La scuola dei talenti partecipa alla settimana della cultura scientifica

0

di Monica Nardone Gare fra piccoli carri armati robot, fra giocatori di calcio umanoidi e fra altre macchine intelligenti ma anche seminari per costruire robot e per fare altri esperimenti di scienza anche in casa: tutte iniziative che puntano a far innamorare i giovani delle scienze tecnologiche e con le quali la scuola dei talenti “Politecnica Sannita” associata a Futuridea partecipa alla XII Edizione della Settimana della Cultura Scientifica e della Creatività Studentesca che si terrà da domani 15 aprile fino al 5 maggio a Benevento.

“SPERIMENTA, COSTRUISCI, IMPARA”, questo il motto della scuola e delle iniziative che si terranno presso palazzo Paolo V ogni mattina alle ore 11 per tutta la durata della manifestazione organizzate dal professor Antonio Colella bioingegnere, a lungo docente ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) fondatore della Politecnica Sannita- Scuola sperimentale di formazione e orientamento scolastico.

Le iniziative sono rivolte a tutti gli studenti di ogni età e anche agli insegnanti.

“Il mondo ha bisogno di tecnologie e il Sannio ha bisogno di tecnici” ha osservato Colella che ha aggiunto: “senza tecnici il Sannio non può emergere e non può competere con le Provincie più avanzate”. Inoltre, ha proseguito “le scuole non sono pronte a svolgere la nuova didattica e questa Settimana della Cultura Scientifica e le nostre iniziative vogliono essere uno stimolo sia per gli studenti sia per gli insegnanti”.

“La partecipazione della Politecnica Sannita alla Settimana della Cultura Scientifica è molto positiva per lo sviluppo di una cultura dell’innovazione” ha rilevato il presidente di Futuridea Carmine Nardone.

La Settimana della Cultura Scientifica e della Creatività Studentesca si svolgerà presso monumenti, punti espositivi e museali della città, coinvolge le scuole di ogni ordine e grado e l’università del Sannio, ed è promossa dall’Ufficio Scolastico provinciale e dalla Provincia di Benevento con la cooperazione di una pluralità di soggetti pubblici e privati, a partire dalla Associazione Samuel (Sannio arte, musica,educazione e lavoro) promossa dall’ex Provveditore agli studi Mario Pedicini e l’Unicef. L’iniziativa gode del patrocinio del Ministero dell’Istruzione, della Giunta Regionale della Campania, del Comune di Benevento e della Soprintendenza per i beni archeologici.


SCHEDA

Che cosa è la Politecnica Sannita

È una scuola sperimentale di formazione e orientamento scolastico fondata a San Leucio del Sannio, in provincia di Benevento, dal bioingegnere Antonio Colella su sua iniziativa e su iniziativa del presidente di Futuridea Carmine Nardone.

È una Scuola tecnologica per la formazione di giovani talenti per l’impiego utile e produttivo del tempo libero extrascolastico finalizzato alla formazione, all’orientamento scolastico, allo sviluppo di idee, e all’avviamento al lavoro autonomo in proprio.

E’ una scuola tecnologica nuova, diversa, unica, dove si apprendono le nuove discipline per le tecnologie innovative mediante una riconosciuta didattica creativa, coinvolgente di pratica in laboratorio organizzando corsi e tirocini brevi (30, 50, 100, 200 ore) personalizzati per tutte le seguenti materie: Elettronica – Informatica – Telecomunicazioni – Internet – Reti Telematiche – Energetica.

Tutti possono frequentarla: studenti e non dalle elementari all’università (in orario extrascolastico); diplomati o laureati in discipline tecniche o scientifiche; cultori della materia o tecnici installatori operatori del settore compreso gli studenti “border line” avviati verso la dispersione scolastica.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.