Istruzione e turismo risorse per la lista ‘Telese Terme 2010’

7

di Sandro Tacinelli

Continua la presentazione del programma da parte del candidato sindaco Peppino Di Cerbo nell’analisi di oggi l’istruzione e il turismo come risorsa. Nonostante la mia richiesta, il candidato sindaco dell’altra lista non ha risposto all’invito per confrontarci in un sereno dibattito. Evidentemente non può parlare liberamente con la propria testa e deve, quindi, subire le pressioni delle varie anime della sua lista. Pensavo che non si tirasse indietro, invece…”. Così Peppino Di Cerbo commenta, non senza un po’ di delusione, la mancata adesione ad un incontro che poteva chiarire meglio alcuni aspetti della cittadina termale più volte rimarcati in vista delle elezioni del 28 e 29 marzo prossimi. In merito al programma della lista “Telese Terme 2010”, il candidato sindaco analizza oggi altri due temi di vitale importanza: l’istruzione e il turismo come risorsa. “La cultura ed il sapere – rileva – rappresentano una ricchezza non trascurabile per Telese Terme che, in tempi brevi, deve recuperare una propria e più adeguata dimensione. In tal senso, la realizzazione del Polo scolastico per le scuole superiori è la risposta che la cittadina attendeva da qualche tempo e che, con certezza, costituisce la grand’occasione di sviluppo e di lavoro qualificato”. “Inoltre sarà favorita – aggiunge Peppino Di Cerbo – la creazione di percorsi formativi al lavoro, di avviamento alle pratiche sportive e di formazione all’uso di sistemi informatici, in un rinnovato rapporto con gli enti istituzionali, le categorie professionali e produttive locali, e le associazioni no-profit che si dedicano a queste specifiche attività”.

Per quanto riguarda, invece, il turismo come risorsa, innanzitutto per il candidato sindaco “bisogna fare molto per determinare maggiori presenze sul territorio, mettendo insieme una più proficua valorizzazione delle terme, la riqualificazione urbana e le strategie per nuovi investimenti finalizzati allo sviluppo turistico”. “In tutto ciò – sostiene Peppino Di Cerbo – il denominatore comune è la capacità di attrarre risorse europee e quelle accessibili dalla programmazione regionale, in modo da dare a Telese Terme il ruolo di cittadina faro della valle telesina. Un obiettivo, quest’ultimo, che la mia squadra pone come elemento prioritario dell’attività amministrativa”.

Nella lista “Telese Terme 2010” sono candidati consiglieri: Alfano Maria Ausilia (detta Marilia), Bisesto Piervincenzo, De Matteo Massimiliano, Di Mezza Lucia, Fasano Giuseppe, Fuschini Vincenzo, Giovannelli Savino, Martucci Michele, Musco Giampiero, Nero Giacomo, Palma Raffaele, Presutto Eduardo, Pucella Antonio, Vallone Valerio, Verrillo Maria Grazia e Viola Pietro.


Sandro Tacinelli ufficio stampa: Giuseppe Di Cerbo sindaco di Telese Terme

7 Commenti

  1. L’istruzione è una di quelle voci sulle quali insisterei molto, consiglio anche ai politici telesini di fare un bel ripasso della grammatica italiana, veramente penosi molti dei loro comizi. La lingua italiana grida vendetta!

  2. Se non fosse stato per l’assessore provinciale Aceto, candidato nella lista VINCI TELESE, non si potrebbe parlare nemmeno di polo scolastico ma al massimo di palazzina scolastica….per favore “diamo a Cesare quel che è di Cesare”

  3. “…la realizzazione del Polo scolastico per le scuole superiori è la risposta che la cittadina attendeva da qualche tempo…”. Ma Lei Sig. Di Cerbo cosa c’entra con la realizzazione del nuovo Polo Scolastico??? Ha mosso un solo dito affinchè il progetto in questione si potesse realizzare??? Non mi risulta! Mi risulta, invece, che il principale e unico attore di questa vicenda, positiva per le ricadute che avrà sulla nostra cittadina, sia stato l’Assessore Provinciale Gianluca Aceto. Telese aspettava il polo scolastico da 40 anni (quarant’anni!) ed oggi, grazie alla caparbietà e al lavoro del primo Assessore Provinciale di Telese Terme, quello che sembrava un sogno, è realtà. Ma Lei Sig. Di Cerbo meriti non se ne può ascrivere.
    Alfonso Grillo.

  4. Cara Lia, è vero che Di Cerbo non è mai stato amministratore del comune di Telese Terme, ma è altrettanto vero, che alcuni anni or sono Di Cerbo è stato componente del Nucleo di Valutazione dell’ ente comune. Sembrerebbe che lo stesso abbia anche percepito emolumenti (bei soldini) per tale incarico…prova ad indovinare da chi fu nominato???
    Bye.

  5. E allora anche per me Pino D’Occhio venti anni e più fa fece una telefonata a Costanzo Iannotti…ancora la ricordo…io, grazie a Dio per me non c’è stato bisogno mai di niente io sono raccomandatra dalla Madonna ma…quella telefonata sarà per sempre nel mio cuore… Lia Buono.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.