Street View al Sud in ritardo perchè le strade sono un disastro

0

Segnalazione di Giuseppe Grimaldi (Articolo tratto da il Mattino)

Salve.Sono un Driver di Google maps e collaboro al progetto Google street view presente in Italia ormai da oltre due anni. Come saprete Google street view permette la visione delle mappe con foto reali in 3D, dando così la possibilità all’utente che le consulta di proiettarsi sulla strada che sta osservando. Il lavoro procede abbastanza bene e dico abbastanza perchè gli Americani vorrebbero che fosse perfetto, come lo è negli States appunto. Purtroppo non è tutto perfetto. Dov’è il problema? Ve lo dico subito: abbiamo fatto una gran figura di m**** con Google e con il resto del mondo, il tutto grazie alle nostre bellissime strade del sud-Italia. Strade dissestate, malandate, abbandonate, cadenti, incurate. Strade che mietono vittime nel vero senso della parola, strade che dovrebbero essere tenute in buone condizioni per permettere all’onesto cittadino di percorrerle in totale sicurezza e in questo caso per permettere anche al Google driver di percorrerle senza dover danneggiare all’ordine del giorno l’attrezzatura dell’auto a causa di dossi assurdi, buche e voragini paragonabili al Gran Canyon, segnaletiche pressochè assenti o invisibili, cartelli piazzati senza senso, pubblicità che occultano la lettura dei suddetti cartelli stradali. Google maps, lo sappiamo tutti, fornisce un servizio a dir poco ottimo. Stiamo cercando di migliorare questo servizio, ma le regioni, i comuni non sembrano voler migliorare. Le strade erano e sono in condizioni tali da mettere a rischio la vita e danneggiare i mezzi in circolazione (ruote bucate, auto nuove distrutte dopo appena un anno, attrezzature di Google non più efficienti). Piazzare autovelox e ZTL ovunque non è il modo corretto di garantire la pubblica sicurezza, perchè se poi c’è l’attimo di distrazione e passo davanti all’autovelox a 55 km/h contro i 50 consentiti su UNA STRADA STATALE DOVE SE VADO A 90 KM/H SEMBRA CHE SIA FERMO, il mio lavoro e il mio stipendio vengono penalizzati.

Quando i miei capi dall’altra parte dell’Oceano hanno chiesto spiegazioni su come mai soltanto al sud Italia si siano avuti tanti problemi sulle auto di Google in circolazione, non ho potuto fare altro che dire la verità: mi dispiace, purtroppo qui la manutenzione delle strade è lasciata in mano alle capre!!! Ma tra il dire e il constatare c’è di mezzo il mare…anzi l’oceano in questo caso. Nel momento in cui una persona che viene dal Queens, quartiere di New York in cui si dice che stiano peggio di noi e questa persona mi viene a dire “Diamine, avevi ragione, questo è del tutto fuori del normale. Ma come fate a vivere qui”, cosa avrei dovuto rispondere. Siamo messi male, molto peggio del Bronx, del Queens, ma che dico, ancora peggio dell’Africa. A questo punto le strade battute di alcune zone dell’Africa sono meglio di quelle che abbiamo qui al sud Italia, in particolare Napoli e Caserta e relative province. Nel mio lavoro mi interfaccio con persone di ogni nazione, e vi assicuro che i problemi avuti qui al sud Italia non ci sono stati in nessun altro paese del mondo. No, dico, ma vi rendete conto: IN NESSUN ALTRO PAESE DEL MONDO!!! Siamo rovinati, ringraziamo per questo la Camorra, la Mafia, il Governo e tutti quelli che a loro sono legati. Un grazie dal profondo del cuore, grazie a voi (che ve ne fregate altamente delle strade in pessime condizioni così come ve ne fregate se ammazzate qualcuno). Ormai non ho più fiducia nelle istituzioni, ho solo fiducia nelle mie capacità e competenze e nel fatto che se andrò via da qui troverò sicuramente di meglio, e per qualcosa di meglio intendo anche le strade!!!
Un consiglio alle concessionarie auto del sud: nei vostri spot, oltre a tutti i sistemi di sicurzza e anti-inquinamento che proponete, rilanciate anche auto con modifica agli ammortizzatori e ruote stile Hammer, venderete di più!!!

Un appello a chi di dovere: PRIMA DI ESIGERE I PAGAMENTI DI MULTE NON PAGATE, RIPARATE LE STRADE CHE FANNO SCHIFO!!!

Link: http://www.ilmattino.it/articolo.php?id=94961&sez=NAPOLI

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.