avranno molto e tanto da studiare

per risanare debiti e per fare

programmi adatti a un prossimo futuro.

Insieme ai lor compagni di cordata,

che eletti a consiglier non sono stati

ma che daranno tutto il loro aiuto,

potranno avere buoni risultati.

Avranno un solo scopo e un obiettivo:

armonico sviluppo di tutto il potenziale

per dare più agiatezza e più certezza

alla Telese nostra e ai telesini tutti.

Lungo sarà il cammino per questo risultato

ma loro, come bravi missionari,

tutti d’accordo sul percorso giusto,

di certo riusciranno nell’impresa.

Il popolo, che non è cortigiano,

non è colluso e manco compromesso,

ma -finalmente- è libero e sovrano,

sarà riconoscente fin da adesso.

. / .

– 3 –

Ancora per i giorni che verranno

darà fiducia piena ai dirigenti

che “con amore vero” produrranno

serenità e benessere alle genti.

Già adesso si respira aria pulita

in ogni posto, casa, sito e luogo;

su ciascun volto spuntano i sorrisi

per questa “svolta” che cambierà le cose.

Angelo Leone

anche a nome dei telesini “veraci” e di quelli “acquisiti”

Testo della “pergamena” offerta al Nuovo Sindaco

nel corso della festa di ringraziamento di sabato 10-aprile-2010

————————————————————————————-

Del grande Eduardo resta una battuta

sinonimo ’e speranza e tempi buoni:

“adda passà ’a nuttata” recitava.

Pure pe’ nuje, doppo tant’anni ’e pena,

dopo rovina, arretratezza e stenti,

mò -finalmente- s’è schiarato o juorno!

Il 30 marzo del duemiladieci

dall’urna è uscito il voto telesino

che ha decretato la vittoria piena

di quella lista che, con tutti i nomi

e con il motto di “Vinci Telese”

facea da corollario al timoniere

Carofano Pasquale, neo-nocchiero!

Aceto, Liverini e poi Capasso,

Covelli con Selvaggio e con Parente,

D’Occhio con Bozzi e poi c’è Serafini,

Tanzillo con Rinaldi, son gli eletti.

Seguono a questi Zito e Tommaselli.

Falconieri, Di Meola e Anna Tecce.

Sedici son le persone da impegnare

che sempre unite, tutte in sintonia,

aiuto dovrai dare al condottiero

per render “più” la nostra cittadina,

centro di termalismo d’alto rango,

fornita di “servizi” d’ogni tipo

e dar lavoro a tutte le famiglie,

certezze di futuro ai giovanotti

e, alle persone che son d’età matura,

assicurare vita più serena.

Con stima, tanto affetto e simpatia

da Angelo Leone, il telesino!

Telese Terme, domenica 18-Aprile-2010

Con senso solidale e con piacere

voglio continuare quel mio dire

del dieci aprile, sabato, alla festa

ed altri punti render manifesti.

Ora mi preme molto menzionare

altre persone che, ne son sicuro,

potranno adesso e dopo intervenire

per dare un contributo duraturo.

Il primo nome che sortisce in mente

è quello certo di Angela Abbamondi

che con le azioni ha già ben dimostrato

di amare sempre “il bene” perseguito.

Altra figura che voglio rammentare,

che con intelligenza e buon sapere,

un forte contributo potrà dare

è Esterita Selvaggio, ben sicura.

Filippo Liverini è un altro nome

che oggi e domani può contribuire

a un’amministrazione comunale

che possa sempre bene amministrare.

Potrei citare ancora altre persone

capaci, oneste, preparate e buone

ma mò mi fermo un po’ per ponderare

su questa “svolta” fatta per cambiare.

– 2 –

Dopo i festeggiamenti doverosi

per la vittoria del nostro paese

che, libero e tranquillo, può aspirare

di nuovo a uno sviluppo più sicuro.

I nostri amici eletti su al Comune

avranno molto e tanto da studiare

per risanare debiti e per fare

programmi adatti a un prossimo futuro.

Insieme ai lor compagni di cordata,

che eletti a consiglier non sono stati,

ma che daranno tutto il loro aiuto,

potranno avere buoni risultati.

Avranno un solo scopo e un obiettivo:

armonico sviluppo di tutto il potenziale

per dare più agiatezza e più certezza

alla Telese nostra e ai telesini tutti.

Lungo sarà il cammino per questo risultato

ma loro -come bravi missionari-

tutti d’accordo sul percorso giusto,

di certo riusciranno nell’impresa.

Il popolo, che non è cortigiano,

non è colluso e manco compromesso,

ma -finalmente- è libero e sovrano

sarà riconoscente fin da adesso.

– 3 –

Ancora per i giorni che verranno

darà fiducia piena ai dirigenti

che “con amore vero” produrranno

serenità e benessere alle genti.

Già adesso si respira aria pulita

in ogni posto, casa, sito o luogo;

su ciascun volto spuntano i sorrisi

per questa “svolta” che cambierà le cose.

Angelo Leone

anche a nome dei telesini “veraci” e di quelli acquisiti

Il Telesino doc Angelo Leone 1065 letture al 31/12/2012

1 commento

  1. Bravo Angelo! Con sperimentata capacità hai saputo riportare alla ribalda una pratica assente da troppi anni da Telese: la poesia!
    Certamente non sarà tutto, ma sicuramente aiuterà ad affrontare con maggiore serenità le inevitabili difficoltà. Buon lavoro a tutti e auguri.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.