Telese Terme: anche il lago festeggia la liberazione … dai rifiuti

0

Lagodi Assunta Funaro Si è svolta domenica 25 aprile l’iniziativa organizzata dalla Protezione Civile di Benevento  in collaborazione con l’Assessorato all’Ambiente della Provincia di Benevento e con l’Amministrazione Comunale di Telese Terme denominata “Operazione Lago Pulito”.

“Una manifestazione di sensibilizzazione ecologica che – come ha spiegato Aniello Petito, Presidente dei Volontari della Protezione Civile e coordinatore provinciale delle attività di protezione civile – si inserisce in un progetto provinciale da sviluppare nell’arco di tutto l’anno. Queste iniziative vogliono essere un momento di incontro tra volontari, cittadinanza e istituzioni – e continua – laddove troviamo le amministrazioni e i cittadini che vogliono fare ambientalismo e protezione civile, noi siamo in prima linea e disponibili”.

La giornata ecologica comincia attorno alle 10.00. Dopo aver  sistemato una tenda come punto di riferimento per tutti i collaboratori e attrezzato l’area con tutto l’occorrente per l’operazione, le squadre di volontari hanno cominciato a ripulire le sponde del lago, centimetro per centimetro, armati di guanti, sacchi per i rifiuti, rastrelli e speciali pinze per la raccolta di materiale tagliente e distante. Ad un rapido e distratto sguardo le sponde del lago appaiono in ordine, si può notare solo l’incuria nelle strutture – staccionata rotta, piattaforme rovinate, grosse buche lungo il percorso – tuttavia, a ben guardare, i rifiuti ci sono, spesso celati dalle canne a pelo d’acqua, ma ci sono.

Passeggiando lungo la sponda, ci siamo accorti che, laddove c’è una discesa a riva più agevole e spazio per la sosta delle auto, l’immondizia è più evidente e numerosa e anche l’acqua, negli stessi tratti, è piena di rifiuti, soprattutto bottiglie intrappolate nella  vegetazione. Tra  gli operatori a lavoro in questa zona, troviamo Gianluca Aceto, vicesindaco e assessore provinciale all’ambiente con delega al ramo anche presso l’ente comunale. Calato con le funi, sotto l’occhio vigile degli uomini della protezione civile, ripulisce un anfratto particolarmente sporco e difficile da raggiungere. Terminata l’operazione e risalito sulla sponda, dice: “noi amministratori siamo chiamati a dare l’esempio, solo così si può pensare ad un cambiamento. Purtroppo – continua Aceto – registriamo una grave incuria nella manutenzione di questo ambiente e delle strutture circostanti, per questo, oltre la grande programmazione continueremo con queste iniziative, dando loro carattere di strutturalità, affinchè i cittadini affinino la sensibilità verso l’ambiente e ne diventino i tutori”. Presenti diversi rappresentanti dell’amministrazione comunale, tra questi l’assessore alla Protezione Civile, Carmine Covelli che già nel corso della mattinata cominciava a prendere accordi con il Presidente Petito per predisporre l’apertura di un punto della Protezione Civile a Telese. “Una sede della Protezione Civile – ci dice Covelli – sarebbe molto importante a Telese  e potrebbe divenire capofila di tutti i comuni del comprensorio e interfacciarsi con Benevento e i centri più importanti”. Covelli e Petito parlano della possibilità di avviare dei corsi per preparare il personale anche al primo soccorso in caso di catastrofi. Poco distante una squadra di operatori mette in funzione una motopompa per illustrare ai presenti le attrezzature che la protezione civile ha in dotazione per affrontare le emergenze. Anche il sindaco Carofano, presente all’iniziativa, ne elogia l’intendimento e assicura che “l’amministrazione è molto impegnata dal punto di vista ambientale ed ecologico anche grazie all’impegno dell’assessore Aceto. Abbiamo cominciato con questa iniziativa a cui ne faranno seguito altre affinchè venga ridata dignità a questo luogo. I prossimi interventi – continua – saranno rivolti, in primo luogo, alla sorveglianza che, come si può notare dalla vera e propria espropriazione di beni che è avvenuta in quest’area, manca da tempo. Vanno ricollocati i cestini per i rifiuti e le panchine, ma prima dobbiamo partire con il controllo dell’area”. Poco dopo mezzogiorno si comincia a sentire un delizioso profumino.

Mentre parliamo con gli amministratori, alcuni volontari cominciano ad attrezzarsi per la pausa pranzo. L’atmosfera è proprio quella di una serena domenica di festa ma, purtroppo, c’è una nota stonata: pochissimi i cittadini presenti alla manifestazione. Sarà perché è domenica, perché molti hanno approfittato per allontanarsi dalla città, perché l’iniziativa non è stata pubblicizzata…..ogni scusa è buona per giustificare la propria coscienza.

Telesini….vi potete riscattare… a metà giugno è prevista la prossima iniziativa per ripulire le sponde del torrente Grassano. Nell’attesa…evitate di lasciare i rifiuti attorno al lago e ammonite chi lo fa!

Video

Assunta Funaro

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.