Rebecca la giovanissima artista Rom

0
Segnalazione di Fulvio Del Deo
Cari amici antirazzisti (che siate attivisti, giornalisti, politici o persone che credono nella solidarietà), fra le tante iniziative curate dagli attivisti EveryOne vi è il sostegno a famiglie Rom e “clandestine” in difficoltà. Nessuno dei membri del nostro gruppo è ricco, eppure ogni mese ciascuno di noi riesce a devolvere i propri risparmi ora a questa, ora all’altra famiglia. Sono grandi sacrifici e personalmente ringrazio tutti i nostri attivisti per quello che fanno, rinunciando alle vacanze, all’auto nuova, a oggetti superflui, a vestiario di marca… e anche a beni necessari.
In un momento tragico, uno dei nostri membri ha venduto la casa, per mettere in salvo (provvedendo a rinnovo documenti, spese di viaggio, mezzi  di sostentamento urgente) in Romania, Spagna e Francia molte famiglie Rom sgomberate a Milano, Roma, Pesaro e in altre città. Grazie a questa incredibile generosità di amici che sono onorato di avere, di persone che mettono le esigenze di chi soffre ancora prima delle proprie, sono state salvate decine di vite umane, si sono evitati smembramenti di famiglie, si è alleviato (e si allevia) il dolore e l’emarginazione di chi è costretto dai nostri governanti a vivere e morire ai margini della società.
Questo mese abbiamo avuto una serie di spese impreviste, dopo gli sgomberi di Pesaro, attuati con procedure inumane, sgomberi che hanno originato spaventosi drammi umanitari. Presto vi aggiorneremo sul più importante dei progetti realizzati: qualcosa che lascerà una traccia!

Ora però lanciamo a tutti voi un S.O.S. La famiglia di Rebecca Covaciu, la giovanissima artista Rom di cui si sono occupati i media di tutto il mondo, ha grosse difficoltà con l’affitto dell’appartamentino in cui vive, a Milano. Rebecca e i suoi fratellini frequentano la scuola dell’obbligo con grande profitto, nonostante la povertà. Papà Stelian e mamma Georgina fanno i miracoli per provvedere alle tante necessità e il sostegno del nostro gruppo non sempre è sufficiente, dati i molteplici interventi e la situazione sempre più grave dei perseguitati. La discriminazione rende difficile inserire i Covaciu nel mercato del lavoro.

Abbiamo procurato a Stelian e al figlio maggiore diversi appuntamenti, ma i potenziali datori di lavoro, quando apprendono che si tratta di Rom, non concedono loro un’occasione. Samuel ha 20 anni ed è un grande lavoratore, disposto a lavori di fatica o anche di fiducia. Ha fatto il lavapiatti, il cameriere, l’uomo di fatica. Sa assistere infermi, anziani e bambini. Chiunque sia in grado di aiutarlo a trovare un lavoro a Milano, darà una grande mano a questa bella, coraggiosa e sfortunata famiglia. Sono utili anche contributi-affitto (anche minimi), via vaglia postale o Western Union.

Ecco il telefono di Rebecca: 380 7575 313
Grazie a chi darà un contribuito in questa azione di giustizia, diritti umani e umanità.
Roberto Malini

 

Per ulteriori informazioni:
Gruppo EveryOne
+39 3408135204 :: + 39 3313585406

www.everyonegroup.cominfo@everyonegroup.com

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.