Di Cerbo chiude la presentazione del programma su sistema sportivo e tempo libero

0

di Sandro Tacinelli

Archiviata la possibilità di un sereno confronto pubblico con il candidato dell’altra lista, Peppino Di Cerbo, candidato sindaco di “Telese Terme 2010”, invita gli elettori telesini a riflettere su alcuni aspetti che non possono essere sottovalutati.

In sintesi, Di Cerbo da “non mestierante della politica”, ma da candidato che “per amore è sceso in campo rinunciando all’indennità di carica e con obiettivi prioritari quali: la legalità, la trasparenza, il rispetto reciproco, la serenità, l’uguaglianza e, soprattutto, ridare dignità ed un ruolo di prestigio a Telese Terme”, si chiede a proposito dell’improvvisa condivisione e stima fra esponenti dell’altra lista:

– com’è possibile che possano andare d’accordo Alessandro Grimaldi e Gennaro Capasso se si considera che Grimaldi, dopo essere stato revocato da assessore (primo nella storia telesina e con motivazioni mai chiarite), ha radunato a Telese i maggiori esponenti del suo partito per sfiduciare il sindaco Gennnaro Capasso?

– come possono conciliare i loro intenti Giovanni Liverini e Gianluca Aceto, dopo che Liverini è andato dal presidente della provincia Aniello Cimitile per invitarlo a non nominare Gianluca Aceto assessore provinciale?

– quale apporto potranno dare alla comunità telesina l’assessore provinciale Gianluca Aceto e il consigliere provinciale Gennaro Capasso che, alla Rocca dei Rettori, siedono su banchi opposti?

Va da sé che queste domande avrebbero meritato una risposta nel confronto che non si è tenuto, ma Peppino Di Cerbo ha atteso una risposta (che non è arrivata) anche per la vicenda del PUC (Piano Urbanistico Comunale) tenuto da qualche tempo in un cassetto.

“Com’è facile comprendere – sostiene il candidato sindaco – si tratta di temi di primaria importanza sui quali non si può far finta di niente. E se sono ignorati dagli esponenti dall’altra lista, ne sono certo, non saranno sottovalutati dagli elettori che sapranno punire bugie ed ambiguità. Altro che elezioni libere dopo venticinque anni”.

Riguardo al sistema sportivo e tempo libero, ultimo punto in ordine di presentazione del programma, Peppino Di Cerbo è convinto che “innnanzitutto vanno completate le iniziative avviate negli anni precedenti e che sono in grado di rispondere alle richieste individuali, scolastiche ed amatoriali”.

“Inoltre – aggiunge – bisogna dare un valido supporto al lavoro sul territorio che l’associazionismo ed il volontariato perseguono da anni riconoscendo, in tal modo, alle società sportive il loro fondamentale ruolo sociale”.

Peppino Di Cerbo guida una squadra di candidati consiglieri composta da: Alfano Maria Ausilia (detta Marilia), Bisesto Piervincenzo, De Matteo Massimiliano, Di Mezza Lucia, Fasano Giuseppe, Fuschini Vincenzo, Giovannelli Savino, Martucci Michele, Musco Giampiero, Nero Giacomo, Palma Raffaele, Presutto Eduardo, Pucella Antonio, Vallone Valerio, Verrillo Maria Grazia e Viola Pietro.

 

Sandro Tacinelli

ufficio stampa: Giuseppe Di Cerbo sindaco di Telese Terme

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.